Denunciata perché non cucinava: storia di una madre violenta

madre-violenta

Ha fatto il giro del mondo la notizia della donna di Terracina denunciata perché non si occupava della casa. E invece a quanto sembra le cose sono molto più complesse di come in un primo momento erano state raccontate dai giornali.

Infatti, se da un lato la condannata si difende dicendo di aver fatto sempre il suo dovere, dall'altra viene fuori un’immagine di famiglia davvero infernale, come la presenta il marito, con continui maltrattamenti a lui e al figlio maggiore che ora ha 20 anni. Insomma, una vera donna e madre violenta.

Anche il ragazzo si era unito al padre nel denunciare la madre per le percosse, le bacinelle d’acqua in testa e i tanti insulti. Una volta lo ha picchiato tanto da mandarlo al pronto soccorso.

E qui si va ad aggiungere quello che aveva fatto tanto discutere, ma di cui era solo una piccola sfaccettatura. La donna aveva smesso di prendersi cura della casa, e poi l’aveva abbandonata.

Ora vive con un altro compagno. Ma la aspetta un processo per maltrattamenti: e rischia fino a sei anni di carcere.

Lascia un commento