Il San Camillo di Roma assume medici non obiettori

ginecologi non obiettori

Saranno reclutati, tramite concorso pubblico, 2 ginecologi non obiettori, e dunque disponibili a praticare l’aborto, dall’ospedale San Camillo di Roma. Questa decisione, come era presumibile, ha suscitato non poche polemiche all’interno della Chiesa. A tal proposito, sul quotidiano cattolico Avvenire si legge: “La decisione di assumere due medici dedicati all'interruzione di gravidanza, impedendo loro dunque l'obiezione di coscienza, snatura l'impianto della legge 194 che non aveva l'obiettivo di indurre all'aborto ma prevenirlo”.

I medici obiettori sono 7 su 10

Per quanto ci si possa trovare in disaccordo con il nosocomio capitolino, tuttavia non va dimenticato che in Italia sono 7 su 10 i ginecologi obiettori nelle strutture pubbliche, il che complica in maniera significativa la pratica dell’interruzione di gravidanza che, tra l’altro, in alcune circostanze, può anche rivelarsi una scelta sensata.

Aborto: la ragione da quale parte sta?

Insomma, come sempre, la ragione e il torto non sono divisi da un taglio netto, in quanto esistono numerose sfumature di cui bisogna tener conto. In questa circostanza, ad esempio, è bene non dimenticare che sono in gioco i diritti delle donne e la libertà di scelta. 

145 comments

    • Valentina La Marra 24 febbraio, 2017 at 00:38 Rispondi

      E xké no scusa? Premettendo che io penso che le donne dovrebbero essere libere di scegliere se portare avanti o meno una gravidanza, da infermiera nn me la sentirei mai di assistere ad un aborto. Sono a favore dell’eutanasia ma nn me la sentirei di aiutare una persona a morire. Nn sono mica scelte semplici da prendere! Ripeto ognuno dovrebbe essere libero di poter scegliere e di scegliere anche di nn prendere parte a determinati interventi.

    • Cà Maddy Pruna 24 febbraio, 2017 at 08:03 Rispondi

      E perché non dovrebbe esistere? Ogni persona dev’essere libera di scegliere, ognuno di noi ha il libero arbitrio e in base a questo può disporre della propria vita.
      È giusto che una donna secondo coscienza decida se tenere o meno il proprio figlio così come è giusto che un medico possa applicare la professione secondo i propri canoni etici.
      Se siamo a favore della libertà, lo dobbiamo essere a 360^, non solo ad appannaggio di quello che ci fa comodo

    • Cà Maddy Pruna 24 febbraio, 2017 at 08:03 Rispondi

      E perché non dovrebbe esistere? Ogni persona dev’essere libera di scegliere, ognuno di noi ha il libero arbitrio e in base a questo può disporre della propria vita.
      È giusto che una donna secondo coscienza decida se tenere o meno il proprio figlio così come è giusto che un medico possa applicare la professione secondo i propri canoni etici.
      Se siamo a favore della libertà, lo dobbiamo essere a 360^, non solo ad appannaggio di quello che ci fa comodo

    • Iolanda Iodice 24 febbraio, 2017 at 08:55 Rispondi

      Il ginecologo viene pagato dallo stato per svolgere il suo lavoro, il quale comprende di effettuare ivg ed aborti terapeutici, lo si sa prima di essere assunti. Se non te la senti moralmente o cambi mestiere o vai a lavorare in una struttura privata. Che poi se vogliamo proprio dirla tutta guarda caso tanti obiettori nel pubblico non lo sono più quando passano al privato.
      Se un qualsiasi lavoratore nel privato si permettesse di non adempiere ai suoi compiti verrebbe licenziato

    • Valentina La Marra 24 febbraio, 2017 at 09:07 Rispondi

      Ma non vi do x niente ragione…a parte che a questo mondo nn sono tutti obiettori e mi pare che in italia l’aborto si esegue e come, penso che come una donna decida di abortite un medico possa decidere di nn praticate l’aborto. Voi sbandierate al vento il diritto di scegliere ma siete le prime che volete imporre a delle persone una scelta!

    • Valentina La Marra 24 febbraio, 2017 at 09:19 Rispondi

      A me da ragazza è servita la pillola del giorno dopo, il mio medico è obiettore di coscienza, mi sono rivolta ad un consultorio….nn mi pare che nn sono riuscita a prenderla. Nn è che in tutte le strutture sono tutti obiettori e quindi una donna nn può abortire. Sono discorsi a mio parere molto esagerati. Io di aiutare a nn far nascere una vita nn me la sento altri si. Nn sono contro e parlo solo x me stessa, nn ci trovo niente di male e penso che nessuno debba essere obbligato a farlo. Io personalmente avrei gli incubi e xké devo stare male scusa? Così come alcuni medici. Nn è che nel contratto che firmano li obbligano a nn essere obiettori!!! Ognuno è libero x scegliere x voi signore va solo in un senso….ognuno è obbligato a scegliere in una certa maniera x voi!!!

