Un aiuto ai genitori con Coronavirus: a Milano una struttura accoglie i loro bimbi in quarantena

un-aiuto-ai-genitori-con-coronavirus:-a-milano-una-struttura-accoglie-i-loro-bimbi-in-quarantena

A Milano è stata aperta il 28 marzo una struttura destinata ai bambini con genitori ricoverati in ospedale a causa del Coronavirus: l'iniziativa di una cooperativa consente a coloro che non hanno una rete familiare cui essere affidati di non restare soli, trascorrendo le giornate in un ambiente accogliente.

Una struttura per i figli di pazienti Covid-19

Da qualche giorno è operativa a Milano una struttura dedicata ai figli di pazienti ospedalizzati a causa del contagio da Coronavirus: grazie alla cooperativa sociale "La Cordata" tutti i bambini e ragazzi tenuti a rispettare il periodo di quarantena e che non hanno parenti presso cui stare vengono ospitati in una struttura di Via Zumbini approntata ad hoc.

"Zumbimbi è il nome che abbiamo dato a questo progetto" ha spiegato Claudio Bossi, presidente della cooperativa che da 30 anni opera fornendo servizi abitativi e di accompagnamento sociale: nella struttura bambini e ragazzi tra i 6 e i 14 anni (ma sono presenti anche dei maggiorenni) vengono costantemente seguiti da degli educatori e, in remoto, da un gruppo di psicologi volontari.

Tra solidarietà e vita che rinasce

L'edificio, situato nel villaggio Barona del capoluogo meneghino, viene sanificato due volte al giorno e grazie alla collaborazione dell'amministrazione comunale e di Emergency ha fatto partire pure una raccolta fondi: l'obiettivo è dotare i piccoli ospiti di tablet e tutto l'occorrente per restare in contatto coi genitori e continuare a seguire online le lezioni.

"Zumbimbi" al momento annovera 130 posti letto (camere doppie e singole) e differenti formule abitative in base alla durata del soggiorno e degli ospiti, tra cui vi sono anche minori con disabilità e mamme con figli in situazioni di disagio sociale.

Intanto proprio da Milano arriva una notizia che dà speranza a proposito dei genitori contagiati: presso l'ospedale "Vittore Buzzi" sarebbero 40 i bambini nati da mamme positive al Covid-19. Stando a quanto si apprende i bimbi godono di ottima salute anche se, come spiegato dallo stesso ospedale, per gestanti e neo mamme è stato approntato un percorso di cura e assistenza personalizzato in collaborazione con l'Ospedale "Sacco".

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.