“I bambini devono stare seduti a tavola”: genitori VS. pizzeria

educazione bambini pizzeria

Le mamme e papà si sono scatenati online contro la pizzeria che si è schierata apertamente a difesa dei clienti che vengono disturbati dai bambini mentre sono a tavola.

La pizzeria che pretende l'educazione dai genitori

La vivacità dei bambini viene spesso confusa con la maleducazione, ma quando fanno confusione in un locale è solo il loro modo per esprimere felicità, gioia per un ambiente nuovo, per la curiosità di stare in un posto diverso.

Invece, alla pizzeria Saporoso di Conegliano, in provincia di Treviso, i bambini devono stare fermi e immobili e un cartello li invita a non dare fastidio agli altri commensali. Infatti, sparsa per il locale appare la scritta "Il piacere di stare a tavola aiuta a crescere meglio". Insomma, una vera e propria ramanzina a mamma e papà prima di iniziare a mangiare!

I genitori si scatenano contro il gestore del locale

Intanto la situazione ha scatenato commenti negativi sul web, dove le recensioni al locale si moltiplicano giorno dopo giorno. Qualcuno scrive anche "Lì odiano i bambini".

Il gestore della pizzeria ha cercato di spiegare il suo punto di vista e ha anche aggiunto, a chi domandava della sua avversione per i piccoli, che  "I bambini non devono disturbare" e devono rispettare chi lavora e gli altri clienti.

E il rispetto per bambini dove sta in tutto questo? Non sono anche loro ospiti del locale?

29 comments

  1. Stella Gloria 26 ottobre, 2017 at 13:14 Rispondi

    Ha ragione… i bimbi nn devono giocare e correre nella sala ristorante…. se nn volete che stiano seduti andate dove c’è lo spazio giochi… sono mamma … so benissimo che star seduto per mio figlio è una tortura… o evito di andare o scelgo posti dove so che c’è posto per farlo muovere.. ma nn in sala ristorante

  2. Ambra Cuomo Caricato 26 ottobre, 2017 at 13:35 Rispondi

    Io penso ci sia un’età in cui non sia giusto pensare che un bimbo possa stare a tavola tanto tempo. Lo trovo proprio poco rispettoso delle sue esigenze e tempi. Trovo quindi che ristoranti e pizzerie siano.da rimandare a un’età “giusta”. Io ho un bimbo.di due anni e non mi pesa non andare a mangiar fuori. Quando sarà più grande ci andremo.

    • Sara Muzic 26 ottobre, 2017 at 14:01 Rispondi

      oppure rendersi conto che non tutti i bimbi riescono a stare buoni e seduti per troppo tempo, oppure rendersi conto (se si hanno figli più grandicelli) che sarebbe il caso di educarli un pò di più. Ne ho visti fin troppi di bimbi correre in un ristorante e i genitori nemmeno si giravano per richiamarlo… diciamoci la verità, a molti genitori non interessa nulla ne delle esigenze dei bambini piccoli, ne della poca educazione di quelli grandi e nemmeno di chi vuole farsi una pizza senza essere disturbato continuamente, aggiungiamo che un bimbo che corre in un luogo del genere può essere pericoloso per se e per gli altri

  3. Joy SchNaw Zer 26 ottobre, 2017 at 13:39 Rispondi

    Giusto! Un bimbo non può stare molto tempo seduto ma sono i genitori che devono capire e gestire la situazione non di certo lasciando i figli correre per tutto il ristorante potendo provocare un incidente o dare fastidio a gli altri. Sa stare fermo un momento o ce uno spazio per lui allora esco e andiamo a mangiare fuori, non sta fermo e non ce uno spazio per lui allora stiamo a casa.

    • Sara Muzic 26 ottobre, 2017 at 14:07 Rispondi

      esatto si fa prima a stare a casa se non si hanno bimbi in grado di stare troppo tempo seduti in modo educato. Io ho una bimba di quasi 4 anni, molto vivace e so che più di un tot non posso pretendere per ora e allora un pizza veloce e via, altrimenti chiedo a qualcuno se può tenarla un paio d’ore o in alternativa ho sempre matite colorate e fogli in tutte le mie borsette, sempre se non andiamo in qualche posto che ha un’area giochi per loro. Molte volte sono i genitori e non i figli a sbagliare

