Sai perché tuo figlio non dorme?

bambini non dormono

Anche i tuoi figli fanno i capricci per andare a letto, faticano ad addormentarsi e, nel cuore della notte, si svegliano e sono iperattivi? Se ti stai chiedendo perché tuo figlio non dorme, inizia ad esaminare i tuoi comportamenti.

È ora della nanna: 3 errori che tutti commettiamo

La causa della fatica ad addormentarsi dei nostri figli potrebbero essere questi 3 errori che noi genitori facciamo spesso e che inibiscono il corretto riposo nei nostri bambini. Quali sono?

1. Non siamo costanti

I bambini si sentono rassicurati quando riconoscono meccanismi che si ripetono sempre uguali: per questo amano guardare lo stesso cartone animato a ripetizione e ti chiedono di raccontargli sempre lo stesso aneddoto. Cosa centra questo con il sonno? Se tuo figlio non dorme, forse, è perché in casa non c’è una routine precisa prima di andare a dormire, composta da attività in sequenza, come cena alla stessa ora, pigiama e dentini, favola a letto e poi nanna.

Per aiutarli a rilassarsi, un’ora prima di andare a letto iniziate a creare la giusta atmosfera, abbassando le luci e riducendo il volume della tv: in questo modo state comunicando che il momento della nanna si sta avvicinando.

2. I bimbi non si sfogano di giorno

Se tu ti senti stanca anche dopo la spesa al super, sappi che i bambini hanno bisogno di molti più stimoli per consumare le riserve di energia. Come possiamo pretendere che i piccoli abbiano sonno, se durante il giorno sono chiusi in casa?

Anche in inverno, favorite il gioco all’aria aperta ed esponete i bambini alla luce diretta del sole: un elemento importante per regolare il ciclo sonno-veglia.

3. Quando le coccole diventano un vizio

Come ti sentiresti se ad ogni tuo errore qualcuno ti accarezzasse e ti porgesse un dolcetto? Probabilmente saresti motivata a farlo ancora. Ecco perché tuo figlio non dorme e si sveglia durante la notte: i genitori, con i loro modi eccessivamente dolci, li incoraggiano a stare svegli, per godere dei vizi di mamma e papà.

Come comportarsi? Niente lunghe coccole o eccessi di consolazione: un abbraccio veloce è sufficiente per fargli capire che ci siete e che rimarrete al suo fianco finché non si riaddormenterà.

11 comments

  1. Nadia Cappiello 20 novembre, 2017 at 21:42 Rispondi

    Peccato che se il genitore lavora e fa i turni è un po dura….e poi nn so voi ma x me le coccole nn sono mai abbastanza…che vuol dire un eccesso di coccole???abbraccio veloce???sarà ma a sto punto preferisco che si sveglino di notte 😂😂😂

  2. Rita Rega 21 novembre, 2017 at 17:53 Rispondi

    Condivido in pieno e mi rispecchio nei primi due punti…Boccio il terzo affermando che proprio grazie alle mie coccole prima della ninna si addormentano (senza svegliarsi) in un batter d’occhio! Io la sera resto con loro in camera, letto a castello la grande sopra io e il piccolo sotto , 10 minuti di coccole, risate e si dorme profondamente…Io naturalmente dopo vado nella mia camera!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.