L'amore dei genitori si imprime nel DNA?

Mens sana in corpore sano!  dicevano gli antichi, e oggi più che mai ci si rende conto di quanto veritiere siano queste parole. Attualmente si è perfettamente consci del fatto che, alla base di molteplici malattie, vi sono condizioni di ansia o stress dell'individuo.

Una famiglia amorevole alle spalle, un padre e una madre che si amano e che proiettano questo amore ai propri figli senza stupidi litigi o scaramucce da cortile, possono davvero fare la differenza nella mente e nel corpo di chi ci sta accanto.

A nessun bambino piace vedere i propri genitori arrabbiarsi, e talvolta tali situazioni possono purtroppo sfociare in gravi turbe psichiche che non sempre il ragazzo riesce a risolvere con le proprie mani.

Un genoma dipendente dell'affetto

Pare assurdo, ma è così: le cure parentali incidono fortemente sul futuro stato di salute del bebè, addirittura potendone modificare il DNA in senso positivo o negativo. Si tratta, ovviamente, di notizie che necessitano ancora di ulteriori ricerche e indagini scientifiche, ma se questo fosse vero, si tratterebbe di un grosso successo per tutti i genitori amorevoli presenti al mondo che, con il proprio affetto, potrebbero esser stati capaci di fortificare la salute del proprio bambino.

Secondo gli studiosi coinvolti in queste scoperte, ragazzi trascurati dai propri genitori avrebbero nel proprio DNA un numero maggiore di geni "ballerini" rispetto a ragazzi cresciuti con affetto e dolcezza. Tali geni sembrano capaci di inserirsi nel genoma delle cellule nervose in punti casuali, spostandosi e duplicandosi, modificandone così lo sviluppo. Tutto ciò è stato poi correlato a una maggiore incidenza di diverse patologie, psichiatriche e non.

Quando l'amore diventa fondamentale nella crescita

Un argomento già abbondantemente trattato dai puericultori e ora supportato anche dalla letteratura medica: senza le coccole dei genitori, il bambino cresce male.

E allora, non ci vuole granché a capirlo. Basta un abbraccio in più, un collante per la famiglia e per la salute.

Lascia un commento