In cerca di un nuovo lavoro? Apri una ludoteca!

In una società in continuo cambiamento, che offre ben poche certezze alla generazione dei trentenni disperati, forse una delle poche scelte possibili è darsi al gioco, ovviamente non quello d’azzardo!

Se si ha predisposizione al gioco, infatti, tanto da volerne fare una professione, ecco una possibile soluzione lavorativa: aprire una ludoteca!

Innanzitutto bisogna avere una certa conoscenza delle varie attività ludiche, avere ben in mente il target di riferimento ed essere in possesso di tutti i requisiti necessari per aprire un’attività.

Per prima cosa occorre aprire una partita IVA e registrare il proprio esercizio commerciale alla Camera di Commercio, nel Registro delle Imprese, entro e non oltre 30 giorni dall’inizio dell’attività. In secondo luogo, bisogna presentare un apposito modulo al Comune di competenza circa l’apertura dell’attività.

Ovviamente, poi, il locale dovrà attenersi alle normative vigenti in materia di igiene e sanità, con certificazioni appositamente rilasciate dagli Enti preposti. Ad esempio i bagni dovranno essere attrezzati anche per disabili, o, se si intende vendere cibo, ci dovranno essere i controlli di Asl e affini (corso HACCP e licenza SAB). Anche se l’erogazione di cibi e bevande è un fattore di sicuro aumento degli incassi, richiede maggiori controlli, certificazioni e manutenzione.

In base alle preferenze personali, si possono aprire due generi di ludoteche: per bambini o per adulti, con peculiarità e caratteristiche specifiche. Nel caso di una ludoteca per bambini, bisognerà avere uno staff preparato e competente, in grado di proporre giochi interessanti e stimolanti per la fantasia dei più piccoli. Le attività da proporre possono andare dai giochi individuali e di squadra, ai lavori artistici di pittura e manualità. Il locale dovrebbe essere suddiviso in una sala più ampia per i giochi veri e propri, una più piccola da adibire a sala d’aspetto e un bancone per le pratiche di segreteria. Gli orari di apertura dovranno essere in linea con il tipo di clienti. Mattina e pomeriggio sono d’obbligo, mentre si può fare a meno dell’apertura serale.

Nel caso, invece, di una ludoteca per gli adulti, l’aspetto sarà molto simile a quello di un pub, e la presenza di un bar assume un ruolo assolutamente centrale. Le attività principali sono generalmente incentrate sui giochi da tavolo, giochi di società e di ruolo, calcio balilla e biliardo. Gli orari di apertura, in questo caso, sono nettamente diversi: la sera, anche fino a tarda d’ora è d’obbligo, mentre si può tranquillamente evitare la mattina.

Lascia un commento