5 buone abitudini per aiutare i bambini a crescere bene

crescere-bene

L’infanzia è una dei periodi della vita più bello e spensierato, e, se vissuta bene, getta le fondamenta per crescere bene e in serenità. E allora, lasciamo che i bambini facciano i bambini! I giochi, gli scherzi, i vestiti sporchi e le ginocchia sbucciate, sono tutte perle preziose che non torneranno più man mano che si diventa grandi…

Vero è però che non ci si può opporre al naturale scorrere del tempo e tutte le fasi della vita si evolvono. I bambini diventano adolescenti, ragazzi, adulti. Ognuno occupa il suo posto nel mondo. Vediamo allora, da genitori, cinque piccole buone abitudini per rendere i nostri bambini di oggi degli adulti di domani migliori, responsabili, consapevoli, positivi e altruisti. Perché, in fondo, siamo noi il loro modello di adulti e, quindi, dobbiamo sforzarci di dare loro la nostra immagine migliore!

  1. Basta lamentarsi! Anche se non è facile, e capita che la stanchezza o la rabbia prendano il sopravvento, dobbiamo smetterla di lamentarci di tutto e per tutto davanti ai bambini. Soprattutto, cerchiamo di non far diventare il lamento un’abitudine… se i bambini “fanno le lagne” da qualcuno devono pur aver preso!
  2. Assumiamoci le nostre colpe. Ognuno di noi ha un ruolo nelle relazioni con gli altri e, quindi, cerchiamo di analizzare in maniera razionale la nostra parte di responsabilità. Qual è la risposta tipica dei bambini durante un litigio con gli amici? “Lui/Lei mi ha fatto/mi ha detto…”. Proviamo a chiedere loro “E tu cosa hai fatto? Come ti sei comportato con il tuo amico?”. Impariamo anche noi a riflettere su noi stessi, senza scaricare a priori le colpe sugli altri: solo così potremo insegnarlo anche ai nostri figli.
  3. Troviamo le soluzioni. I problemi ci sono, costantemente. Ogni giorno si presenta un ostacolo da superare. Ma, anziché sottolineare le difficoltà in maniera negativa, proviamo a cercare le soluzioni e gli strumenti per risolverle. Un atteggiamento positivo e propositivo è di gran lunga più utile che continuare a vedere il problema e non fare nulla. Assumersi le responsabilità in prima persona è un atteggiamento pratico che vale più di mille parole agli occhi dei bambini.
  4. Tutti sbagliano. Nessuno è un supereroe, nemmeno mamma e papà. E’ bene che i bambini capiscano che anche i loro genitori possono sbagliare. In questo modo non si faranno idee sbagliate della natura umana e di loro stessi. Capiranno che fare degli errori è possibile, l’importante è accettarlo e superare le frustrazioni. Se si sbaglia, poi, chiediamo scusa. In questo modo i bambini capiranno che chiedere perdono non è un atto di debolezza, ma di grande coraggio e responsabilità.
  5. Siamo coerenti. Dobbiamo fare quello che diciamo. Il buon esempio, infatti, vale più di mille parole. Non possiamo, ad esempio, dire di rispettare la natura, e poi gettare cartacce e rifiuti per terra…che insegnamento daremmo ai nostri bambini?

Lascia un commento