Dopo il ricovero, Cecilia dona i suoi giochi agli altri bimbi dell'ospedale

dopo-il-ricovero-cecilia-dona-i-suoi-giochi-agli-altri-bimbi-dellospedale

Una bambina milanese che è stata ricoverata presso l’ASST Gaetano Pini-CTO, ha deciso di donare numerosi dei suoi giocattoli all’ospedale in modo che possano essere utilizzati dai piccoli degenti come lei. Cecilia, questo il nome della bambina, ha anche scritto una lettera agli altri piccoli pazienti.

Il dolce gesto di Cecilia

Quello della bambina, condiviso da tutta la famiglia, è stato un gesto di grande amore e solidarietà, rivolto ai suoi coetanei che devono passare del tempo in ospedale. Nella sua lettera Cecilia ha fatto riferimento al periodo di degenza in ospedale spiegando che in questo modo potrà essere meno triste e noioso. Scrive nella lettera : “Ecco i giochi che ho deciso di donare a tutti i bambini che, come me, dovranno passare del tempo in degenza. Spero che diano loro un po’ di gioia e possano rendere meno noiosa e triste la permanenza in ospedale

La scelta di donare i giocattoli è arrivata dopo il ritorno a casa e l’esperienza personale. Nella sua lettera ha parlato di "liberare dalla prigione del solaio" i suoi giocattoli, per donarli a quelli che ha chiamato "i piccoli guerrieri del Gaetano Pini". I giocattoli sono dei pupazzi, dei puzzle ed altri giochi vari da bambini e ad aiutarla nel lavoro di recupero si sono impegnati sia il fratellino che i genitori di Cecilia.

Per “i piccoli guerrieri del Gaetano Pini”

L'ASST Gaetano Pini-CTO è dotato di un’area pediatrica, nella quale vengono curati bambini con diverse patologie, da quelle ortopediche a quelle reumatiche ed oncologiche ed anche piccoli pazienti che vengono ricoverati in urgenza dopo essere passati dal Pronto Soccorso.

Il video della settimana

Un lavoro molto importante visti i numeri in ballo, dato che nel corso del 2021 sono stati mille i pazienti che sono stati curati all’interno dell’area pediatrica. Un ospedale che prevede per ognuno dei pazienti una camera singola con servizi, che in alcuni casi è dotata anche di un letto aggiuntivo nel caso in cui sia necessaria la presenza di un genitore.

Nell’intento di rendere il soggiorno dei piccoli pazienti meno traumatico, l’ospedale ha allestito anche una sala giochi all’interno della quale vengono svolte sia attività ludiche che didattiche. E proprio a quest’area saranno destinati i giocattoli donati da Cecilia. Una notizia che ha avuto anche un grande risalto sui social con moltissimi commenti positivi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.