Lettino Montessori, un'ottima soluzione per il riposo del piccolo

Nei mesi dell'attesa, i futuri mamma e papà sono presi nella scelta del necessario che servirà quando il piccolo verrà al mondo: uno dei nodi più importanti da affrontare è la scelta del lettino.

Nella maggioranza dei negozi, troviamo quanto più spesso le romantiche e pizzettate culle accanto ai tradizionali lettini con le spondine.

Di recente, i lettini raso terra, chiamati Montessori, stanno conquistando sempre più spazio nella lista dei desideri dei genitori perchè questo modello permette al bambino di salire e scendere dal letto senza bisogno di aiuti, anche nei primissimi mesi di autonomia di movimento.

Si tratta di una soluzione che oltre a lasciare una buona autonomia al piccolo, dona anche sollievo a mamme e papà che non devono continuamente sollevare il bambino per metterlo a letto.

Inoltre, nonostante l'apparenza, spesso i lettini con le spondine non si rilevano molto sicuri, soprattutto con il passare dei mesi e con la sempre maggiore abilità di movimento del bimbo: per i più agili, non è certo un'impresa mettere un piede sulla spondina e darsi una spinta rischiando di cadere dal letto e di farsi molto male.
Cosa assai improbabile con il lettino Montessori: il bambino non rischia di cadere da svariate decine di centimetri mentre sperimenta le sua abilità motorie.

Scegliere il modello per noi più bello, oggi, non è un'impresa: in rete ci sono soluzioni adatte a tutti i gusti, dai modelli più essenziali con rete in legno e materasso, a quelli dalle linee più ricercate che richiamano una macchinina o un'accogliente culla. E se i figli in tenera età sono più di uno, non dimentichiamo le soluzioni che ci permettono di accatastare al mattino i lettini.

Insomma, tradizione montessoriana e innovazione in un riuscito matrimonio.

Lascia un commento