NoMo Generation: la generazione delle Not Mothers

NoMo generation generazione delle donne senza figli

Donne che non hanno figli, fiere di essere non - madri e sicure che non lo diventeranno mai. Odiano i bambini? No di certo, anzi! Semplicemente, hanno deciso che la maternità non fa per loro e si sentono in pace con se stesse per questa scelta.

NoMo Generation: la generazione che dice No alla maternità

Una generazione di donne, ai cui ranghi si associano sempre più persone, che ha deciso di mettere da parte definitivamente la maternità e perseguire invece le proprie ambizioni. Una filosofia di vita che non le fa sentire in colpa o "meno donne" di coloro che hanno scelto di diventare madri, ma che, anzi, riempie la loro vita e le fa sentire soddisfatte.

La "colpa" di questo fenomeno non è solo da attribuire al fatto che la nostra vista frenetica ci spinge a diventare madri sempre più in là nel tempo, ma anche alla voglia di riscatto che sta vivendo il genere femminile, e che per alcune passa dall'emanciparsi dal connubio mamma = donna pienamente realizzata.

Chi sono le Not Mothers, ovvero le Non Mamme?

Non solo quarantenni, dunque, ma anche donne più giovani, che hanno deciso di scrollarsi di dosso l'etichetta di donne realizzate a metà e di dimostrare come la loro vita possa essere piena e soddisfacente anche senza aver messo al mondo dei figli.

Tra di loro ci sono anche donne famose e stelle di Hollywood, che si sentono pienamente appagate e non sentono il bisogno di diventare madri, come Renée Zellwegger, Kim Cattrall e Oprah Winfrey.

Posso non essere una madre, ma sono comunque una persona: questo il motto della scrittrice Jody Day, autrice del libro Living the Life Unexpected: 12 Weeks to Your Plan B for a Meaningful and Fulfilling Future Without Children, dove racconta le storie di donne che non hanno figli e spiega come affrontare la realtà di non poter diventare madri, e fondatrice del blog Gateway Women, United and Beyond Childlessness.

No Kids: 40 ragioni per non avere figli

Anche la psicanalista francese Corinne Maier, seppur madre di due figli, è un'appassionata sostenitrice della filosofia delle Not Mothers, tanto da aver scritto un libro "No Kids 40 ragioni per non avere figli", nel quale, ancora oggi, si rispecchiano molte donne che hanno deciso di non diventare mai mamme.

45 comments

  1. Lucia Simeone 16 febbraio, 2017 at 18:09 Rispondi

    Se uno non se la sente è giusto cosi. In fin dei conti fare figli non è proprio una passeggiata, nonostante ti diano la gioia più grande del mondo, nel momento che nascono la vita cambia per sempre!

  2. Valentina D'Angelo 16 febbraio, 2017 at 18:15 Rispondi

    Scelta rispettabile!ma non comprendo appieno nel percorso di una donna dovrebbe esserci un bimbo/a almeno tentare di averlo /a mancherebbe dopo i 50 quando ti guardi dentro e senti che manca quel l’amore che solo un figlio ti dà!!❤️

  3. Valeria Carucci 16 febbraio, 2017 at 18:29 Rispondi

    D’accordo su cosa? Perché, queste donne hanno bisogna del nostro permesso? Ognuno fa le sue scelte e nessuno di noi è in grado di giudicarle. Una donna può essere felice anche senza un figlio se è ciò che desidera. Se poi parliamo di coloro che PURTROPPO non possono averlo allira quello è un altro discorso. Perché avranno sempre una mancanza e per loro mi dispiace. Ma se è una scelta cosa possiamo dire noi??!

  4. Elisa Villani 16 febbraio, 2017 at 20:38 Rispondi

    Non è che il fatto di essere donna implichi necessariamente il fatto di fare figli oppure non si è ‘normali’..ben vengano le donne che non vogliono figli perché semplicemente non sentono l’istinto materno, piuttosto che quelle che li abbandonano o peggio li ammazzano.

  5. Nicla Bernazzi 17 febbraio, 2017 at 00:20 Rispondi

    Ognuno fa ciò che vuole della sua vita… io se non avessi potuto averne sarei morta di dolore…. sarei rimasta x sempre incompleta… molto probabilmente avrei tentato l’adozione pur di averne…

  6. Alba Hyseni 17 febbraio, 2017 at 08:09 Rispondi

    Rispetto le decisioni altrui. Da madre posso solo dire che non sanno cosa si “perdono”. La gioia, la soddisfazione e l’amore incondizionato che provi verso un figlio non puoi capirlo finché non ce l’hai :-)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.