Mamma tenta due volte di uccidere la figlia

mamma killer tenta di uccidere la figlia

Una mamma di 29 anni di Napoli avrebbe tentato di uccidere la figlia di 3 anni per ben 2 volte, versando benzodiazepine nel biberon della piccola. Si sono verificati 2 casi simili nel mese di dicembre, ed il tentato omicidio è stato scoperto dai medici dell'ospedale Bambin Gesù di Roma.

Mamma killer per una motivazione assurda

Stando alle prime indagini, condotte dal nucleo investigativo di Roma e dal comando provinciale di Napoli, sembra che la donna abbia compiuto un gesto così folle e sconsiderato semplicemente per attirare le attenzioni del marito nei suoi confronti. Dopo la segnalazione del personale dell'ospedale, sono prontamente intervenuti i carabinieri, che hanno acquisito i referti medici del nosocomio romano ed hanno arrestato la donna con l'accusa di tentato omicidio.

La bimba è fuori pericolo

Dopo il ricovero sono apparse subito piuttosto critiche le condizioni della bimba, nelle cui urine sono state trovate sostanze tossiche e psicotrope. Tutto ciò ha naturalmente insospettito i medici, che dopo accertamenti più approfonditi hanno fatto la scioccante scoperta. Attualmente la bambina è fuori pericolo ed in buone condizioni di salute.

Please follow and like us:
error

103 comments

    • Mamme.it 13 Gennaio, 2017 at 11:53 Rispondi

      La malizia delle persone non ha mai fine. Certo mettere in gioco la vita di un figlio, è una cosa atroce, con l’aggravante “per futili motivi”, è un gergo notarile che rimane una semplice struttura sintattica. Stare qui a discutere di questa cosa invece che della salute della piccola, ci fa riflettere molto.

    • Stefy 14 Gennaio, 2017 at 01:26 Rispondi

      @Scarlet, è il contrario: è proprio la futilità che decreta la gravità del gesto: mentre un motivo grave può avere delle giustificazioni, un motivo futile non ne ha: è ingiustificabile, quindi giuridicamente, penalmente “più punibile” per così dire.

  1. Wioletta Pyziolek 13 Gennaio, 2017 at 11:44 Rispondi

    Che tristezza… questa donna non merita di essere nominata MADRE! Una madre si fa culo per portare avanti la vita dei propri bimbi… nonostante tutto e non diventa un dio per poter oltrepassare una sottile linea tra la vita e morte dei bimbi che lei stessa ha messo al mondo… triste! Per una madre dovrebbero proprio bambini ad essere più importanti al mondo- anche PIU’ della sua stessa vita- questa è una MADRE. Qui si parla di una pazza.

  2. CarmenEnry Scibelli 13 Gennaio, 2017 at 12:08 Rispondi

    una mamma che vuole il male del figlio è contro natura…..
    una mamma dovrebbe proteggere suo figlio incondizionatamente anche a costo della propria vita!!!! Ma cosa sta succedendo alla mente umana? Dio mio pensaci tu😦😢

  3. Valeria Gargiulo 13 Gennaio, 2017 at 12:13 Rispondi

    cara mamma, anche se di mamma non hai proprio nulla, spero che tu ci marcisca in quel carcere di merda come te, spero che non ti facciano più vedere la tua bambina, tua solo in quanto l’hai messa al mondo, e spero che ti facciano pagare ogni giorno il male che le hai fatto, il carcere femminile spesso si rivela molto peggio di quello che dicono…….in bocca al lupo!

  4. Celeste Bonanno 13 Gennaio, 2017 at 13:03 Rispondi

    La legge non le darà la giusta punizione purtroppo.. di mamma non ha nulla . Voleva attirare l attenzione del marito? È riuscita nel suo intento. . Spero che questa piccola creatura guarisca presto e che possa essere affidata ad una famiglia che l ami veramente. .

  5. Valentina Fiorillo 13 Gennaio, 2017 at 13:52 Rispondi

    A lei lo farei bere sei un mostro,da donna mi vergogno.E di mamma nn hai nulla ,una madre protegge,coccola ama i propri figli nn li ammazza;ma quando nn li volete nn li fate usate precauzioni.Ora a Pozzuoli le detenute te fanno nuova nuova i bambini nn si toccano

  6. Isabella Bassolino 13 Gennaio, 2017 at 14:12 Rispondi

    Ma nn ti vergnoni…
    Volevi l’attenzione di tuo marito uccidendo una anima innocente che hai portato in grembo x nove mesi… ke ti a kiamato mamma ke e la parola piu bella… bhoo ke ti e passato x la testa e sangue del tuo.sangue…

  7. Monica Terreni 13 Gennaio, 2017 at 14:19 Rispondi

    Smettetela di chiamarla mamma,la parola mamma deve essere degna di eserre chiamata tale io ad una così la ucciderei fino a farla soffrire un essere immondo chi fa del male hai bambini deve soffrire e morire lentamente

  8. Anna Antonio Marcone 13 Gennaio, 2017 at 14:25 Rispondi

    Sei una grandissima cessa e non meriti di essere chiamata mamma. Devi marcire in galera! Ma come si fa a pensare di attirare attenzione tentando di uccidere la figlia!?! Forze dell’ordine richiudetela e buttate le chiavi!