    • Silva Marco 24 febbraio, 2017 at 16:41 Rispondi

      Mamma mia, il medico é pagato e quindi deve essere costretto a farti da maccelaio alla tua creatura??? Ma non te lo poni la domanda perche sono obbiettori??? Epure sono dottori che meglio di tutti noi vedono le cose nel otica scienza epure sono obbiettori, come mai???? Pure il mio era obbiettore e glielo chiesto la natura della sua convinzione….mi ha risposto che per quanto progresso e scienza e tecnologia che noi possiamo raggiungere c’é qualcuno che ci ha creati….bhe sono piú che contenta che persone della medicina e scienza vadano oltre….

    • Iolanda Iodice 24 febbraio, 2017 at 18:40 Rispondi

      Silvia non tutti sono credenti eh non si può imporre il proprio credo, se fai il medico nel momento in cui lavori devi svolgere la professione. È come se un macellaio non facesse salsicce perché è vegano, cambia mestiere!

    • Silva Marco 25 febbraio, 2017 at 13:00 Rispondi

      Ma che esempi so? Para gonare le salcice al fetto é disumano….stiamo parlando di medi che hanno studiato e potrebbero essere fredi privi di sentimenti visto che sono nel campo scentifico e invece hanno l’obbiettività di vedere le cose oltre alla vostra superficialità e immoralismo

    • Silva Marco 24 febbraio, 2017 at 16:33 Rispondi

      Ma per favore….non c’entra con la religione ma bensi con la coscienza umana, se quel medico della medicina e scienza ne ha fato un lavoro ed é lo stesso contrario penso che ci sia del altro piú profondo al di la della legerezza di certi che sotto forma di diritto delle donne vogliono togliere anche quel poco di coscienza che é rimasto nel umanità

    • Silva Marco 24 febbraio, 2017 at 16:45 Rispondi

      Pagato per cosa??? Per fare il macellaio del risultato dei pochi piaceri irresponsabili degli individui??? Vuoi il dirito al aborto? Bhe anche il medico vuole il diritto al obbietare, caso mai andate voi in una struttura privata

    • Mirella Luberti 24 febbraio, 2017 at 17:39 Rispondi

      Io non sono a favore dell’aborto ma la legge è legge e in quanto tale non va rispettata solo quando ci conviene o siamo d’accordo con essa! Andate a scioperare per cambiare le leggi se non vi stanno bene. Fino ad allora ogni donna ha il diritto di interrompere la gravidanza, in ogni struttura pubblica entro la 12esima settimana di gestazione! Poi nel proprio tempo libero, ognuno può obbiettare quanto vuole!

  1. Anna Spinosa 24 febbraio, 2017 at 07:43 Rispondi

    È giusto che Ci sia qualcuno che abbia dei principi tali che lo portano ad essere obiettore di coscienza anche se in campo medico bisogna essere pronti a tutto e molte volte magari una donna non è che nn vuole diventare madre semplicemente non può x varie condizioni e circostanze.Si è vero che quindi bisognerebbe fare più attenzione x evitare gravidanze indesiderate ma l’essere umano nn è perfetto e può accadere di restare incinta.Obiettori di coscienza si ma fino ad un certo punto non possiamo essere tutti d’accordo all’ aborto certamente non è piacevole neppure x chi lo pratica ma bisogna valutare e rispettare le scelte.Mi vien da fare l’esempio di quell’obiettore di coscienza che x non aver praticato l’aborto ha causato la morte della madre e dell’ altro gemello che aveva molte probabilità di vivere….e allora l’argomento è vasto.

  2. Anna Spinosa 24 febbraio, 2017 at 07:43 Rispondi

    È giusto che Ci sia qualcuno che abbia dei principi tali che lo portano ad essere obiettore di coscienza anche se in campo medico bisogna essere pronti a tutto e molte volte magari una donna non è che nn vuole diventare madre semplicemente non può x varie condizioni e circostanze.Si è vero che quindi bisognerebbe fare più attenzione x evitare gravidanze indesiderate ma l’essere umano nn è perfetto e può accadere di restare incinta.Obiettori di coscienza si ma fino ad un certo punto non possiamo essere tutti d’accordo all’ aborto certamente non è piacevole neppure x chi lo pratica ma bisogna valutare e rispettare le scelte.Mi vien da fare l’esempio di quell’obiettore di coscienza che x non aver praticato l’aborto ha causato la morte della madre e dell’ altro gemello che aveva molte probabilità di vivere….e allora l’argomento è vasto.

