Via il Fondo di sostegno alla natalità, un aiuto per le famiglie

fondo di sostegno alla natalità

L'arrivo di un bambino comporta delle spese notevoli per la famiglia, ma grazie al Fondo di sostegno alla natalità è possibile avere un prestito dedicato alla crescita del piccolo.

Fondo di sostegno alla natalità: che cos'è?

Un neonato è una benedizione, ma la sua nascita porta con sé una serie di spese importanti per la sua nascita: dalla culla al passeggino per non parlare dei pannolini, del corredino e di tante altri prodotti necessari. Un aiuto concreto arriva dal decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale che da il via al Fondo di sostegno alla natalità. Questa misura economica consente ai neogenitori di accedere ad un prestito con un tetto massimo di 10 mila euro da restituire in 7 anni a tasso fisso.

Chi può accedere al prestito?

Lo Stato si rende garante per questo credito, quindi anche se i genitori non hanno reddito fisso e non hanno altre coperture possono richiedere l'aiuto economico. L'importante è che abbiano avuto o adottato un bambino dal 1 gennaio 2017. I richiedenti, inoltre, devono avere la cittadinanza italiana o dei paesi dell'Unione Europea o essere extracomunitari con permesso di soggiorno. La domanda va fatta per via telematica.

Lascia un commento