Educazione sessuale: genitori insorgono contro il video proposto da un'insegnante

educazione-sessuale-genitori-insorgono-contro-il-video-proposto-da-uninsegnante

Video con allusioni sessuali in una scuola media di Roma: i genitori insorgono

Una docente di italiano dell’Istituto Bruno De Finetti di Fonte Laurentina, una frazione di Roma, mostra ai ragazzi di seconda media un video con allusioni sessuali. La protagonista del film è "Super patata" un’eroina che si alza la gonna e spara fulmini e saette per sconfiggere il male.

I genitori insorgono per un video con allusioni sessuali

La docente di italiano propone il video con riferimenti sessuali con un intento educativo, ma il contenuto non è adatto a ragazzini di seconda media, è un cortometraggio inserito in una trasmissione della fine degli anni Novanta, Hollywood Party destinato agli adulti.

Dopo la lezione inoltre l’insegnate raccomanda agli alunni di non parlarne con i genitori. Già nel pomeriggio però la notizia giunge all’orecchio di qualche mamma e papà e la chat della scuola diventa incandescente. Con il tempo emergono altri dettagli sulle lezioni della docente che propone agli stessi ragazzi il sonetto "Er padre de li santi" di Gioacchino Belli. La poesia contiene un elenco dei sinonimi con cui indicare l’organo sessuale maschile e la professoressa promette alla classe che la prossima lezione verterà sui sinonimi di quello femminile.

Il video della settimana

I genitori chiedono un colloquio immediato con la dirigente dell’Istituto e pretendono chiarimenti poiché la sessualità è stata trattata in classe in modo volgare e senza chiedere alcuna autorizzazione alle famiglie. Molte alunne inoltre si sono sentite offese anche dalle allusioni sessuali che alcuni compagni in conseguenza al video, si sono sentiti in diritto di fare alle compagne.

Il dibattito sull’educazione sessuale nelle scuole

Il presidente dell’Associazione Nazionale Presidi di Roma, Mario Rusconi definisce l’iniziativa della docente di italiano dell’Istituto De Finetti una forma di "diseducazione sessuale" e auspica una formazione adeguata per gli insegnanti, oltre all’approvazione di un codice deontologico.

Il deputato Riccardo Magi ha presentato un’interrogazione al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi chiedendo l’inserimento della figura dell’educatore all’affettività e alla sessualità nelle scuole di ogni ordine e grado. Il tema oggi è al centro di un dibattito sociale che richiede provvedimenti urgenti.

In molti Paesi europei e in America infatti l’educazione sessuale è una materia scolastica e tratta temi come lo sviluppo fisico, la contraccezione, le malattie sessualmente trasmissibili, oltre alla conoscenza e al rispetto di sé stessi e degli altri.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.