Mamma chiude in auto i figli per punizione

Mamma chiude in auto i figli

Non è stata una distrazione quella di  questa mamma che ha chiuso volontariamente i figli in auto, dove sono deceduti a causa di un colpo di calore.

Chiude in auto i figli: un castigo crudele

Cynthia Marie Randolph ha pensato di dare una lezione ai suoi bambini con una punizione che è costata la vita dei piccoli. Una bimba di 2 anni e suo fratello di 16 mesi stavano giocando in macchina, nel vialetto di casa, quando si sono rifiutati di scendere, per continuare a divertirsi. La mamma, innervositasi per tale comportamento, ha chiuso in auto i figli lasciandoli sotto il sole cocente, a una temperatura di 35,5°. Dopo è tornata in casa, ha fumato della marijuana e si è addormentata.

Mamma arrestata per lesioni gravi

La donna, di una cittadina del Texas, dopo qualche ora è tornata alla sua automobile, quando ha visto che i bambini erano deceduti ha cercato di inscenare un salvataggio improvvisato rompendo i vetri. I suoi alibi e le sue spiegazioni non hanno retto e la 24enne è stata arrestata con l'accusa di lesioni gravi ai danni di minori.

151 comments

  1. Alessia Marino 26 giugno, 2017 at 15:11 Rispondi

    A questa non ci sta l’asctag poteva succedere anche a me come mai ha fatto la stessa cosa di quella mamma qualche settimane fa eppure li tutti a dire povera mamma qui no forse perché l’altra donna a fatto finta di dimenticarsi e allora tutti poverina io invece dire che schifo di esseri sia questa che l’altra da galera entrambe

    • Chiara Micheloni 26 giugno, 2017 at 15:17 Rispondi

      Giusto!! Confermo!!
      Serve lo stesso trattamento per una mamma che a causa di un blackout ha dimenticato il bimbo in macchina e per una mamma che l’ha fatto con cognizione di causa.. pensando “aspetta un po che mentre li lascio nel forno per punizione mi vado anche a fare una canna..”
      Concordo in pieno.. #nessunadifferenza

      Mah..

    • Rita Campanale 26 giugno, 2017 at 15:21 Rispondi

      bravissima. il bello è che hanno il coraggio di appellarsi alla “solidarietà tra mamme” e si schifano pure quando non la pensi come loro. io sinceramente finora non sono ancora a trovare un insulto più offensivo di quelli già noti. se ne sai qualcuno, illuminami per favore… povere creature. ma non esiste la castrazione chimica x certe bestie?

    • Alessia Marino 26 giugno, 2017 at 15:21 Rispondi

      Io sono dell’idea che alla storia del bleckout non credo non è possibile dimenticarsi di una parte fondamentale di noi stessi come i figli poi io non so lei e le altre persone come facciano in macchina io controllo nello specchietto retrovisore circa ogni secondo per controllare il mio bambino come penso sia la normalità di tutti e per me anche l’altra aveva l’intenzione solo che è stata più furba e lo ha fatto passare come blackout

    • Alessia Marino 26 giugno, 2017 at 21:02 Rispondi

      Alessandra Carantoni tutt’altro non sono assolutamente ignorante penso che l’ignoranza è proprio chi come te non riuscendo a rispettare l’altrui opinione si attacchi alla calligrafia tra l’altro lo scrivere senza punteggiatura solo a questo puoi riferirti dato che grammaticalmente parlando è tutto corretto è una mia scelta fatta appositamente se non ti piace il mio commento e il mio pensiero liberissima ma non offendere anche perché io comunque continuo a pensare che sia inconcepibile dimenticarsi per ore ore i figli (la parte più importante di noi) in macchina per cui sono a mio parere allo stesso identico livello

    • Alessia Marino 27 giugno, 2017 at 10:22 Rispondi

      serissima voi piuttosto che difendete queste assassine mi chiedo ma fate seriamente ammesso e non concesso che come dite voi sia un amnesia quella di “dimenticarsi” il bambino io mi domando che mamma non guarda suo figlio dallo specchietto retrovisore in auto? che mamma al semaforo non glia accarezza il piedino? ma soprattutto quale bimbo in macchina non parla non canta e se ne sta zitto zitto sul seggiolino uno magari dormiva ma tutti gli altri stiamo parlando di centinaia di casi negli ultimi anni erano tutti narcotizzati sti monelli suvvia non veniamoci a raccontare le favolette in tutti e ripeto tutti questi casi ci sta la voglia e la consapevolezza di uccidere e sanno anche che la passeranno liscia per questa favoletta dell’amnesia dissociativa gente aprite gli occhi e condannate non giustificate o difendete queste assassine

