Rischia di soffocare durante l'intervallo: salvato dalle maestre

rischia-di-soffocare-durante-lintervallo-salvato-dalle-maestre

Un lieto fine ha concluso una vicenda che rischiava di trasformarsi in tragedia. Siamo ad Augusta, in provincia di Siracusa, dove un bimbo del plesso Saline (facente parte dell'Istituto Comprensivo Salvatore Todaro) ha rischiato di soffocare mentre mangiava la sua merenda durante l'intervallo. Il tempestivo intervento di due maestre ha evitato un drammatico epilogo.

Disgrazia sfiorata

Giovedì 11 novembre, un normale giorno di scuola; al momento della ricreazione un alunno di quarta elementare sta mangiando delle zeppole preparate in casa, secondo la tradizione, in occasione della festa di San Martino. Ad un tratto un pezzo di cibo, probabilmente troppo grande, rimane incastrato ostruendo le vie respiratorie; il bambino si porta le mani al collo mentre, senza fiato, comincia a diventare cianotico.

Le maestre presenti in quel momento capiscono subito la gravità di ciò che sta accadendo e, senza perdere tempo, agiscono prontamente. Gli effettuano, alternatamente, la manovra di Heimlich, la pratica di primo soccorso utilizzata per liberare le vie aeree da un'ostruzione, nel frattempo viene sollecitato l'intervento del 118.

Inizialmente la tecnica non sortisce i risultati sperati e il piccolo perde conoscenza poi, dopo un ulteriore tentativo, riesce ad espellere il boccone e a riprendere i sensi. All'arrivo dell'ambulanza, i sanitari gli prestano le cure del caso e, verificando lo stato di salute del bimbo, non reputano di doverlo trasportare in ospedale.

Il video della settimana

Tutto è bene quel che finisce bene

Il pronto intervento delle due docenti ha suscitato la commozione collettiva. A ringraziare sentitamente la insegnanti, oltre che i genitori sopraggiunti in comprensibile stato d'ansia, anche la dirigente dell'istituto Rita Spada, che ha evidenziato come il perfetto tempismo abbia scongiurato il peggio.

Ancora una volta si rimarca l'enorme importanza e la necessità della partecipazione ai corsi di primo soccorso di tutto il personale scolastico, per evitare che episodi simili si ripetano con esiti ben più drammatici.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.