  3. Sara Cardinale 24 febbraio, 2017 at 07:53 Rispondi

    Io penso che ognuno debba essere libero di fare come meglio crede eticamente, in tutti i settori compresi il lavoro. Per cui se uno ritiene che operare in un certo modo sia sbagliato allora dovrebbe essere libero di lavorare come meglio crede

  4. Sara Cardinale 24 febbraio, 2017 at 07:53 Rispondi

    Io penso che ognuno debba essere libero di fare come meglio crede eticamente, in tutti i settori compresi il lavoro. Per cui se uno ritiene che operare in un certo modo sia sbagliato allora dovrebbe essere libero di lavorare come meglio crede

  5. Tea Mugnano 24 febbraio, 2017 at 08:39 Rispondi

    Credo che ad oggi, l’ essere umano, ha piena coscienza di sé! Non è una decisione “leggera” ma, se viene presa, bisogna tutelare la salute della donna (o ragazzina)! Sono per la libertà di scelta! Nessun altro, a parte me, può decidere di cosa fare della mia vita!
    P. S. Anche nel medioevo si esercitavano gli aborti!

  6. Sharon- Nicole Dan 24 febbraio, 2017 at 09:50 Rispondi

    Adesso mi attaccherete…ma io non so con quale coraggio riuscite voi ad abortire…anche io quando sono rimasta incinta di mia figlia ho pensato all’aborto per motivi economici e per il fatto che sarei stata sola, ma giuro che non ce l’ho fatta! E vi dico che ora non me ne pento

  7. Enza Costa 24 febbraio, 2017 at 10:24 Rispondi

    Eccome se bisognerebbe evitare di aiutare una donna ad abortire!!! Bisogna assumermi le proprie responsabilità prendendo precauzioni….siamo nel 2020 smettiamola!!!! Qualcuno parla di libertà… Ma state scherzando? Libertà di uccidere un bambino? Questo è schifo no libertà…. Scusate lo sfogo ma sto discorsi me li fanno girare !!!!!

  8. Daniela Lorini 24 febbraio, 2017 at 11:34 Rispondi

    Il dottore fa un giuramento quando si laurea, giura di fare tutto il possibile per salvare una vita, l’aborto e’ di fatto un omicidio ed è vero che siamo nel 2020 e se non vuoi restare incinta hai un sacco di metodi per evitarlo non come nel medioevo che non avevano questa possibilità !

  9. Ilaria Zangrilli 24 febbraio, 2017 at 12:11 Rispondi

    Ognuno ha la liberta di prendere le proprie scelte…Nn siamo nessuno per poter giudicare gli altri..Nn sappiamo cosa c è dietro una persona e cosa ha dentro!nn è giusto dover sparare a tutta su una scelta che nn tutti condividono,come nn è giusto nn rispettare le donne e i medici che lo fanno!siamo si nel 2020 ma siamo pur sempre essere umani..Nn si può dire se nn lo vuoi nn lo fai…a volte lo si vuole lo si fa ma nn si può portare avanti o ci sono condizioni che nn possono fartelo portare avanti..nn è un reato..e fino a un tot di settimane nn si puo parlare neanche di una essere umano quindi portate pazienza e smettela!Nn bisogna giudicare ..noi nn siamo nessuno per poterlo fare!ognuno ha la proprio vita ed è legittimo di prendere le proprie scelte senza sentirsi giudicato o deriso…fatelo voi un Bell esame di coscienza e camminate nelle scarpe di chi sta soffrendo per ciò!

  10. Claudia de Martini 24 febbraio, 2017 at 14:32 Rispondi

    Ci sono molti ospedali che non fanno l aborto e donne che per non averli vanno a finire in mano a macellai donne violentate donne ch hanno già dei figli e che vengono violentate da Mariti che se ne fregano donne che vengono picchiate e non vogliono che i figli vivano ragazze che sbagliano si siamo nel 2017 ma si sbaglia nella vita è piuttosto che li abbandonino nei cassonetti o muoiano nelle mani di ciarlatani non sarebbe giusto che possano decidere senza rischiare la vita io sono una mamma e sono felice ma ci sono mamme invece disperate non giudicate perché sono scelte veramente dure ma credo che abbiano il diritto di essere aiutate

