Si è spento il piccolo Marco campione di minimoto: donati gli organi

marco-scaravelli-incidente-minimoto2

Non ce l’ha fatta Marco Scavarelli, e la sua brevissima vita si è spenta ad appena 6 anni.

Un incidente terribile

Il 10 luglio il piccolo Marco era rimasto vittima di un grave incidente durante una corsa con la minimoto nel circuito Racing Park di Viadana nel mantovano. Nel momento di riportare la minimoto ai box, invece di recarvela spenta come faceva di solito, il papà l’ha riaccesa, e il piccolo si è trovato in balia del mezzo, che l’ha fatto schiantare a 60 chilometri orari contro un cancello.

I soccorsi sono arrivati subito, ma per Marco la lotta per la vita è sembrata subito disperata.

marco-scaravelli-incidente-minimoto3

Grazie a Marco vivranno 5 bambini

Ora i genitori hanno deciso l’espianto degli organi, e grazie a Marco 5 bambini continueranno a vivere.

"Era un bambino generoso", dice il padre, "sempre preoccupato per gli altri". Ora grazie a questo ultimo gesto altri piccoli avranno la speranza di continuare quella vita che a Marco è stata negata.

Please follow and like us:

118 comments

  1. Maria Giuseppa 18 Luglio, 2016 at 20:10 Rispondi

    Non si può far fare uno sport del genere a un bimbo così piccolo, che sicuramente ha iniziato minimo un anno fa. Provo molto dolore per la morte del bimbo, e molta rabbia perché c’è un limite a tutto.

    • Martina Sarnelli 18 Luglio, 2016 at 20:57 Rispondi

      Nn si puó far fare ad un bambino così piccolo questo tipo di “sport” i bambini devono fare i bambini e i genitori devono comportarsi da tale,sinceramente a me dispiace solo per quel povero bambino che per colpa loro non ha conosciuto la vita..

      • Luigi Di MArio 19 Novembre, 2016 at 06:50

        Si parla senza sapere nulla, senza sapere che le casistiche di incidenti in minimoto per i bimbi non esistono in quanto non ci sono incidenti, senza sapere che il bimbo partecipava ad un corso organizzato da istruttori qualificati.
        Ci si arroga il diritto di giudicare gli altri di dare la colpa a dei genitori distrutti senza un minimo di umanità.
        Questo fa veramente schifo e chi lo fa si qualifica da solo.

  2. Marta Mutti 18 Luglio, 2016 at 20:36 Rispondi

    In questo caso l’unica vita che si poteva salvare era la sua, evitando questo sport maledetto! Mio marito per colpa di una moto da due anni zoppica dopo aver subito due interventi all’anca!

  3. Barbara Marchitelli 18 Luglio, 2016 at 20:39 Rispondi

    Premetto che siamo d’accordo tutti sul fatto che sia uno sport non adatto ai bambini,e non mi sognerei mai di proporlo a mio figlio.ma per ora ció che é importante é pensare alla sofferenza di questi genitori,che in qualsiasi modo sia successo hanno perso il loro cucciolo

  4. Miriam 18 Luglio, 2016 at 21:18 Rispondi

    Genitori senza alcun senso di genitorialità… Non hanno saputo proteggere la persona più importante della loro vita. Lo hanno fatto morire per un loro vezzo, dovrebbero finire in carcere per sempre. I figli sono sacri e vanno protetti… povero cucciolo 😔

  5. Angelica Carpanese 18 Luglio, 2016 at 21:32 Rispondi

    Non è che ha deciso di donare.. poverino lui è morto e di conseguenza è stato possibile aiutare altre vite…ma far fare a dei bimbi sport cosi pericolosi è da criminali. Percio i suoi genitori meritano di soffrire perché loro hanno impedito a questa creatura di continuare a vivere

  6. Elena De Santi 18 Luglio, 2016 at 21:56 Rispondi

    In molti di questi commenti vedo solo tantissima ignoranza! chiudetevi la bocca e rispettate il dolore di questi genitori che vi assicuro è un dolore atroce. Parlate così perché non sapete e nemmeno immaginate cosa significa perdere un figlio. Se tutto fosse andato bene e fosse diventato il futuro Valentino rossi di certo non là pensereste così. Questi genitori volevano solo far felice suo figlio visto che voleva da grande diventare un campione. Se mia figlia mi dicesse mamma voglio correre in moto tutto quello che posso fare da mamma è sostenerla nelle sue scelte e spiegare a lei quali siano i pro e i contro dello sport … Secondo voi quel piccolo angioletto morto in un campo da calcio è per colpa dei genitori? Purtroppo si muore anche solo attraversando le strisce pedonali o per una caduta in bicicletta e non solo per uno sport considerato pericoloso.
    Seconda cosa questi genitori hanno voluto dare una speranza ad alte cinque bambini e di certo non lo hanno fatto per egoismo anzi pensate se vostro figlio avesse bisogno di un cuore nuovo di un rene o di qualsiasi altro organo cosa fareste? Non pensate alla speranza di salvarlo? Ognuno si faccia le proprie domande e si dia una risposta.
    Riposa in pace piccolo angelo e veglia sui tuoi genitori.

