Il bambino piange di notte? Adesso si alzano (anche) i papà

cambio-pannolini-notte

Chi c'è passato sa di cosa stiamo parlando e chi non ancora ben può immaginarlo dalle paurose narrazioni di amici e colleghi, reduci di ore indimenticabili: le notti insonni sono l'incubo per eccellenza dei neo genitori e non c'è mamma o papà al mondo che non farcisca il repertorio degli aneddoti della crescita del figlio con la narrazione di ore piccole e pianti inconsolabili.

Non so come sia andata a voi, ma le notizie che ci arrivano dalla Gran Bretagna ci fanno concludere che finalmente c'è un po' di giustizia in questo mondo: secondo un recente sondaggio condotto da Mintel 7 papà su 10 hanno dichiarato di alzarsi di notte per cambiare il pannolino al pargolo urlante. Per assolvere a questo compito, il 43% dei padri inglesi ha ridotto le ore di sonno a 4 o 6, dicendo addio (o almeno arrivederci per qualche tempo) al sonno ristoratore di 7 ore di fila.

Di contro, le madri inglesi rimangono indiscusse cambiatrici di pannolini quando il sole sorge: di giorno, infatti, il 60% delle donne d'oltremanica si occupa di cambiare il pannolino al proprio piccolo (dalle 4 alle 6 volte al dì), mentre solo il 41% dei padri lo fa.

Insomma, almeno le nostre colleghe inglesi riescono a dormire un po' di più la notte, grazie al sacrificio dei partner che si alzano e cambiano il piccolo. Un piccolo, ma incoraggiante segnale sul cambiamento della divisione dei ruoli in famiglia e nella coppia che sta portando sempre più spesso i maschi ad occuparsi di incombenze che, fino a qualche tempo fa, erano esclusivamente appannaggio delle femmine.

Se questa è la situazione inglese, qual è in casa vostra? I vostri partner si rimboccano le maniche notte tempo oppure l'incombenza notturna di cambio del pannolino è prerogativa tutta vostra?

86 comments

  1. Sara Sighi 4 aprile, 2016 at 18:41 Rispondi

    A casa mia se non si alza il papà non si alza nessuno perché ho il sonno talmente pesante che la bimba farebbe in tempo a crescere e alzarsi da sola prima che la senta io…

  2. Linda Messina 4 aprile, 2016 at 19:49 Rispondi

    Il mio si sveglia con me ma non può fare più di tanto visto che allatto e il bimbo si sveglia solo per mangiare…però quando è a casa dal lavoro è lui che gestisce il bimbo….

  3. Ina Sodano 5 aprile, 2016 at 01:22 Rispondi

    Magari … Non so neanche che significa non svegliarmi la notte… Devo anche stare attenta a non farla strillare troppo altrimenti il papà si disturba!!! 😂😂😂😂😂😂😂

  4. Michele Di Pippo 5 aprile, 2016 at 04:55 Rispondi

    Di giorno, quando è a casa,mi aiuta ma di notte no… non fa un lavoro da “scrivania” :). Quello che mi lascia perplessa è il “non avere più ruoli definiti”… questo non mi sembra una frase felice… I ruoli dei genitori non devono cambiare…

  5. Rosa Apuzzo 5 aprile, 2016 at 06:02 Rispondi

    Il mio lavora nelle forze dell’ordine ma quando è a casa e non è di turno mi aiuta nelle faccende di casa e con i bimbi anche la notte quando c è…già da anni!!!

  6. Floriana Franco 5 aprile, 2016 at 14:34 Rispondi

    Con mio marito facevamo un po ciascuno nei primi mesi di vita della nostra bimba quando di notte le venivano i dolorini x le colichette. Lui non le cambia il pannolino o il bagnetto ma se c’è da fare nottate beh…fortunatamente lui c’è ♡♡♡

Lascia un commento