La scarlattina: sintomi e cura

scarlattina

Una delle malattie esantematiche (cioè con eruzioni cutanee diffuse e pruriginose) più diffuse, che colpisce soprattutto i bambini, ma anche, in maniera minore, adulti e anche donne incinte, è la scarlattina. 

Nei bambini, la scarlattina si manifesta in genere tra i 4 e gli 8 anni. È provocata da un batterio streptococco specifico del gruppo A e a differenza delle altre malattie esantematiche (come varicella e rosolia) è l’unica di origine batterica e non virale.

Proprio per questo la scarlattina può manifestarsi più volte nel corso degli anni e deve essere curata con una terapia antibiotica a base di amoxillicina o altro principio attivo affine.  

Ha un periodo d’incubazione che varia da uno fino a cinque giorni e proprio questo è il momento in cui si è contagiosi. Poi, dopo 48 ore dall’inizio della terapia, non si è più infettivi.

 I sintomi della scarlattina

Quali sono i sintomi più comuni di questa malattia? Vediamoli assieme:

  1. Comparsa di piccoli puntini rossi su tutto il corpo, in particolare sul petto e sulla schiena
  2. Febbre alta
  3. Mal di gola e ingrossamento dei linfonodi del collo
  4. Papille ingrossate sulla lingua, che presenta la copertura di una patita biancastra

Come curare la scarlattina?

Essendo di origine batterica, la scarlattina si cura con un antibiotico da somministrare per circa una settimana-dieci giorni. Non esiste nessun vaccino specifico, quindi l’unico modo per contrastarla, è quello di seguire una profilassi antibiotica e cercare di stare il meno possibile a contatto della persona infetta, per evitare il contagio.

Alla comparsa dei primi sintomi sospetti è bene andare subito dal pediatra, perché una cura corretta è di fondamentale importanza.

Nel peggiore dei casi, infatti, se non trattata nel modo giusto, la scarlattina può provocare l’insorgere di numerose complicazioni come ad esempio la febbre reumatica e il reumatismo articolare acuto, che colpisce mani e piedi.

4 comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.