Discriminazione dei bambini poveri a scuola: a rischio il loro futuro

discriminazione scuola bambini poveri

Save the Children scrive una "Lettera alla scuola", colpevole di aumentare le disuguaglianze dei minori che vivono in povertà e che non riescono ad accedere alle attività extracurriculari come gli altri coetanei.

Lettera alla scuola contro le disuguaglianze

La scuola è il luogo dove il talento dei bambini può emergere e dove si creano relazioni importanti per il futuro. In molti istituti, però, la povertà culturale aumenta giorno dopo giorno, così come aumentano le famiglie che non riescono a sostenere le spese quotidiane per la propria sopravvivenza. Save the Children ha lanciato un allarme sulla situazione del sistema scolastico italiano nel suo "Atlante dell’infanzia a rischio" con una "Lettera alla scuola", dove denuncia le difficoltà dei bambini e dei ragazzi ad emergere per crearsi un futuro migliore.

I bambini più poveri non hanno accesso alla cultura

Nelle scuole le disuguaglianze sociali non dovrebbero influire: invece le difficoltà scolastiche aumentano nelle famiglia che vivono in povertà.

Tanti sono i ragazzi che ripetono l'anno e tanti i bambini, 6 su 10, che non accedono ad attività culturali extra come internet, libri, teatro e sport. L'associazione spera di attirare l'attenzione delle istituzioni su un fenomeno che mette a rischio il futuro di giovani generazioni, partendo da un cambiamento delle politiche scolastiche, che devono puntare a investire nelle zone a rischio. Sono più di un milione i minori in povertà e collaborando tutti assieme possiamo garantire una speranza e un futuro migliore.

Lascia un commento