Bonus bebè 2017: occorre rinnovare l'ISEE

bonus bebè 2018

L'INPS ha emanato una nuova circolare in cui avvisa tutti i richiedenti del bonus bebè 2017 a mettersi in regola con la burocrazia. Infatti, per continuare ad ottenere anche quest'anno gli 80 euro al mese per il proprio figlio si deve rinnovare, entro il 31 dicembre 2017, la dichiarazione sostitutiva unica, la DSU, con le indicazione dell'ultimo ISEE. La mancata presentazione può comportare la sospensione e la decadenza dell'assegno di natalità già percepito durante l'anno.

L'assegno di natalità 2017: i requisiti per richiederlo

Tutte le famiglie che hanno avuto o adottato o preso in affidamento un bambino nell'arco di tempo compreso tra il 1 gennaio 2017 e il 31 dicembre 2017 possono richiedere l'assegno di natalità, l'importante è che il loro reddito non superi i 25 mila euro l'anno.

L'importo che spetta a chi fa domanda è di 80 euro al mese per i primi tre anni del bambino, cifra che raddoppia a 160 euro mensili se il reddito è inferiore a 7 mila euro. Per ottenere il bonus bebè 2017 bisogna fare richiesta all'INPS entro fine anno e presentare ogni anno la DSU che indica l'ISEE aggiornato. Per questo l'istituto previdenziale sta sollecitando i destinatari dell'assegno a mettersi in regola al più presto, per evitare di perdere il contributo economico, che il prossimo anno potrebbe essere sospeso.

Avete ancora qualche dubbio? Ecco gli esempi che l'INPS spiega meglio:

le DSU hanno validità fino al 15 gennaio dell’anno successivo a quello in cui sono presentate. Ne discende che, sebbene la domanda di assegno si presenti di regola una sola volta, solitamente nell’anno di nascita o di adozione del figlio, è necessario che il beneficiario dell’assegno rinnovi la DSU, ai fini della verifica annuale dell’ISEE, per ciascun anno di spettanza del beneficio.
Per quanto sopra esposto, tutti gli aventi diritto all’assegno nell’anno 2018, inclusi quelli che presentassero la DSU entro il 31/12/2017, sono invitati a presentare tempestivamente una nuova DSU dal 1° gennaio 2018, in modo da consentire all’INPS la verifica della permanenza dei requisiti di legge e, di conseguenza garantire la puntuale erogazione delle mensilità di assegno a loro spettanti per l’anno 2018.

30 comments

  1. Patrycja Smodij 16 novembre, 2017 at 12:36 Rispondi

    La DSU è valida fino al 15.01.2018, dopo tale termine bisogna rinnovarla per ottenere l’ISEE, prima non ha senso perché deve entrare l’anno nuovo per poter rinnovare i documenti necessari….

  2. Ilenia Berrettini 16 novembre, 2017 at 13:49 Rispondi

    Ma lo sanno benissimo che l’ISEE non è possibile averlo a dicembre….poi chi ha già fatto domanda si presume che abbia già mandato tutto l’occorrente…a me sembra una cavolata pur di non aiutare più le studiano nere

  3. Veronica Very 19 novembre, 2017 at 18:56 Rispondi

    Quindi scusate come fate a fare isee ora se le banche non danno la giacenza media? O lo danno? E un altra cosa è confermato o no il bonus per il prossimo anno? E domanda entro.il 15 gennaio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.