Morsi uterini post parto: di cosa si tratta?

case-del-parto

Si è preparato, si è espanso, si è dilatato fino a contenere il vostro bambino che, mese dopo mese, cresceva nel vostro ventre. E adesso, dopo il parto, è il momento che il vostro utero torni alle sue dimensioni regolari e naturali.

Un processo lento e delicato, che dura circa 6 settimane e che spesso può anche non venire percepito dalla donna.

Eppure, in alcuni casi, può capitare che le modifiche delle dimensioni uterine creino fastidi al ventre e dolori più o meno intensi: in gergo si chiamano morsi uterini e, come il nome lascia facilmente intuire, sembrano veri e propri crampi alla parte bassa della pancia, spesso anche decisi.

Se anche voi, dopo il parto, avete notato delle fitte frequenti al basso ventre non preoccupatevi, il fenomeno è del tutto normale.

Perché i morsi uterini?

Da subito dopo il parto, l’utero inizia il suo processo di involuzione, ovvero si contrae con forza per tornare alla sua forma naturale. È proprio questo movimento intenso e ripetuto a dare origine alla sensazione di morso.

Il processo di involuzione uterina può essere ancora più intenso e, talvolta, doloroso nel caso la mamma decida di allattare al seno il proprio piccolo.

Il neonato infatti, attraverso la suzione e la stimolazione del seno materno, favorisce ed accelera la produzione di ossitocina, un ormone coinvolto nei movimenti uterini.

Che fare, quindi, se si soffre di questo disturbo?

  1. Prima regola: niente preoccupazioni. Il fenomeno dei morsi uterini è comune e normale.
  2. Seconda regola: niente terapia. L’involuzione dell’utero e la conseguente sensazione di dolore va lasciata procedere nel modo più fluido possibile. Se il dolore è molto forte, provate con degli analgesici, in caso di allattamento a base di paracetamolo. Se il disturbo vi crea apprensione o non accenna a diminuire, ricorrete ad un parere medico
Please follow and like us:
error

18 comments

  1. Gloria Mauro 9 Giugno, 2016 at 10:35 Rispondi

    Non ne avevo mai sentito parlare fino a quando li ho sentiti… col primo figlio no… ma col secondo si, mi hanno anche dato antidolorifico in ospedale… dopo il travaglio non sono niente a confronto ma pur di riposare…

  2. Simona Fronte 9 Giugno, 2016 at 12:37 Rispondi

    Eh già.. è come se li ho sentiti..per fortuna tutto si dimentica con il passar del tempo e la natura di essere madre altrimenti nn riusciremmo a fare altri bimbi.. straordinaria la natura..

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.