Palermo, mamma avvelena il figlio dopo lite col marito: ora il bimbo è fuori pericolo

palermo-mamma-avvelena-il-figlio-dopo-lite-col-marito-ora-il-bimbo-e-fuori-pericolo

A Palermo una donna originaria dello Sri Lanka ha avvelenato uno dei suoi due figli e poi ha cercato di suicidarsi: al momento il bimbo di un anno è fuori pericolo mentre la donna, anche lei ricoverata in ospedale, sarà arrestata per tentato omicidio una volta dimessa.

Una mamma tenta di avvelenare i figli

Il movente di quello che stava per diventare l'ennesimo caso di omicidio-suicidio che coinvolge dei minori è stata una banale lite col marito: in attesa che la 35enne originaria dello Sri Lanka venga interrogata dai Carabinieri di Palermo, sembra che sia stata una vendetta ai danni del compagno a portarla a tentare di uccidere uno dei suoi due figli, facendogli mangiare una minestra condita con dei semi di oleandro, i quali contengono un veleno molto potente.

In seguito, la mamma ha tentato anche il suicidio ingerendo parte di quella stessa minestra: solamente il tempestivo intervento della nonna e la corsa in ospedale ha permesso al personale sanitario di salvare la donna e il bimbo di un anno, ricoverato in gravi condizioni ma oggi dichiarato fuori pericolo dai medici dopo che gli è stato somministrato l'antidoto.

Anche il più piccolo è fuori pericolo

Secondo quanto si apprende dalla ricostruzione delle forze dell'ordine, a scatenare la follia della donna sarebbe stato un litigio col marito, andato via di casa dopo aver lasciato la consorte con la suocera e i due figli.

Il più grande di questi pare abbia solo assaggiato quella minestra che stava per risultare fatale al più piccolo, ed è stato tenuto in osservazione solo in via precauzionale dal personale medico: il bimbo di un anno invece è stato dichiarato fuori pericolo nelle ultime ore e ha già ricevuto la visita della nonna e del padre. L'uomo conosce poco l'italiano ma ha provato a raccontare agli inquirenti di non capacitarsi del perché sua moglie abbia agito cosi.

Per quanto riguarda la 35enne, invece, resterà ricoverata ancora qualche giorno all'Ospedale Civico di Palermo, piantonata dai Carabinieri e in attesa di essere posta in stato di arresto con l'accusa di tentato omicidio.

Lascia un commento