Rientra al lavoro a 3 mesi dal parto: "Lo faccio per me"

jess-bovery-lavoro

La blogger Jess Bovey ha deciso di ricominciare a lavorare a soli tre mesi dal parto.

Agli occhi di numerose colleghe neomamme una scelta siffatta può apparire quanto meno discutibile, ma, evidentemente, la Bovey senza la propria professione si sentiva una donna a metà. Del resto lo si evince chiaramente dalle sue parole: “Non ho scelto di tornare al lavoro per motivi economici, ho scelto di tornare per me, per poter garantire un futuro migliore a mio figlio. Ho sofferto di depressione post partum e stare a casa mi ha solo peggiorato dal punto di vista emotivo e fisico”.

La maternità, in effetti, non dovrebbe annullare gli altri aspetti della vita di una donna, riducendola a una sorta di chioccia/casalinga a tempo pieno. Pur amando i propri figli e pur volendo essere delle buone madri, in altri termini, non è assolutamente necessario rinunciare a se stesse, mortificare i propri sogni professionali o smettere di prendersi cura di sé.

D’altra parte è pur vero che ogni individuo è diverso dall'altro e se esistono mamme che si sentono appagate vivendo esclusivamente in funzione dei figli, ve ne sono altre che per dare il meglio di sé necessitano di andare oltre la propria maternità.  

82 comments

  1. Rossana Coppola 5 aprile, 2016 at 19:56 Rispondi

    <3 <3 Durante la gravidanza sono ingrassata di 20 chili ma grazie ad una dieta sono riuscita a perdere 12 chili in 31 giorni. Ti starai chiedendo come abbia fatto?Ho usato il prodotto/dieta che consigliava in tv il Dietologo Nicola Selvaggi. Questa dieta viene usata anche da diversi personaggi dello spettacolo della tv Italiana.Anche il mio compagno ha iniziato la mia stessa dieta da circa 15 giorni ed ha già perso ben 7 chili.I prodotti di questa dieta sono del tutto naturali, quindi oltre a poterla farla tutti non esistono controindicazioni.Nella mia vita ho usato diverse diete, molte con scarsi risultati. Questa ha realmente funzionato facendomi ritornare il sorriso.Questa dieta potete acquistarla solo tramite questo [Negozio-online]direttamente da questo link: l2l.it/ParaFarmacia15 <3 <3 Pagherete solo dopo aver ricevuto a casa la dieta, direttamente al [postino o corriere]La spedizione è gratuita. E se in 30 giorni non perdete almeno 10 chili avete diritto alla restituzione dei soldi spesi.L'estate è ormai vicinissima, la prova costume anche, non farti cogliere impreparato/a,Ora non hai realmente più scuse per non metterti a dieta!! ;) ;)

  2. Ambra Lepre 5 aprile, 2016 at 20:02 Rispondi

    Io penso sia un trauma lasciare un bambino di 3 mesi senza il contatto materno tutto il giorno . Io penso che almeno fino a un anno debbano stare con le mamme e poi staccarli piano piano .

  3. Raffa Cica 5 aprile, 2016 at 20:15 Rispondi

    Io sono tornata ieri e mia figlia ha 4 mesi e mezzo.è una scelta che ho fatto perché sono sicura che non trascurando quello che facevo prima della maternità renderà il mio rapporto con mia figlia più sano e lei sicuramente più serena.

  4. Valentina Giomi 5 aprile, 2016 at 20:27 Rispondi

    Io con il primo bimbo sono tornata che aveva sei mesi e adesso con il secondo bimbo rientrerò che avrà 5 mesi.. Non solo per un fattore economico ma soprattutto per me stessa.. Mamma felice bimbo felice 😍

  5. Vale Ardenghi 5 aprile, 2016 at 20:32 Rispondi

    Rientrata con entrambe dopo 15 gg xchè autonoma e sino stata contenta xchè la ripresa(da entrambi cesarei) è stata veloce. Questa fa notizia perchè è famosa, vorrei sentire quante sono dovute tornare dopo 3 mesi xchè rischiavano il licenziamento