  7. Erica Zerbini 18 Luglio, 2016 at 21:59 Rispondi

    Io eviterei le offese ai genitori… Valentino Rossi come pensate sia diventato quello che è? ? Anni fa un bimbo mori durante una partita di calcio battendo la testa…non è lo sport in se..purtroppo è successo..e le circostanze rendono ancora più tutto doloroso. Non credo questa famiglia ne uscirà integra..tutt altro. Le offese non si possono sentire.

  8. Emanuela Starna 18 Luglio, 2016 at 22:05 Rispondi

    Il problema è che il padre, e lo ha dichiarato, ha riacceso la moto al piccolo, in un tratto che andava fatto a motore spento, cogliendolo di sorpresa e per finire a schiantarsi contro un muro e morire dopo 6 giorni di agonia.
    Non c’entra niente se fosse diventato il futuro Valentino Rossi.
    Per un errore enorme del padre, quel povero angelo se ne è andato. Rispetto si, per il bimbo e la mamma,e i famigliari ma sicuramente non per il padre

  9. Roberta Isidoro 18 Luglio, 2016 at 22:32 Rispondi

    Ancora con sto caxxo di Valentino Rossi?!
    Ma credete che tutti i bambini siano come lui?
    30 anni fa le mini moto non erano come queste di adesso, seconda cosa non ha iniziato a 6 anni e terza cosa, non è che tutti i bambini muoiano se vanno in moto, ma sicuramente lì si espone ad un pericolo grandissimo!
    Adesso vorrei vedere se questo padre e questa madre con il senno di poi rifarebbero quello che hanno fatto mettendo a repentaglio la vita del loro bambino!
    Il piccolo rimarrà dentro una bara per sempre, porca miseria!

  10. Giusi Callivà 18 Luglio, 2016 at 22:42 Rispondi

    Gente e tutto destino mio nipote e morto giocando a fare Spider-Man avrebbe oggi quasi 6 anni se il diavolo gira intorno alle meraviglie della vita i bambini succede ciò ma dio li ha con lui come angeli

  11. Sulpizio Arianna 18 Luglio, 2016 at 22:52 Rispondi

    non è il tipo di sport che si pratica a dover condannare…bensi il fatto di farli praticare xforza uno sport a questa tenera età…anch’io ho un bimbo di 6 anni e mezzo e da circa 2 mesi si è appassionato di fare golf….ha provato questa esperienza ma ora dice di volersi riposare io spero soltanto …che xora si dedichi solo ad imparare a studiare, leggere,scrivere e poi piano piano coltivare una passione…poi il destino fa la sua corsa..

  12. Tiziana Vettorato 18 Luglio, 2016 at 22:52 Rispondi

    In questo momento non si fanno sentenze … Cerchiamo di partecipare religiosamente al dolore di mamma e papà. Pensiamo al dolore che questo padre dovrà elaborate, forse una vita non le basterà, condividere il quotidiano con la moglie e pensare che mai le perdonerà la perdita del figlio!

  13. Vanessa Di Cagno 18 Luglio, 2016 at 23:03 Rispondi

    Io non ho parole come si fa a mettere in mano ad un bambino in mano moto credo che sia un voler condannare a morte il proprio bimbo io questi genitori li prenderei a calci nel sedere a 6 anni e mezzo non hai la capacità di farlo, altro che giudicare!!!! Imbarazzante! Piccolo angelo ti stringo forte

  14. Claudio Braccioni 18 Luglio, 2016 at 23:14 Rispondi

    Il 90% dei commenti idioti che ho letto sono fatti da persone che non sanno nulla di questo sport! Date aria alla bocca sparando sentenze convinti/e di essere voi i detentori della verità suprema!
    Avete per caso visto la faccia di tutti i bambini che corrono in minimoto? Sono tristi x essere obbligati a quel supplizio?
    Questi bambini un giorno molto probabilmente andranno in moto per strada, non pensate che forse un ragazzo che sa guidare avrà qualche possibilità in più di evitare incidenti? Quanti ragazzi muoiono, in strada, per troppa inesperienza? Quanti muoiono per strada perché non hanno ricevuto l’educazione che strada e pista sono cose diverse?… Ah sì le moto andrebbero abolite!… Però cavolo quanti ragazzi che muoiono anche in auto, aboliamo pure quelle!!!
    Quel papà ha fatto un gesto che, anche se proibito in quel punto, si fa molto spesso e non per questo le moto partono a razzo, lì qualcosa è andato storto e la fatalità ha fatto il resto!