  4. Sara Muzic 26 ottobre, 2017 at 13:55 Rispondi

    Giustissimo, i ristoranti non sono dei luoghi dove far correre e urlare i propri figli, bisogna rendersi conto che ci sono anche altre persone che magari vorrebbero mangiare in tranquillità. Se si hanno bimbi troppo piccoli e/o vivaci, che non riescono a stare seduti per troppo tempo e/o
    a non recare disturbo, si resta a casa o si va in un posto dove magari hanno un’area gioco o si chiede a qualcuno di tenere il bimbo per un paio d’ore o si fa una pizza veloce in modo tale che il bimbo non si annoi eccessivamente o si porta con se carte e colori o qualche giochino o per i genitori più permissivi, magari qualche regola in più per i bimbi più grandi. Perchè ne ho visti di bimbi grandi fare i matti in pizzeria e i genitori non si preoccupavano nemmeno di richiamarli. Insomma, inutile lamentarsi se si trovano certi cartelli

  5. Myriam Rampulla 26 ottobre, 2017 at 14:01 Rispondi

    Io non vado in pizzeria con i bambini da ……almeno due anni😂😂😂.
    I primi due bimbi sono sempre stati bravi..il secondo addirittura si addormenta, ma l ultimo 😅😱😱. No, sarebbe una bruttissima serata , per me, per lui e per tutti i presenti. Se non lo può tenere la nonna…tutti a casa mia!

  6. Valentina Pellegrini 26 ottobre, 2017 at 14:02 Rispondi

    Io continuo a pensare che i ristoranti non siano luogo per bambini che appunto essendo bambini sono vivaci (la loro voglia di correre e giocare non è maleducazione ma un istinto naturale). Io ci vado una volta ogni morte di papa al ristorante, il mese scorso siamo andati con i cognati a mangiare una pizza ed i bambini li ho lasciati con la nonna. Mi sono rilassata io, si sono rilassati loro perché so come sono fatti e per loro ristoranti e pizzerie sono una tortura. Li porterò quando saranno più grandi. Ovviamente non critico che se li porta dietro 😃 dico solo che i miei non me li porto, a costo resto a casa.

  7. Claudia Prandi 26 ottobre, 2017 at 14:15 Rispondi

    D’accordissimo. I miei figli mangiano seduti a tavola, a casa come fuori, MA con I loro tempi e non con I tempi degli adulti. Quindi caro ristoratore I miei bambini stan seduti ma tu ti organizzi per servirci in tempi accettabili e noi adulti, se abbiamo bimbi con noi, non pretendiamo di starcene beatamente seduti a chiacchierare. Si mangia, con calma e gustando I piatti, poi ci si alza tutti…e via.

  8. Rachele Rachele 26 ottobre, 2017 at 14:20 Rispondi

    Giusto ma non si può pretendere che un bambino stia ore seduto e composto

    Il mio bimbo non lo lascio a nessuno X ora perché troppo piccolo e comunque salvo occasioni speciali a mio avviso quando usciremo lui verrà sempre con noi perché siamo una famiglia.

    I genitori devono avere il buon senso di scegliere un locale adatto al bambino,magari con un giardinetto e comunque bisogna alternarsi fra genitori ad intrattenere il piccolo in modo che non arrechi disturbo

    In ogni caso noi limitiamo le uscite X ora

  9. Valentina Rulfi 26 ottobre, 2017 at 14:25 Rispondi

    Da mamma… per me è giusto!
    Ci sono luoghi dove è possibile andare con i bambini e altri dove invece per noi e per loro è una tortura!
    Mio figlio ha solo un anno e mezzo ed ovvio che a quest’età, per quanto uno possa educare, è difficile se non impossibile per un bambino stare magari 2 ore seduto composto e tranquillo su una sedia di un ristorante.
    La soluzione però l’abbiamo trovata comunque.. ci sono un paio di locali che frequentiamo a cena perché comodi per i bambini e con spazi dove volendo possono giocare mentre in altri casi lo lasciamo ai nonni (che ber i bimbi è sempre il “ristorante” migliore😂)!

    Se poi non ci sono altre possibilità.. bhe anche se è sabato sera non vuol dire che non si possa mangiare a casa in famiglia o con amici!

