Morire a causa dell'influenza: la storia del piccolo Cisco

influenza miocardite bambino

Si può ancora morire di influenza nel 2018? A quanto pare può ancora succedere. Ce lo racconta Juanita Vidana, mamma di Cisco Galvez che, a soli 7 anni, ha perso la vita per complicazioni dovute all'influenza. Un caso drammatico che fa riflettere sull'importanza dei vaccini e di una diagnosi tempestiva.

A raccontare questa vicenda sembrano quasi impossibile un fatto del genere, eppure purtroppo, morire a causa dell'influenza è ancora attuale. Questo però non è uno dei tanti casi in cui il paziente è deceduto perché già soggetto a rischio, anziano o con patologie croniche che al sopraggiungere di una forte influenza si sono ulteriormente complicate fino a degenerare. La triste storia che vi raccontiamo, infatti, è quella di un bambino di 7 anni.

A portare alla luce il caso è la stessa mamma del piccolo Cisco. Per la donna americana è stato un grande dolore parlare di questa terribile tragedia ma nel suo cuore è prevalso il desiderio di informare l'opinione pubblica su quanto una semplice influenza possa diventare pericolosa.

La miocardite ha stroncato la vita del piccolo Cisco

Tutto è iniziato a Capodanno: Cisco ha cominciato a mostrare sintomi importanti in seguito all'influenza, allora la mamma, Juanita Vidana, lo porta in ospedale. Il servizio di pronto-soccorso era collassato: erano i giorni del picco influenzale. I medici che visitarono il piccolo Galvez attribuirono il suo malessere all'asma e perciò hanno somministrato il trattamento appropriato.

In poche ore però le sue condizioni peggiorarono. Cisco continuò ad avere la febbre alta, dei forti dolori allo stomaco e appariva essere sempre più debilitato. La mamma, preoccupata, lo riportò in ospedale. In pochi giorni la giovane vita di Cisco si è spenta a causa di una miocardite che aveva infiammato le pareti del suo piccolo cuore fino a portarlo al collasso.

Anche i due fratellini di Cisco, di 9 anni e di 5 mesi hanno fatto i conti con questa pesante influenza, ma l'hanno superata come la maggior parte dei bambini. Le parole strazianti di Juanita incitano tutti, genitori e medici, a non sottovalutare i pericoli dell'influenza perché questa potrebbe dimostrarsi letale soprattutto per un bambino.

Please follow and like us:

65 comments

  1. Rita Calvaruso 17 gennaio, 2018 at 19:02 Rispondi

    In Italia sono morte 30 persone per questa influenza. Molti erano soggetti a rischio. Se si fossero vaccinati probabilmente non sarebbero deceduti. Ai bimbi piccoli in buona salute il vaccino antinfluenzale non è il caso di somministrarlo.. però è pure vero che più persone si vaccinano meno il virus circola..personalmente il prossimo anno lo farò , non ero mai stata tanto male come questa volta per un episodio di influenza !

    • Marina Mazzarella 17 gennaio, 2018 at 23:11 Rispondi

      Ti dico di no! Sono morte due persone che conosco . Una prima di Natale è una la prima settimana di gennaio. L’infezione alla gola si è estesa al cuore … in pochi giorni sono morte per miocardite. Una aveva 70 anni , l’altra 36.

    • Simona Cesarin 17 gennaio, 2018 at 23:17 Rispondi

      Io stessa sono a rischio miocardite…la conoscono bene ..l’influenza è virale..virus..non si cura con antibiotico…miocardite batterica e si cura con antibiotico…sulla serietà della miocardite e sul rischio di vita sono consapevole e preoccupata…ma con l’influenza virale non vedo il nesso…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.