Come organizzare un bagno comodo per tutta la famiglia, bimbi compresi

come-organizzare-un-bagno-comodo-per-tutta-la-famiglia-bimbi-compresi

Quando nasce un bambino tutti gli spazi di casa vanno riveduti e sistemati per il nuovo arrivato. Il bagno è tra le stanze più urgenti da sistemare per renderlo accogliente in modo da ospitare comodamente tutti i membri della famiglia, piccoli e grandi.

Il bagno ideale

Tutti sognano un bagno da favola: una mega vasca con idromassaggio, la doccia per quattro persone, spazi ampi e lucenti. Quante volte abbiamo visto un bagno così sulle riviste di interior design, fantasticando di essere immerse proprio in quella vasca, in una nuvola di bolle?

La realtà è ben diversa. I bagni non occupano la superficie equivalente di un normale appartamento e ci ritroviamo più facilmente a fare i conti con i centimetri per farci entrare la lavatrice o il fasciatoio. Questo non vuol dire che non possiamo riuscire ad avere un bagno ben organizzato e magari realizzarlo con i nostri mobili bagno ideali. Ci sono moltissime soluzioni per sfruttare ogni angolo del proprio bagno, basta scegliere il mobile adatto.

Esistono mille soluzioni per gestire questo ambiente in modo ordinato e piacevole da usufruire. Non devono mancare dei mobili contenitori come cassettiere e armadietti, uno specchio adatto e gli accessori per appendere accappatoi e asciugamani. Ricordiamoci anche, in fase di costruzione, di scegliere materiali e rivestimenti di qualità.

Le cose si complicano un pochino quando in casa arriva un neonato. Se prima il nostro bagno poteva fare a gara con quelli delle riviste patinate, ora bisogna ripensare gli spazi, ricollocare e rendere sicuri gli oggetti e gli elementi della stanza.

Piccoli accorgimenti per un bagno sicuro

Le mani dei bambini vanno dappertutto. Questa frase dobbiamo ricordarcela bene dal momento che il nostro piccolo inizierà a gattonare e si muoverà in autonomia per la nostra casa.

Tutte le stanze devo essere a prova di bambino ma il bagno ancora di più. Detersivi, medicinali e prodotti per la cura e l’igiene personale devono essere posti il più lontano possibile, non solo dalle mani ma anche dagli occhi dei bambini: i packaging colorati degli shampoo e affini sono come delle insegne al neon che dicono “Prendimi!” e noi non siamo sempre lì a sorvegliarli.

Particolare attenzione dobbiamo porre anche ai piccoli elettrodomestici che usiamo in bagno come asciugacapelli, stufette, spazzolini elettrici, rasoi. Se è possibile è meglio riporli in armadi e cassetti e assicurarci che gli armadietti con contenuti pericolosi, non possano essere aperti con facilità, aiutandoci con delle chiusure provvisorie di sicurezza.

Apparentemente innocuo, lo spazzolino per il wc è la prima cosa da nascondere e rendere inaccessibile al bambino, il perché vien da sé, così come per il cestino della spazzatura.

Quando il nostro bambino sarà più grande potremo, invece, iniziare a dargli più autonomia anche in bagno proponendogli i suoi accessori (spazzolino, asciugamano, accappatoio) alla giusta altezza e facilitandolo nel compiere le azioni d’igiene quotidiana arrivando al lavandino tramite un rialzo.

come-organizzare-un-bagno-comodo-per-tutta-la-famiglia-bimbi-compresi

Cosa non deve mancare in bagno quando c’è un bambino

A partire dai primi giorni di vita, il nostro bagno deve essere già organizzato con il necessario per il momento del cambio e per il bagnetto del nostro piccolo.

Ecco cosa non deve mancare:

  • L’ideale è avere la possibilità di tenere il fasciatoio direttamente in bagno per evitare di far subire al bambino sbalzi di temperatura da una stanza all’altra dopo il bagnetto. Si può decidere di acquistare un mobile fasciatoio o adattare una cassettiera già presente nel nostro arredo sfruttando la superficie coperta con un materassino con sponde laterali. Se lo spazio in bagno manca, si può optare per un fasciatoio appeso a muro, uno che si possa ancorare alla vasca o uno richiudibile. Le opzioni di scelta non mancano, basta trovare quella che fa più al caso della conformazione del nostro bagno.
  • Vasca per il bagnetto. Se abbiamo già la vasca da bagno, dovremo solo renderla più confortevole e sicura utilizzando le sdraiette o i seggiolini quando starà seduto, assicurandoli alla superficie della vasca con le apposite ventose. Se non siete dotati di vasca da bagno ma solo di una pratica doccia, esistono in commercio tante soluzioni diverse, dalle vaschette richiudibili a quelle rigide, oltre che il fasciatoio può essere corredato con vaschetta incorporata.
  • Accessori utili, per lui e per noi. Abbiamo già parlato del rialzo per il lavandino ma questo sarà utile intorno all’anno e più, possiamo anche scegliere una learning tower che sarà utile in altre parti della casa. Anche l’adattatore per il WC o il classico vasino, quando il pannolino sarà abbandonato, non dovranno mancare a disposizione e alla portata del nostro bimbo. Sono tanti gli accessori in commercio per i bisogni dei bambini nel bagno, ricordiamoci di acquistare prodotti certificati e sicuri, e che tutto sia molto colorato come piace a loro.

Il momento del bagnetto

Ora che il bagno è sistemato rilassiamoci con il momento del bagnetto. Ricordiamoci che per il bambino, il bagnetto è un momento di gioco e di relax. Lo deve essere anche per noi, non assilliamoci con mille paturnie e godiamoci questo dolce momento mamma/bimbo.

Le regole da rispettare sono poche: temperatura dell’acqua sempre intorno ai 37°, ambiente caldo, prodotti idonei alla pelle delicata

Noi cerchiamo una posizione comoda, possiamo utilizzare un seggiolino per non affaticare la schiena e lavare il nostro bambino tranquillamente. Cerchiamo di rispettare un orario preciso per questo appuntamento giornaliero, meglio alla sera prima di cena, lo aiuterà a distendersi in vista della nanna.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.