    • Selena Melloncelli 27 giugno, 2017 at 13:24 Rispondi

      Io,mamma lavoratrice a tempo pieno,tutte le mattine per tre anni ho portato a scuola il bambino nello stesso istituto che si trovava sul tragitto della lavoro e per ben due volte,con il bimbo addormentato sul seggiolino, con la testa ripiena di 1000 pensieri,sono andata dritto e non mi sono fermata all’asilo,convinta invece di averlo fatto. Fortunatamente me ne sono accorta prima di arrivare al lavoro e fortunatamente era inverno e fortunatamente non è successo nulla. Un conto è un black out dissociativo,un conto è chiudere i figli volontariamente in macchina,poi fumarsi una canna,assopirsi ed inscenare un salvataggio…
      Attenzione mamme perfette,che il black out potrebbe capitare anche a voi…vi consiglio,come faccio io ora,di mettere la borsa nel sedile posteriore.

    • Alessia Marino 27 giugno, 2017 at 13:43 Rispondi

      Selena Melloncelli non si tratta di essere mamme perfette ma semplicemente di essere mamma come si fa a dimenticarsi l’ossigeno della mia vita (mio figlio) e invece visto che tu dici di mettere la borsa dietro non dimenticarsi di prendere la borsa è assurdo e io visto l’ashtag lanciato #potevasuccedereancheame ne lancio un altro cioè #maancheno

    • Giovanna Amoroso 27 giugno, 2017 at 14:08 Rispondi

      Alessia Marino se solo ci fosse una spiegazione razionale molte cose e molti disastri verrebbero evitati. Magari sei solo più fortunata a non avere una vita frenetica, a non dover pensare a troppe cose tutte insieme, a non dover affrontare la vita e le difficoltà da sola sopportando alle volte un carico di stress stanchezza o chissà cosa che il cervello va in tilt.
      Quante volte facciamo le cose così meccanicamente che non ci rendiamo conto! Non ti è mai capitato di conservare il sapone dei piatti in frigo, di mettere il latte o l’olio da tutt altra parte? Non ti è mai capitato di condire l’insalata con lo zucchero o di mettere il sale nel caffè??? A me si!!!!Non ti capita mai di non ricordare più con esattezza se il neonato, nelle tante volte che viene cambiato, ha già fatto cacca in quella giornata o meno, se alla poppata precedente ha scolato tutto il biberon o meno? Io nelle prime settimane ero costretta a scrivere tutto tutto tutto.
      Lo so stiamo parlando di figli e da mamma razionale anche io direi ma come è possibile, ma da mamma sopraffatta dalla stanchezza, da mamma presa da chissà quanti pensieri, da mamma che copie gesti in modo automatico e ripetitivo ogni giorno, può succedere!
      Vedo però che partiamo da due premesse totalmente diverse, c’è, chi come te che pensa che siano tutte mamme in cattiva fede e chi invece scinde due diverse situazioni.
      Quindi non può esserci confronto di opinioni tra noi.

    • Alessia Marino 27 giugno, 2017 at 14:19 Rispondi

      premettendo che non ci conosciamo e non sai come è la mia vita ti dico solo che le mie giornate non sono frenetiche ma qualcosa di più e i problemi che ho e ho avuto io penso che non li augurerei neanche al mio peggior nemico a parte questo come si può paragonare un bambino al sapone nel frigo o al sale nel caffè? ma a che punto siamo arrivati? scordarsi se il bimbo ha fatto la cacca è un conto scordarsi il bimbo SOLO IN ESTATE in macchina a morire di caldo e asfisia è un altro e in più me tocca sentire metti la borsa dietro cosi prendendo la borsa ti ricordi di tuo figlio ma vi rendete conto cosa cavolo state dicendo non vi dimenticate la borsa in macchina ma il bambino si? vi rendete conto dell’assurdità e soprattutto dello schifo che fa questa cosa? siamo mamme non perfette assolutamente vero ma siamo mamme e tra i nostri difetti non può e non deve assolutamente succedere di “dimenticarsi” neanche per un secondo dei nostri figli e soprattutto quando questa “dimenticanza” (diciamo così anche se x me non è così) negli ultimi anni ha causato già più di un centinaio di morti questa cosa non è assolutamente concepibile ne tantomeno tollerabile

