Una termoculla per la vita per i neonati abbandonati

culla-per-la-vita-schiavonia

All'ospedale "Madre Teresa di Calcutta" di Schiavonia sarà lanciato il progetto "una culla per la vita", destinato a salvare la vita di quei neonati abbandonati dalle mamme, che non hanno i mezzi necessari per provvedere ai bisogni del piccolo. L'iniziativa è stata presa dall'Azienda Ulss 17 e da un gruppo di associazioni di volontariato del territorio, con il supporto economico del Rotary Club di Este-Monselice-Montagnana ed il Comune di Monselice.

Una speranza per i neonati abbandonati

Il progetto partirà dal prossimo febbraio 2017, e la struttura sarà posizionata sul lato sud-ovest del marciapiede che dal parcheggio porta direttamente al pronto soccorso.

Una posizione strategica per tutelare l'anonimato di chi depone il neonato nella termoculla.

La garanzia dell'anonimato

La garanzia dell'anonimato è uno dei primi punti che sono stati affrontati, poiché molte persone che abbandonano i neonati non vogliono essere riconosciute.

Attraverso una finestra sarà possibile deporre il neonato direttamente nella termoculla, mentre gli infermieri ed i medici potranno accedere tramite una porta il cui ingresso è gestito dal personale. Dopo l'apertura della finestra sarà attivata la videosorveglianza, che monitorerà il piccolo ed avvertirà il personale di servizio, tutelando l'anonimato.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.