Nomi islamici vietati, la protesta di Human Rights Watch

nomi islamici bebè

La Cina ha deciso di proibire i nomi islamici ai neonati dello Xinjiang, una battaglia politica più che religiosa. Questa regione, a forte carattere autonomo, è popolata da molti uiguri di religione islamica da anni in lotta con il governo cinese. Così come col Tibet, la Cina intende soffocare ogni tentativo di movimento separatista della regione dalla Cina.

Nomi islamici vietati, il primo di una lunga serie di soprusi

Uno dei nomi islamici vietati nello Xinjiang è Muhammad, uno dei più diffusi nell'Islam, Mecca e Medina. I soprusi e le restrizioni però non finiscono qui per gli islamici nella regione, che non possono portare la barba né il velo, e sono stati costretti a consegnare il loro passaporto per poi riaverlo solo dopo lunghe procedure di controllo per chi lo richiedesse.

La protesta di Human Rights Watch

A sollevare la questione è stata Human Rights Watch, che continua a denunciare i soprusi della Cina che di fatto dichiara terroristi tutti gli indipendentisti, ed ora mette nel mirino gli islamici solo perché professano una fede diversa. La Cina non ha mai brillato per spirito di democrazia né per la tutela dei diritti naturali dei bambini, ma impedire ai genitori di dare ai loro figli il nome desiderato è una restrizione inaccettabile della libertà personale.

Please follow and like us:

43 comments

  1. Sartori Elena 27 aprile, 2017 at 15:51 Rispondi

    GIÀ con il nome italiano c’è stata una guerra figuriamoci se lo sciegliavamo straniero, se era maschio Tomas ma mio suocero Antonio già stava su piede di guerra abbiamo fregato tutti con Carola 14 mesi d’amore 😆

  2. Vissya Vassallo 27 aprile, 2017 at 15:52 Rispondi

    Il prete non volle battezzarmi col mio nome così sull’altare mi diede il nome della Madonna. I miei però fecero mettere il mio nome dichiarato all’anagrafe sul certificato della Chiesa

  3. Giovanna Guglielmo 27 aprile, 2017 at 15:55 Rispondi

    A mio avviso bisogna non lasciarsi influenzare dalle mode del momento.. Il nome si porta per tutta la vita. E poi attenzione all’abbinamento col cognome. Ci sono accostamenti raccapriccianti a volte.

  4. Francy Fra 27 aprile, 2017 at 16:43 Rispondi

    Abbiamo dei nomi italiani bellissimi….perché sceglierli stranieri? Ho letto dei nomi orrendi…che poi abbinati a certi cognomi fanno rabbrividire.Poveri bambini😢

    • Elena Morra 27 aprile, 2017 at 19:50 Rispondi

      A me quelli italiani non piacciono proprio per niente. A mio parere sono “banali” e poi sono gusti personali. Mio figlio lo chiamato William che ha uno splendido significato. Quindi non solo quelli italiani sono belli e significativi 😉😉

    • Francy Fra 27 aprile, 2017 at 22:27 Rispondi

      Io credo che il fatto che siano semplici e comuni non significa che siano banali….a volte la bellezza sta proprio nella semplicità.
      A me non piacciono i nomi stranieri ma come dici tu ovviamente sono gusti personali….anche i nomi italiani comunque hanno il loro significato e sarebbe molto bello se imparassimo prima a conoscere la nostra lingua,la nostra storia e le nostre origini….A proposito si scrive “mio figlio lo ho chiamato….non” lo chiamato”

    • Elena Morra 28 aprile, 2017 at 09:37 Rispondi

      Francy Fra ERRORE DI BATTITURA si chiama.
      Comunque, il fatto che io preferisca una cultura straniera significa automaticamente che non conosca quella italiana? 😑😑 Suvvia, non creare polemiche sui GUSTI ALTRUI. 😄😄
      Io potrei ribattere dicendoti che aprire la mente verso nuovi orizzonti non sarebbe poi così tanto male.

    • Francy Fra 28 aprile, 2017 at 22:12 Rispondi

      So bene che William è la versione inglese di Guglielmo…non mi piace né in italiano né tanto meno nella versione inglese.Elena Morra….io posso anche aprire la mente verso nuovi orizzonti ma preferisco mogli e buoi dei paesi tuoi e custodire e conservare le mie origini e le tradizioni del mio paese…anche perché pur conoscendo diverse altre culture e paesi preferisco sempre il mio….poi il mondo è bello perché vario e ognuno faccia ciò che vuole rispettando sempre gli altri e non imponendo le proprie scelte e giustamente scelga il nome che vuole per i propri figli😊.Buona vita a te e al tuo piccolo😊

  5. Vanessa Arena 27 aprile, 2017 at 20:38 Rispondi

    Io penso che il mondo non ha confini! I nostri figli viaggeranno, faranno esperienze all’estero, conosceranno tante persone di culture diverse. Dategli nomi di cui non debbano vergognarsi!! Oppure dalla pronuncia del c. a cui dare spiegazioni! Meglio ancora stranieri però scritti male!!

  6. Gemma Glorioso 27 aprile, 2017 at 21:15 Rispondi

    L’unica cosa veramente bella che abbiamo in Italia é la nostra lingua e tutto ciò che ne deriva – nomi inclusi. E guarda un po’, siamo l’unica popolazione per niente attaccata alle proprie origini. Chissà che fascino hanno i nomi stranieri per certuni! E poi spesso le nonne non riescono nemmeno a pronunciarli correttamente… per mia figlia ho scelto Lucrezia Sofia. Classici e “vecchi”.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.