  2. Anna Coiro 26 giugno, 2017 at 15:12 Rispondi

    Sei solo una schifosa se ti avrei tra le mie mani non saprei cosa ti farei mi viene solo il nervoso e male al cuore sentire queste cose poveri cuccioli r.i.p che male hanno fatto queste povere creature indifese veramente mi si spezza il cuore

  3. Zineb Ouassidi 26 giugno, 2017 at 15:24 Rispondi

    il pensiero che mi viene sentendo queste notizie è che bisogna sapersi ascoltare e rendersi conto se si è stanche nervose infelici o altro ….e non vergognarsi a chiedere aiuto a amici parenti o chiunque x potersi riprendere.
    Siamo esseri umani e la depressione non è da sottovalutare in ogni forma.
    non posso giudicare questa mamma ed è brutto sentirlo fare da altrettate mamme sapendo l’amore che si prova ad Esserlo e non credo proprio che un gesto cosi crudele derivi da una lucidità .
    Riflettiamo senza manifestare continua ignorza che vedo mamme scchiaffeggiare figli e poi sostenere di essere mamme

    • Norwegian Wood 27 giugno, 2017 at 01:12 Rispondi

      Sono contraria ad ogni forma di violenza e quindi anche agli schiaffi ma insomma, direi che qui c entrano poco, come paragone, questo rifiuto umano ha ammazzato due piccole creature innocenti in un modo atroce e temo anche abbastanza consapevole. Non c è perdono e nemmeno comprensione.

    • Silvia Grace 27 giugno, 2017 at 08:15 Rispondi

      Si certo era depressa come no! E allora ha chiuso i suoi figli in macchina sotto il sole e poi è andata a fumarsi una canna e a fare un riposino.. eh beh.. poi siccome non era lucida quando è tornata alla macchina ha pure rotto il vetro per inscenare una disgrazia! Ma per favore eh!

    • Silvia Grace 27 giugno, 2017 at 09:35 Rispondi

      La notizia parla chiaro mi sembra.. la madre voleva punire la figlia. Li ha chiusi entrambi in auto sotto il sole, è andata a fumare marijuana e poi si è addormentata. Quando si è svegliata ha cercato di inscenare il salvataggio poi durante l’interrogatorio è uscita la verità.. dunque chi fa commenti a caso? Qui non si tratta di depressione, ne di amnesia dissociativa, qui c’è solo una bestia che ha ucciso volontariamente due creature innocenti, punto. E a mio parere davanti a queste atrocità ci sarebbe ben poco da parlare e capire, questa è cattiveria pura.

  4. Laura Barbato 26 giugno, 2017 at 15:24 Rispondi

    Nn ho nessuna pietà…. x tutti coloro ke fanno questa mostruosità con i bambini … drogatevi meno e amate di più… bruciati vivi dovete essere!!!! Gesù nn dare bambini a queste persone… dona questo miracolo a li davvero ci crede e merita… signore mio aiutaci tu…

  5. Paola Mannini 26 giugno, 2017 at 16:21 Rispondi

    Bo! Secondo me nn esiste una giusta punizione per questi soggetti malati. Già a una mamma che si droga dovrebbero togliergli i figli. Io per punizione gli farei la stessa identica cosa.

  6. Francesca Karol Abbate 26 giugno, 2017 at 18:03 Rispondi

    Poveri cuccioli che meraviglia che erano..non meritano di morire così dei bambini innocenti x i nostri esaurimenti o dimenticanze cerchiamo di essere più calmi e svegli non possono patire sempre loro x gli errori degli adulti …loro sono il nostro futuro e lo stiamo distruggendo!!

  7. Dana Carmen 27 giugno, 2017 at 00:50 Rispondi

    Mah…questa cosa diventa sempre più frequente…l’auto! La gente è davvero cattiva! Queste persone sono solo cattive! Rinchiuse per sempre, buttare la chiave! 😡😡😡😡😡

  8. Elena Minà 27 giugno, 2017 at 12:49 Rispondi

    No quale linguaggio scurrile la mia opinione è la stessa sofferenza che anno avuto i bambini perché questa non è stata una dimenticanza che poi non è una cosa accettabile e stata una cosa fatta con sapevolezza non si puniscono così i bambini ? E non vado avanti ????

  9. Aurora Salvaggio 27 giugno, 2017 at 15:35 Rispondi

    Allora premetto che chiamando madre offende il nostro genere di amare veramente i figli mi verrebbe di dire solo una cosa ma non la dico per educazione spero vivamente che il tempo le riserva la peggio morte che possa esistere indegna.

Lascia un commento