Danza in fascia: un'emozione per due

danza in fascia babywearing

La "Danza in fascia e in gravidanza" è un modo di danzare che permette alle donne in gravidanza e alle neomamme di entrare in sintonia con il proprio corpo e con il proprio bambino: un momento speciale, dove si impara ad ottenere l'equilibrio fisico ed emotivo tra di noi e il nostro piccolo.

Come nasce l'idea della danza in fascia

Ad invogliare molte mamme ad avvicinarsi a questa disciplina è stato l'esempio di Elena Alessandra Zo, ballerina professionista e docente di danza, che prima ha sperimentato l'emozione di ballare con il figlio Leandro quando ancora la sua piccola Dorotea era nel pancione, e poi si è specializzata nell'insegnamento della "Danza in fascia e in gravidanza".

Elena spiega di essersi avvicinata alla tecnica del babywearing con la nascita del primo figlio, sperimentandone in prima persona i benefici: il contatto ravvicinato, la possibilità di calmarlo e coccolarlo e di averlo sempre vicino, per mantenere quel legame che si è creato durante i nove mesi della gravidanza

Danzare anche dopo la gravidanza, con il piccolo legato davanti, come se si trovasse ancora nel pancione, o portandolo sulla schiena, è stata una naturale evoluzione.

Come funziona la danza in fascia e in gravidanza

Per cimentarsi nella danza in fascia non serve essere ballerine esperte. Basta munirsi di una fascia per il babywearing o di un altro tipo di supporto portabebè e assicurare bene il bambino, legandolo sulla pancia o sulla schiena.

Questo tipo di disciplina può essere praticata anche da chi non ha mai danzato, perché non prevede passi complicati o strane acrobazie, che potrebbero mettere in pericolo mamma e bambino, ma una ginnastica dolce, fatta di coreografie semplici e armoniose, che aiutano mamme e bambini a trovare un equilibrio fisico e interiore per "questo nuovo corpo fatto da due cuori".  

La lezione di danza in fascia

La lezione prevede una prima parte di "riscaldamento dell'anima", per lasciare andare il superfluo e concentrarsi sul rapporto con il bimbo. La seconda fase prevede degli esercizi di  riscaldamento per il fisico e la creazione di una coreografia.

Altre info sulla danza in fascia

Per le sue lezioni Elena sceglie sia brani strumentali che colonne sonore, musiche che servono a cullare i bambini più piccoli e invogliano a ballare i più grandicelli.

Elena Alessandra Zo ha creato anche una pagina Facebook per far conoscere il suo progetto: "Danza in fascia e in gravidanza - Primi passi sul pentagramma".

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.