Insegnare la gentilezza ai bambini tramite il gioco

insegnare-gentilezza-ai-bambini-gioco

Nel mondo dei bambini il gioco è un momento di grandissima importanza poiché tramite esso si crea uno spazio in cui la creatività del bambino e la sua personalità cominciano a formarsi. È dunque fondamentale saper creare una situazione ludica in cui il bambino non riceva stimoli negativi, ma che incentivi il rispetto per il prossimo, la gentilezza e l'immaginazione. Vediamo dunque come sviluppare tramite il gioco la gentilezza del bambino.

Insegnare la gentilezza: evitiamo i giochi violenti

I giochi che vedono coinvolti i bambini non devono contenere violenza, parolacce, insulti o situazioni negative di questo tipo. Non si tratta di evitare completamente i classici giochi di ruolo in cui i bambini vivono nella loro fantasia avventure avvincenti e anche un po' adrenaliniche, poiché è provato che sviluppano in modo positivo la loro immaginazione e la creatività, ma è di importanza fondamentale fare in modo che l'esperienza di gioco, vissuta assieme ad altri bambini o con genitori o nonni, non contempli forme di violenza, brutte parole, situazioni troppo competitive o negativamente stressanti.

Giocare coi bambini per promuovere contatto e collaborazione

Un altro modo molto importante per sviluppare la gentilezza del bambino è fare in modo che molti giochi gli permettano di creare un contatto con gli altri bambini. È tramite la collaborazione e il coinvolgimento con i compagni che i bambini imparano a conoscere l'altruismo, la gentilezza e l'empatia.

Fate in modo che i bambini giochino insieme, che interagiscano e che inventino insieme giochi sicuri, sani e adatti a sviluppare la collaborazione. Un briciolo di competitività non è un rischio, a patto che sia smorzata da correttezza e sportività. Insegnate loro che a volte si vince e a volte si perde e in entrambi i casi la cosa principale è divertirsi assieme agli amici. Questo li porterà a essere altruisti e gentili con i compagni di gioco.

Il video della settimana

Avvicinare i bambini alla natura

Non sempre è possibile farlo, per chi vive nelle grandi città o in zone periferiche, ma se possibile trovate un parco di fiducia e immergete i più piccoli in un'atmosfera verde e rilassante. Il contatto con la natura aiuta a calmare i nervi e a creare nel bambino una situazione di pace interiore. Permette inoltre l'interazione tra bambini ed elementi positivi del mondo, come alberi, foglie, erba e molto altro. L'aria aperta fa bene e permette inoltre di spaziare con la fantasia, dando vita a giochi avventurosi in un piccolo spazio contenuto, affascinante ma comunque sicuro. Il contatto con la natura aiuta inoltre a svilupparne il rispetto profondo e la gentilezza nei confronti di tutte le forme di vita.

Bambini e animali: i benefici per sviluppare la gentilezza

Studi scientifici dimostrano che il contatto con gli animali (sempre con un'attenzione particolare alla sicurezza del piccolo) fa molto bene ai bambini e li fa crescere con una sensibilità maggiore rispetto agli altri. C'è sempre chi non ha la possibilità di avere animali in casa, ma il contatto con gli animali, se possibile, va incentivato. È provato che i bambini abituati a giocare con cani, gatti e altri animaletti imparano a farlo con attenzione e rispetto per l'altra creatura, sanno dosare la forza, stabiliscono una forte empatia, sviluppano la comunicazione, la comprensione e la compassione. Un bambino che rispetta profondamente una bestiola crescerà diventando una persona in grado di rispettare ed essere gentile con il prossimo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.