Tornare a dormire nel lettone: come superare le notti insonni

dormire nel lettone di mamma e papà da grandi

Alcuni bambini non riescono del tutto a separarsi dai genitori di notte e molte volte può capitare che tornino a dormire nel lettone di mamma e papà per sentirsi più sicuri.

Ritornare a dormire nel lettone: il co-sleeping da grandi

Il co-sleeping è una pratica molto diffusa soprattutto per le famiglia con i bambini piccoli, che sentono l'esigenza, nei primi tre anni di vita, di stare a contatto con i genitori. Questa necessità, questo bisogno di sicurezza, questa difficoltà a staccarsi può ritornare anche da grandi, quando dopo un periodo nel loro lettino hanno bisogno di fare un passo indietro.

L'evento si può presentare intorno agli 8 o ai 10 anni o in un periodo particolare o come conseguenza di un passaggio troppo precoce o troppo duraturo dal lettone al lettino. Ad esempio a 2 anni è troppo presto per far dormire il bambino da solo nella sua stanza, perché non riesce a comprendere bene questo distacco emotivo. Oltre i 4 anni, invece, è troppo tardi, subentra anche l'abitudine e diventa davvero difficile fare il grande passo.

Consigli per far dormire i bambini nel proprio letto

I bambini, spesso, quando chiedono di dormire nel letto di mamma e papà vogliono solo un po' d'attenzione, di sentire di più l'affetto dei genitori. Per questo motivo, se durante il giorno vengono soddisfatti in questo senso, la notte potrebbe trascorrere più serena. In altri casi, invece, bisogna aiutarli con spiegazioni e altri piccoli supporti. D'aiuto può essere fargli un po' di compagnia in cameretta fino a quando non si addormentano oppure si può utilizzare una luce soffusa che tiene lontana la paura del buio.

Anche creare una routine serale prima di andare a dormire, come si fa con i più piccoli, può giovare alla situazione. Una favola, il racconto della giornata, svolgere delle attività rilassanti da fare insieme sono escamotage che accompagnano al sonno. Non date fretta al bambino, fatelo tornare nel suo letto gradualmente, incoraggiatelo, anche perché questo è un momento importante che lo porterà a diventare grande.

Lascia un commento