  11. Aurora Garofalo 24 febbraio, 2017 at 15:25 Rispondi

    Secondo me niente giustifica l’aborto, un bimbo comincia la propria esistenza dal momento in cui viene concepito, ma chi siamo noi per uccidere un innocente!!! A prescindere se viene creato o meno da una violenza, stiamo parlando di una VITA!! Stiamo parlando di OMOCIDIO!! Davanti a Dio è un peccato Terribile!!! Chi non vuole figli che stia ben attento, ormai si mercifica così tanto il corpo delle donne da essere visto solo come strumento di piacere!! Ma x favore! Vi ricordo che il Signore ci ha creato gli organi sessuali per la riproduzione e non per puro piacere!!! Io farei praticare l’aborto ai genitori delle persone che sono favorevoli a questo assassinio, poi vedremmo chi è dice che bisogna essere libere!!!!libere di che?? Di uccidere???! Ma x carità, che gente immonda che esiste!!!😡😡😡

  12. Silva Marco 24 febbraio, 2017 at 16:26 Rispondi

    Penso che se su 10 medici 7 sono contrari un qualche domandina ce la dobbiamo fare? Si tratta di medici che della scenza ne hanno fatto una proffessione e meglio di tutti noi potrebbero non essere presi da morale e sentimenti ma aplicare gli aborti come un qualsiasi altro lavoro normale, invece? …..pure per loro potrebbero essere cosi legera nel pensarla che un aborto é un diritto….si é dilagato l’aborto come una cosa normalissima ma non é cosi, pure quel grumulo di celule ha i suoi diritti…..una donna per essere veramente emancipata e rispetata dagli altri ( uomini) deve in primis rispetare il proprio corpo e di quel che ce dentro di lei….

  13. Liliana Apuzzo 24 febbraio, 2017 at 21:29 Rispondi

    Siamo nel 2017 chi non vuole diventare mamma usa il profilattico,la pillola anticoncezionale, l’aspirale oppure preferirei l astenermi dal sesso piuttosto che uccidere una nuova vita ! Quindici finiamola con le cazzate !

  14. Rebecca Jasinski 25 febbraio, 2017 at 08:18 Rispondi

    Ma!!! Pochi giorni fa leggevo la storia di una mamma americana che nel corso della gravidanza ha scoperto che il suo piccolo aveva un grande problema che sarebbe nato per poi morire a distanza di poche ore.la sua scelta è stata secondo me molto ma molto più difficile di scegliere di fare un aborto ha portato a termine la gravidanza e ha donato gli organi della sua creatura così salvando tanti bambini di genitori disperati. Non voglio giudicare o altro mi è tornata in mente questa storia leggendo i tanti commenti scritti.

  15. Mari More 25 febbraio, 2017 at 11:32 Rispondi

    Ma tutti questi geni della scienza che non sanno la differenza tra embrione feto e neonato, che non conoscono la legge del paese in cui vivono e sproloquiano di omicidio e legge di Dio (non siamo in Iran) chi le disinforma? Ma davvero pensate che una donna possa prendere alla leggera una decisione così? Davvero pensate che il legislatore non abbia valutato i pro e i contro? Ma lo sapete che esistono donne abusate o malate o indigenti o incapaci di intendere che ricorrono all’ igv spesso nella disperazione? Lo sapete che i medici che si dichiarano obiettori nelle strutture pubbliche lo fanno per poi praticare igv a pagamento in privato? Esiste una legge dello stato e nello stato se sei mesi dai gli aborti sennò tanti saluti. L’obiezione doveva essere ammessa sullo a chi era già medico al momento della legge. E GIUSTO PER CHIARIRE io non riuscirei ad abortire se non per gravissimi motivi ma sono abbastanza intelligente da sapere che non sono io quella che tutto può sapere al punto da condizionare tutti gli altri.

  16. Patrizia Pellicano 26 febbraio, 2017 at 02:20 Rispondi

    Purtroppo la scienza e la legge si basano su un cavillo, su una ipocrisia. Dicono che l embrione non è un feto, che l embrione non è un essere umano, per giustificarsi. Ma sanno perfettamente che non è cosi. E per giustificarsi creano tecnicismi;è una finta barriera, perchè barriera non è visto che il passaggio da embrione a feto è quello che succede, è la vita, è il normale evolversi delle cose, se nessuno certo gli mette fine con un cucchiaio e un aspiratore. Parlo da medico e da mamma. C’ è una bella differenza tra essere permesso o ammesso e essere giusto. L aborto è una ingiustizia, perchè chi è chiamato in causa non puo difendersi e la madre che dovrebbe farlo per lui è la principale assassina.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.