  15. Viviana Tiralongo 18 Luglio, 2016 at 23:30 Rispondi

    L’eterno riposo dona loro signore e splenda adesso la luce perpetua riposa in pace amen 💖 💖 💖 ciao piccolino e spero che il buon Dio dia la forza alla tua famiglia di andare avanti 😢

  16. Stefaniia Semilia 18 Luglio, 2016 at 23:34 Rispondi

    Sentite condoglianze ma state zitto invece d giudicare a volte noi genitori per far felici i nostri figli facciamo d tutto…I figli non t ascoltano e t convincono .non c’entra nessuno è il destino crudele….

  17. Michela Bertoletti 18 Luglio, 2016 at 23:50 Rispondi

    Sicuramente sono brutte cose da accettare….ma neanche certi commenti si potrebbero evitare sul Padre….Riposa in pace piccolo motociclista…..continua a correre e saltare da lassù….. 😇🚴⛅

  18. Stella Altomare 19 Luglio, 2016 at 00:21 Rispondi

    Io ho un bimbo di 6 anni….proprio come questo angioletto….il mio adesso ha cominciato ad andare in bici….e non è ancora molto stabile…figurati con una moto mai mi sognerei di farli fare uno sport così pericoloso….riposa in pace piccolino

  19. Anniko Chan 19 Luglio, 2016 at 08:47 Rispondi

    Il padre non si perdonerà mai l’errore grave che ha fatto e vivrà per sempre con il rimorso…. Non c’è bisogno che lo offendiate…
    Tutti finti moralisti qui e magari lasciate andare i figli in mare da soli senza controllarli o in bicicletta senza mani o in macchina nel sedile davanti senza cintura…. Ricordatevi che un incidente può succedere anche solo stando in casa…. Non condannate lo sport che il bambino amava fare!!!

  20. Rosy Di Mauro 19 Luglio, 2016 at 10:46 Rispondi

    Certo c e ne sarebbero bambini come Marco che gli succede tragedia e da gli organi giusto . E giusto dare la vita a qualcuno se c e morte celebrale .comunque non so che dire e stato destino di questo bambino.

  21. Rosy Di Mauro 19 Luglio, 2016 at 10:49 Rispondi

    Comunque tutte chiacchiere volete che i vostri figli diventano come Valentino Rossi da piccoli s incomicia e passione. Comunque ha fatto felice chi cercava disperatamente gli organi

  22. Laura Conte 19 Luglio, 2016 at 15:00 Rispondi

    Io non vorrei che mio figlio diventasse come Valentino Rossi, io vorrei che fosse vivo e felice anche senza praticare sport pericolosi.Tutti i giorni si puo’ morire ma perche’ aiutare il destino in questo modo? Povero bambino, doveva avere vicino qualcuno che lo facesse crescere al sicuro. Mi dispiace per i genitori, un dolore cosi’ non si dimentica mai, spero solo che se avranno altri figli non li inizieranno a una cosa cosi’ pericolosa.

  23. Luisa Nobile 19 Luglio, 2016 at 17:36 Rispondi

    La colpa è del destino e se il destino voleva che morisse in un incidente a 6 anni, almeno lo ha fatto mentre stava vivendo quel sogno. Sa di e a succedere sarebbe successo comunque e pensare alle colpe non lo riporta in vita, né aiuta i suoi genitori a vivere meglio….allora diciamo una preghiera per un giovane angelo che è salito in cielo e 5 per le 5 vite salvate, tanto il resto non cambia….

  24. mariarominavalente 19 Luglio, 2016 at 19:47 Rispondi

    Forese evero era un sport pericoloso ma questo nn vuoldire che i genitori abbiano colpa era una sua passione ………xcio x questo nn vuoldire che i genitori nn stanno soffrendo x questo specie il padre che rimara con il suo rimorso di aver provocato la sua morte …….riposa in pace piccolo marco e sepuoi perdona il tuo papa angioletto ….

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.