  6. Ema Mejdani 5 aprile, 2016 at 21:29 Rispondi

    Come nn vedi il problema? E il tuo bimbo che ha bisogno di sentire il tuo calore, il tuo amore, Per nn prendere in considerazione il fatto dell’ allattamento. Se per 9 mesi siete stati una cosa cosa, dobbiamo dare il tempo a queste creature di staccarsi piano piano! Ti parla una che ha iniziato a lavorare da un mesetto e la mia piccola ha 16 mesi, nn ti dico quante paranoie mi fo! E per fortuna faccio un part time!

  7. Marilena Zappalà 5 aprile, 2016 at 21:48 Rispondi

    Capisco chi sia costretta, ma addirittura scegliere di tornare a lavorare così presto potendo stare di più con i neonati …..😨😨😨. Strana cosa a volte la maternità, troppo soggettiva.

    • Valentina Giomi 5 aprile, 2016 at 21:57 Rispondi

      Io ho scelto di tornare prima.. Si X me stessa.. Stare con i miei figli è meraviglioso ma ho bisogno di riprendere in mano la mia vita.. Con il primo sono tornata a lavoro quando lui aveva sei mesi ed io sono rinata .. Lui è un bimbo felice perché vede la sua mamma felice.. Farò così anche X il mio secondo bimbo che adesso ha tre mesi.. Rientrerò a giugno e ci sarà una baby sitter X due mesi poi da settembre nido..

  8. Gemma Cappelli 5 aprile, 2016 at 22:07 Rispondi

    Io sono rientrata che la bambina non aveva neanche compiuto un mese….ho lavorato fino a 1 settimana dal parto…”costretta” dalle leggi e dal sistema italiano perché avendo un negozio per conto mio non mi sono potuta permettere di stare a casa più di un mese….l’ho voluto scrivere non perché mi senta un’eroina ma per far capire che chi lavora da se non è tutelato in niente e NON PUÒ fare come gli pare…

    • Ema Mejdani 5 aprile, 2016 at 22:27 Rispondi

      Ma guarda ti dirò che qui in Italia funzionale male tutto, la mia bimba e’ nata a novembre 2014, e gia’ nn mi spettava il bonus di 80€ che e’ entrato in vigore nel 2015; poi leggevo di incentivi alle mamme per tornare a lavoro prima, nn rientravo nemmeno li, dato che nn avevo un lavoro, poi sento parlare di un bonus per le mamme lavoratrici (categoria di cui son diventata parte da 1 mese) dico bene vediamo se un aiutino mi spetta, vado a leggere ed e’ dedicato alle mamme libere professioniste, imprenditrici, 😯😯 allora proprio nn e’ detto!! Quindi siamo davvero poco poco tutelate!!

    • Cristina Campanale 6 aprile, 2016 at 08:39 Rispondi

      Concordo per non parlare degli assegni familiari …a parità di reddito una famiglia fatta da padre e madre dipendenti li percepisce mentre una famiglia in cui uno dei due non è dipendente e l’atro non arriva al 60% del reddito familiare non li prende. E poi vogliamo parlare della maternità facoltativa ? Io come iscritta alla gestione separata ne potevo usufruire fino a un anno del bambino mentre un dipendente fino a 8 anni. E vogliamo anche parlare de contributo per il nido ? Solo per nidi convenzionati, ovviamente per noi il più vicino è a 40 km. Inoltre la maggior parte dei nidi prendono i bambini dai 12 mesi, se a tre mesi devi tornare a lavoro come fai? C’è un buco non indifferente …io sono rientra rata subito e finché non ho potuto mandare il bimbo al nido è stato un gran casino Potrei continuare la lista

  9. Daniela Cristea 5 aprile, 2016 at 23:00 Rispondi

    Dipendente panetteria,ex dipendente, rientrata che il bimbo aveva 3 mesi…mai più lo rifarei
    Non fatelo! !!le legi in Italia devono cambiare altrimenti i figli li faranno i nonni mentre si godono la pensione

  10. Simona Cassano 5 aprile, 2016 at 23:30 Rispondi

    Per i contratti a progetto o l’abito o non mangi . Io ho lavorato fino a 3 gg prima del parto e sono rientrata ad un mese del bambino . Credo che ormai sia più frequente di quanto pensiamo .