  9. Beda Milena 13 Gennaio, 2017 at 15:09 Rispondi

    Non ho parole mi si raggela il sangue sapendo che possa esistere tutto questo.
    Loro che creature indifese e piccole trovano riparo solo tra le braccia della mamma dove sanno di trovare amore e protezione e invece proprio dalla mamma trovano la morte. Maledetta/e tutte quelle che fanno del male al loro stesso sangue. Alla sedia elettrica no al carcere

  10. Laura Benelli 13 Gennaio, 2017 at 15:21 Rispondi

    Bisognerebbe buttare le chiavi del carcere, è pericolosissima sta tizia, se è riuscita a fregarsene della figlia uccidendola quasi, se il cervello le parte di nuovo è capace di uccidere chiunque . A me fa seriamente paura.

  11. Cristina Modoni 13 Gennaio, 2017 at 18:04 Rispondi

    Mi fanno stare male certe notizie 😢😢😢 prima mi davano fastidio e non capivo come potessero arrivare a certi gesti…ora che ho una figlia mi si rivolta lo stomaco come se avessi ricevuto un pugno.Ma come si fa a fare una cosa del genere.Io provo un amore così grande per mia figlia che non lo so descrivere e certe “madri” fanno cose del genere…😢😢😢 povera piccola…quanto dolore😢

  12. Lara 14 Gennaio, 2017 at 00:51 Rispondi

    Lungi da me darle una qualsiasi attenuante, ma proprio perché tutti noi sappiamo cosa significa essere MADRE, dovremmo capire appunto che è una malata di mente che va ovviamente rinchiusa. Ma insultare un pazzo per quale scopo? È pazza come quelle che uccidono i figli. Pensiamo solo alla piccola, sperando possa non sapere mai la verità….

  13. Stefy 14 Gennaio, 2017 at 01:21 Rispondi

    Mia mamma, deceduta l’anno scorso a 80 anni, ne soffriva: pur senza usare violenze o avvelenamenti, mi ha fatta crescere attribuendomi ogni genere di malattia per farmi curare: l’assurdo è che i medici le credevano. Poi ha fatto le stesse cose con i miei due figli: tenerla a bada è stato estenuante specie perché a tutti sembrava una donna amorevole. Guardatevi dalle mamme che sono troppo solerti nel voler curare i figli! Spesso la Sindrome di Munchausen per procura non ha forme di violenza conclamata come nel caso di cronaca di questo articolo: più di sovente ci sono forme attenuate e difficilmente riconoscibili dagli stessi medici, e men che meno da parenti e conoscenti. Mia mamma non ha usato il veleno però ha avvelenato a poco a poco la mia vita e quella dei miei figli. E nessuno se n’è accorto se non alla visita geriatrica dove finalmente fu emessa una diagnosi di disturbo mentale cronico: con un ritardo di 50 anni, che è la mia età.

  14. Barbara Tettamanti 14 Gennaio, 2017 at 11:35 Rispondi

    Una volta in ps pediatrico ho visto un assistente sociale portare mamma e bimbo x sospetta intossicazione simile. Non devono neanche lasciarli i figli x poi controllarli. ….glieli devi portare via e stop

  15. Giovanna Cicchetti 14 Gennaio, 2017 at 15:54 Rispondi

    Povera stellina amore, tutta la vita porterà su di se il dolore del rifiuto…se solo ci fosse un modo x proteggerla almeno da questo! speriamo muoia presto, sotto atroci sofferenze sta stramaledetta e il babbo riesca a portarla lontano da questo atroce passato dove potrà riinventarne per lei uno nuovo!

  16. Emmie Von Berg 14 Gennaio, 2017 at 17:58 Rispondi

    Cmq a mio parere la colpa è anche di tutti quelli che la circondavano. A volte , si sà, quando si proviene da un paese si tende a coprire i problemi soprattutto mentali,per vergogna ed ignoranza.

  17. Sonia Pereira 14 Gennaio, 2017 at 22:31 Rispondi

    Probabilmente ha partorito proprio per lo stesso motivo.. Pertanto persone come lei andrebbero fermate al concepimento.. E nn permetterglielo proprio. Se il padre aveva bisogno di un gesto esagerato per dare attenzione vuol dire che sarà una merda di genitore pure lui.
    Speriamo che questa creatura trovi chi la voglia crescere con amore, pazienza e devozione e ritorni a chiamare qualcuno mamma dimenticandosi di questo mostro.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.