Neonato rapito dal padre, è in gravissime condizioni

neonato rapito dal padre in gravissime condizioni

Resta grave il bimbo di due mesi e mezzo rapito dal padre ventunenne a Monterotondo, in provincia di Roma, in seguito a una lite con la madre del piccolo, alla quale ha inferto un pugno in pieno volto. Le condizioni del neonato al momento non sono confortanti: è infatti ricoverato in rianimazione con una frattura cranica e un edema cerebrale evidenziati da una Tac effettuata in ospedale. 

Neonato rapito dal padre: le indagini faranno chiarezza sulla dinamica

Al momento la Polizia di Monterotondo sta cercando di scoprire se il piccolo sia stato vittima di una caduta accidentale o se, invece, sia stato percosso volontariamente dal padre.

Attualmente Gianluca Caucci, questo il nome dell’uomo, è detenuto presso il carcere di Rebibbia, ma continua a proclamarsi innocente.. Ha raccontato inoltre che la notte della fuga i due hanno dormito in una baracca in zona Bufalotta e che avrebbe nutrito il figlio con del latte in polvere acquistato in un punto vendita poco distante.  

18 comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.