Inserimento al nido senza stress: i consigli

inserimento al nido

Settembre è alle porte e il momento dell'inserimento al nido si avvicina.

Una fase complessa per i bambini e per le mamme, che rappresenta il primo grande distacco tra i due. Le reazioni del piccolo, varcando la soglia del nido possono essere le più diverse, e mai prevedibili: dalle corse entusiaste verso i compagni, per giocare, ai pianti disperati agganciati alle gambe delle mamme.

Un modo per rendere il distacco più naturale e meno traumatico c’è: ecco qualche consiglio.

Inserimento al nido: ecco i nostri consigli

1. Non abbiate sensi di colpa per l'inserimento al nido

Il piccolo sente le vostre emozioni: se siete piene di tristezza e sensi di colpa, gli trasmetterete agitazione e stress. Ricordatevi che questo è un passaggio normale e che per lui ha inizio una fase incredibilmente educativa.

2. Prima dell'inserimento al nido alleatevi con le maestre

Avere un buon rapporto con le future maestre del bambino aiuterà voi ad essere più serene ed a chiarire tutti i dubbi, e aiuterà lui nel sentirsi protetto: se la sua mamma si fida di quelle persone, allora lui è al sicuro!

3. Non scappate mentre non vi guarda

Uno degli errori da non fare mai durante l’inserimento al nido è quello di scappare mentre lui è distratto: il rischio è di farlo sentire abbandonato, tradito e di far scattare in lui un profondo senso di insicurezza. Ricordatevi sempre di salutarlo prima di andare via e di lasciarlo con un sorriso molto sereno: se il piccolo dovesse percepire un’ombra inquieta nei vostri occhi, potrebbe pensare di essere in pericolo.

4. Un oggetto caro faciliterà l'inserimento al nido

Per confortarlo un po’ durante i primi giorni di distacco crescente, lasciate al piccolo il suo peluche preferito, il ciuccio o un tessuto con il vostro odore: quando avrà bisogno di coccole saprà dove trovarle.

37 comments

  1. Valentina Mastracco 25 agosto, 2017 at 01:27 Rispondi

    Io non ho sentito lo stacco perché è troppo bello vedere la felicità nei suoi occhi!! gioca con i bimbi socializza invece a casa si annoia troppo e vuole andarci volentieri speriamo sarà così anche con la materna

  2. Lavinia Culcasi 25 agosto, 2017 at 04:50 Rispondi

    Quando ero piccola l’ho vissuto pochissimo tempo ed è stato un incubo… tremendo… a casa ero molto più felice. Purtroppo ricordo alcune cose anche se ero troppo piccola. Io personalmente lo trovo inutile e superfluo 😢
    Ma c’è chi purtroppo non può farne a meno e lo so :(
    La materna forse… va bene…
    Fortunatamente mio figlio non ne ha di bisogno 💙 dopo i tre anni si vedrà!

    • Anousch Merletti 25 agosto, 2017 at 18:26 Rispondi

      Io posso fare a meno di mandare mia figlia al nido….ma come mamma e insegnante ho deciso di mandarla perché sono consapevole di quanto sia importante per lei stare con i bambini. Giocare, divertirsi, confrontarsi e pure litigare…sono tutte esperienze significative e di crescita.per non parlare poi della scuola dell’infanzia che le darà tutti i prerequisiti utili per buon avviamento alla scuola elementare.altro che inutili e superflue!!

Lascia un commento