Sos nanna! Creiamo piccoli rituali per aiutare il sonno del bebè

Cosa fare per non mettere a repentaglio il sistema nervoso della neomamma e, di conseguenza, la serenità di tutta la famiglia? Se si parla di sonno e neonati la prima cosa importante è non perdere la calma.

Per facilitare l'atteggiamento zen, è bene ritagliarsi qualche momento di solitudine e concedersi alcuni piccoli piaceri quotidiani (doccia, manicure, colazione con calma, telefonata all'amica). Inoltre, sarebbe opportuno rivalutare le abitudini serali e notturne del neonato.

1. Il potere dell'allattamento a richiesta

Nelle prime settimane di vita, ma anche oltre, i pediatri consigliano l'allattamento al seno a richiesta. Ciò significa che non si danno orari e intervalli rigidi al neonato, per organizzare le sue poppate. L'allattamento a richiesta prevede che il bambino sia attaccato al seno ogni qualvolta abbia fame, sete o semplicemente bisogno di coccole. Non si può certo parlare di vizio, ma soltanto di un'ottima e sana abitudine per il bambino e la mamma. Ovviamente, l'allattamento a richiesta coinvolge anche le ore notturne (a volte il bebè chiede il seno anche ogni ora).

2. Co-sleeping

Una buona soluzione, per guadagnare più sonno possibile, è tenere il bambino vicino durante la notte, conosciuto anche come co-sleeping.

3. Ciuccio, mon amour!

Un'ulteriore abitudine per il sonno sicuro e sereno del neonato, spesso demonizzata, è il caro, vecchio ciuccio (ormai realizzato in forme e materiali il più possibile simili al seno materno). 

4. L'importanza dei piccoli rituali

Anche se non esistono regole precise e universali per il sonno del bebè, da neomamme è importante imparare a essere un po' più abitudinarie. Infatti, per i piccoli è necessario mantenere alcune certezze nella routine quotidiana, per esempio il bagnetto prima della nanna oppure la voce della mamma che racconta una favola o, ancora, canta una canzone.

Dal momento della cena in poi, diciamo che è molto funzionale al sonno del bebé rispettare alcuni rituali. E questo dovrebbe avvenire anche se si hanno amici a cena o si è fuori casa. Poche regole relax, ma buone. Anche se il bimbo è molto piccolo, è importante adottare un rituale serale che preveda l'ascolto della voce della mamma (o anche del papà). Per esempio, iniziando con la lettura di una favola o con una canzoncina.

16 comments

  1. Marta Pilati 27 maggio, 2016 at 22:30 Rispondi

    Il mio di quasi 4 mesi…una tragedia per addormentarsi, coccole,baci carezze, sempre in braccio…che abito al 3 piano senza ascensore, un macello non porto le ruote a casa… ma niente, le provo tutte fa una fatica immane a dormire!!

Lascia un commento