  11. Viviana Formichella 6 aprile, 2016 at 00:00 Rispondi

    Io dopo 15 gg..che poi all’inizio dormono e mangiano quindi se ti organizzi con l’allattamento non e’ tutto sto problema perche’ loro non sentono ancora il senso dell’abbandono! Secondo me e’ peggio dopo il 6 mese che ci riconoscono a pieno

  12. Esmeralda Casadio 6 aprile, 2016 at 10:08 Rispondi

    Anche io come altre mamme sono dovuta rientrare presto al lavoro.
    Insieme a mio marito abbiamo un attività .
    Ho lavorato fino al giorno prima del parto e sono rientrata dopo 2 giorni dal parto non per piacere ma per necessità’. Non sono riuscita a godermi a pieno la maternità rientrando subito ma se le leggi italiane non cambiano altre come me da fanno fare lo stesso.
    In questo caso non siamo tutelate in nulla come in altri casi!

  13. Marianna del Rosso 6 aprile, 2016 at 11:32 Rispondi

    Della prima sono rientrata quando aveva 10 mesi. Invece del secondo Nn sono rientrata più anzi ho dovuto licenziarmi xke i nuovi titolari Nn mi pagavano la maternità… Ora mi godo la disoccupazione ma il lavoro part time K facevo mi piaceva almeno fino a che c era un ritorno economico!!!

  14. Cristina Di Pinto 6 aprile, 2016 at 14:06 Rispondi

    Anche io tornata a lavoro dopo neanche un mese perché avendo un’attività si è abbastanza costretti.. Si fa quel che si può, se si vogliono dei figli ci tocca fare anche sacrifici! Tanta stima per tutte le mamme come me tornata a lavorare prima del dovuto!

  15. Ilaria Terragni 6 aprile, 2016 at 14:11 Rispondi

    io sono rientrata che mia figlia aveva 3 mesi esatti, perchè il mio capo di allora mi disse che se volevo tenermi il lavoro sarei dovuta rientrare appena scadeva la maternità obbligatoria

  16. Veronica Gismondi 6 aprile, 2016 at 16:05 Rispondi

    Ho smesso di lavorare il giorno prima, erano iniziate le contrazioni, e rientrata dopo esattamente 30 giorni dopo un cesareo d’urgenza! Sono una lavoratrice autonoma, madre single, ed è già molto che abbia preso una miseria di maternità obbligatoria…la facoltativa, bonus asilo/babysitter, e incentivi e aiuti vari me li posso scordare…come del resto tutte le mamme nella mia condizione…viviamo in un paese che non concepisce il binomio mamma-lavoratrice, e con lavoratrice intendo anche tutte le mamme casalinghe che hanno un lavoro a tempo pieno come noi! Siamo indietro rispetto ad altri paesi europei…e questo spiega perché gli italiani si concedano sempre meno “il lusso” di costruire una famiglia…dovrebbe essere un diritto non un privilegio per pochi!!!

  17. Laura Ferri 6 aprile, 2016 at 17:53 Rispondi

    Io sono tornata dopo 3 ,mesi dopo il parto… per dargli una sicurezza economica… Anche questo è amore… ora la mia bimba ha sette anni e ci amiamo oltre l’infinito…

  18. Elena Combi 6 aprile, 2016 at 18:55 Rispondi

    Io tra matern. Facolt, e aspettativa ormai sono 2 anni a casa…tanti sacrifici ma ho voluto stare proprio con la mia bimba… il lavoro non mi manca, prima o poi rientreró!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.