Il primo pacemaker fetale impiantato durante la gravidanza

pacemaker fetale

Bisognerà aspettare poco per conoscere una delle ultime novità in campo medico dedicata ai feti su cui in gravidanza si riscontrano problemi di cuore. I ricercatori sono all’opera per la prima sperimentazione sull’uomo di un pacemaker fetale. Verrà impiantato in gravidanza se si riscontrano problemi di aritmia.

Il primo pacemaker fetale: il progetto

Il progetto fa capo alla University of Southern California e la notizia è stata pubblicata sulla rivista Ieee Transactions on Biomedical Circuits. Si tratterà di un dispositivo di pochi millimetri che potrà curare i feti affetti da problemi cardiaci, che hanno il battito del cuore rallentato e su cui già dalla 28esima settimana di gravidanza è possibile intervenire.

Pacemaker fetale: si aspetta il primo paziente

Con una tecnica non invasiva, il pacemaker fetale è stato già testato su animali, un campione di pecore, e ha ricevuto il benestare del FDA per l’utilizzo su persone.  Ora manca solo il primo paziente e se tutto va come sperano i ricercatori, la medicina porterà a casa una nuova grande vittoria. 

Lascia un commento