"Tuo figlio è un BES". Ma che cosa vuol dire?

figlio-BEF

L'ingresso nel mondo della scuola può essere traumatico non solo per i figli, ma anche per i genitori: da quando noi abbiamo finito gli studi, sono passati spesso tanti anni e, nel frattempo, sia la società che la scuola sono cambiate.

Fra le grandi novità con cui dobbiamo fare i conti ci sono diverse insegnanti con cui interloquire, nuovi strumenti tecnologici a supporto della didattica e tanti acronimi; ecco allora che potrebbe capitare di sentirci dire che nostro figlio è un POF o un BES.
Spesso ci sembrano cose lontano che riguardano "gli altri" e non certo noi, ma quando l'insegnante - durante il colloquio - ci dice che "suo figlio è un BES", tutto cambia: quelle sigle sentite vagamente durante le riunioni, improvvisamente entrano a far parte della nostra quotidianità. Ma cosa vogliono esattamente dire?

L'acronimo “BES” sta per Bisogni Educativi Speciali e, nella scuola italiana, è stato introdotto nel 2012: certifica una situazione transitoria, non patologica di uno studente che necessita di un particolare supporto momentaneo. I casi sono i più vari: si va dal bambino che mostra apatia per via della recente separazione dei genitori al ragazzino trapiantato dalla Cina e che ha difficoltà a inserirsi nel nuovo contesto.

A seconda della gravità della situazione, il Consiglio di Classe può decidere di redigere un piano di studi (PDP) personalizzato per il singolo studente che, con la sottoscrizione della famiglia, venga incontro alle esigenze dell'allievo; nei casi meno complessi il PDP non viene redatto, ma gli insegnanti e la famiglia sono consapevoli della situazione di disagio e collaborano insieme per la soluzione del problema.

Se nostro figlio è un BES ciò significa che un campanello di allarme deve suonare, e sia la famiglia che la scuola devono prestare maggiore attenzione verso il bambino o il ragazzo: la temporaneità e transitorietà della situazione non deve, ad ogni modo, portare a sottovalutare la cosa, ma anzi deve richiedere uno sforzo congiunto per risolvere quanto prima il problema alla radice.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.