L'angolo morbido: l'importanza dei tappeti per i bimbi

Con l’arrivo di un bambino, tutto subisce, inevitabilmente, una trasformazione. A partire dall’umore e dallo spirito di mamma e papà, fino ad arrivare agli spazi domestici, agli oggetti e così via. Pensando a come preparare al meglio la casa per accogliere in maniera confortevole e idonea il futuro bebè, ecco che non si può non pensare ad un componente d’arredo semplice quanto importante per il bambino: il tappeto.

Grazie ai tappeti, che possono essere quello classico già presente in casa nostra, o quelli studiati apposta per i neonati, si crea il cosiddetto angolo morbido, molto importante per bimbi e genitori, per trovare uno spazio di relax in cui allattare, leggere libri, osservare i primi gattonamenti e rotolamenti dei bambini.

Di qualsiasi natura essi siano, con o senza soggetti in rilievo da toccare e far suonare, è fondamentale che i tappeti siano morbidi, soffici e imbottiti, meglio se in tessuto anallergico nel caso di soggetti ipersensibili, e in poliestere, facile da lavare. Se non abbiamo spazio in casa o se non vogliamo che il tappeto occupi in maniera fissa una zona del salotto o della camera, in commercio ne esistono di pieghevoli o arrotorabili, molto pratici e facili da usare.

L’angolo morbido è molto importante durante tutta la crescita del bambino. Nei primi mesi è una vera e propria area di rilassamento e di primi esperimenti motori, ma anche nel corso degli anni mantiene un ruolo primario. Per i bambini più grandi, infatti, il tappeto o il materasso diventa uno spazio di sfogo fisico e di decompressione. A quale bambino non piace, ad esempio, fare i salti sul lettone di mamma e papà?

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.