Tragedia a Boscoreale: ingoia un Lego e muore a 4 anni

tragedia-a-boscoreale-ingoia-un-lego-e-muore-a-4-anni

Il mattoncino di plastica non gli ha lasciato scampo: è morto così, soffocato da un Lego, un bimbo di 4 anni che viveva a Boscoreale, in provincia di Napoli. Nonostante l'intervento dei sanitari sia stato immediato, i medici sono stati costretti a constatarne la morte per soffocamento.

Una tragedia che fa riflettere e che sottolinea ancora una volta quanto sia importante avere sempre a mente le manovre di disostruzione pediatrica.

Il mattoncino gli ha ostruito la trachea

A nulla è servita la corsa verso l'ospedale Sant'Anna della vicina Boscotrecase: quando Giovanni è arrivato a destinazione a bordo dell'auto di famiglia era già tardi.

Un'assurda fatalità ha così spezzato troppo presto la sua vita, nel più atroce dei modi: mentre giocava con i suoi Lego, i mattoncini con cui tanto si divertiva a costruire ciò che la fantasia gli suggeriva.

Giovanni viveva a Boscoreale, in provincia di Napoli. Una comunità che oggi è attonita, senza parole. Una comunità che difficilmente riuscirà ad accettare l'atroce destino che è toccato in sorte ad una stimata famiglia boschese che, oggi, si ritrova a dover fare i conti con una morte così incredibilmente assurda e del tutto imprevedibile.

L'evento è accidentale, non sarà aperta alcuna inchiesta

Giovanni aveva un debole per i Lego. Ci giocava spesso e volentieri. Non era mai accaduto però che se ne infilasse uno in bocca.

Non appena lo ha fatto il mattoncino è sceso giù e gli ha ostruito la trachea, impedendogli di respirare e facendogli subito perdere i sensi. La famiglia ha capito immediatamente cosa stesse accadendo: la madre e il padre lo hanno caricato in macchina e sono partiti sfrecciando alla volta del pronto soccorso più vicino, quello di Boscoreale.

I medici del presidio hanno tentato di rianimarlo ma sono stati costretti, a pochi minuti dall'arrivo in ospedale, a dichiararne la morte per soffocamento.

Non sarà aperto alcuna inchiesta per fare luce sulla faccenda: la Procura di Torre Annunziata, preso atto che si sia trattato di un incidente di natura assolutamente accidentale, ha subito archiviato il fascicolo.

Resta il dolore, restano le facce incredule dei genitori di Giovanni, due stimatissimi avvocati di Boscoreale che difficilmente potranno accettare l'idea che un beffardo mattoncino sia costato la vita al loro bimbo di 4 anni.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.