Temperature in aumento? 5 consigli per proteggere i bambini

caldo estivo bambini

Il caldo delle ultime settimane sta mettendo a dura prova grandi e piccini. Le temperature in aumento soffocano la città e per avere un po’ di sollievo si “scappa” in cerca di luoghi più freschi, spesso vicini al mare. Come fare per proteggere i bambini da questa ondata di calore che sta colpendo l’Italia? Ecco qualche consiglio.

 1. Evitare le ore più calde

Come ben sappiamo, c’è una fascia oraria in cui le temperature aumentano e il caldo può diventare insopportabile. Dunque dalle 11 alle 16 sarebbe opportuno non esporli al caldo eccessivo, ma proteggere i bambini in ambienti confortevoli e freschi. Portare i piccoli in spiaggia in questi orari, è fortemente sconsigliato. Sarebbe più opportuno mettersi in viaggio, oppure visitare un altro luogo naturale in orari meno caldi.

 2. Bere molta acqua

Integrare i liquidi persi a causa delle eccessive temperature è indispensabile per evitare di disidratarsi e questo vale soprattutto per i bimbi. Mamma e papà devono fare attenzione e cercare di capire quando il loro bimbo ha bisogno di bere. In questi periodi di caldo esagerato, bere un quantitativo di acqua superiore rispetto alla quotidianità è indispensabile per il normale funzionamento del corpo. Anche consumare determinati cibi come la frutta e la verdura può aiutare a reintegrare i sali minerali persi. Per i neonati è sufficiente il latte materno.

 3. Vestiti chiari e leggeri

Anche il vestiario ha un ruolo importante per lenire il fastidioso caldo di questo periodo. Prediligere dei capi freschi che facilitino la traspirazione come, per esempio, il cotone può essere l’ideale. Anche i colori sono significativi, il bianco e quelli chiari non assorbono i raggi solari e sono sicuramente più adatti rispetto a quelli scuri.

 4. Sì alla crema solare

Bisogna proteggere la pelle dei più piccoli dai raggi UV attraverso delle creme adatte alla loro giovane età. Leggere l’INCI e consultare il pediatra per capire quale prodotto sia più adatto per la loro pelle delicata.

 5. Rinfrescare gli ambienti con moderazione

Anche se il caldo è eccessivo, è indispensabile non esagerare con l’aria condizionata che potrebbe creare dei problemi al piccolo a causare degli sbalzi di temperatura. Prediligere, quindi, dei ventilatori che raffreschino l’ambiente e ricordarsi di non dirigere mai il getto d’aria direttamente sul bambino. Questo vale sia per gli ambienti della casa, sia per l’auto.

Lascia un commento