    Diciamola tutta.. prima di essere genitori anche noi ha dato fastidio più volte quendo si usciva a cena e magari invece di un paio d’ore di relax e chiacchiere con amici ci siamo trovati a sopportare urla e corse di bambini… quindi possiamo sicuramente capire che per chi non ha figli possa essere fastidioso senza doverne farne una tragedia.. è normale cambiare abitudini e routine con dei bambini

  10. Veronica D'elia 26 ottobre, 2017 at 14:26 Rispondi

    Sono d’accordo sul fare che i bambini vadano educati a stare in determinati posti, ma con questa storia ci state facendo venire l’ansia! Ormai si ha timore di dare fastidio anche quando un bambino rida a tavola o faccia un colpo di tosse! Non.tutti hanno la possibilità di lasciare i bambini a qualcuno e qualche genitore ritiene (addirittura) che è bello anche uscire fuori con i propri figli! Sono d’accordo con l’educazione (che troppi genitori -in primis- non hanno), però ci vorrebbe anche un Po più di tolleranza!

  11. Marika Costantini 26 ottobre, 2017 at 14:48 Rispondi

    Mah dipende moltissimo dai genitori. Io (mamma) non sopporto i bambini che corrono tra i tavoli o urlano al ristorante. Mia figlia la porto da quando aveva pochi mesi adesso ha 3 anni e le altre persone nemmeno si accorgono che esiste. Mangia beve tranquilla quando poi dopo un po’ giustamente è stufa la facciamo scendere dalla sedia e andiamo a fare qualche giro con lei, che ne so fuori dal ristorante, nel giardino, così si diverte e non sclera nel ristorante. Ovviamente non stiamo lì tre ore senò sarebbe una tortura per lei, non è mica un soprammobile. Il punto è che se tu, genitore, ti vuoi fare il tuo pranzetto tranquillo con tuo figlio senza nemmeno girare la testa per vedere dov’è e cosa fa allora è giusto che gli altri si lamentino è che tu stia a casa!!!

    • Miriana Cardone 26 ottobre, 2017 at 15:59 Rispondi

      anch’io non sopporto quei bambini che si alzano, corrono e urlano, i miei figli sono stati abituati a stare a tavola con noi, in tranquillità a godere della familia, soprattutto a casa… dove inizia l’educazione.

  12. Arianna Magri 26 ottobre, 2017 at 14:49 Rispondi

    Se c’è lo spazio giochi perché lasciarli seduti, i rumori sono da tenere in conto.
    Se non c’è ovvio anche se è consigliabile trovare un ristorante apposta con posti per loro.
    Perché non si possono obbligare a stare seduto e non farli giocare.
    Sono bambini.
    Ovviamente ci sono alcuni bravi quindi ci stanno altri vivaci.
    Quindi andate in posti in base alle esigenze dei figli.

    • Sara Muzic 26 ottobre, 2017 at 16:23 Rispondi

      io ho una bimba di quasi 4 anni, so che carattere ha e so che non posso permettermi di fare o andare in certi posti e se ci vado non posso pretendere di stare in tavola a chiacchierare per due ore, poi ci sono i bimbi grandi che dovrebbero già sapere come comportarsi, invece corrono intorno ai tavoli, creando disagio, disturbo e pericolo e i genitori non si girano nemmeno, mi sembra più che giusto che poi un proprietario si stufi di certe situazioni, dato che poi i clienti che desiderano cenare in pace li non ci vanno più. Siamo noi genitori tante volte a sbagliare, dobbiamo scegliere anche in base ai figli, non solo per noi stessi

  13. Simona Cassano 26 ottobre, 2017 at 16:17 Rispondi

    Mio figlio ha 2 anni e mezzo ed è sempre uscito con noi. Quando andiamo in pizzeria è lui a chiedere il seggiolone al cameriere😂😂 e sta seduto con noi a tavola. Se poi la serata è un po’ più lunga del solito ed inizia a scocciarsi facciamo un giretto con lui, ma è successo veramente poche volte.

  14. Vittoria Reggi 29 ottobre, 2017 at 07:32 Rispondi

    Boicottate questi locali, potrete andare altrove insegnando cmq la buona educazione ai vostri figli, i bambini sono la speranza in un futuro migliore……. in cui magari non ci siano locali del genere, chi non sopporta i bambini non sta bene

  15. Marilena Susi Caldelli 29 ottobre, 2017 at 11:20 Rispondi

    mie figlie stavano buone a tavola, portavo fogli e colori, altri giochini che potevano usare a tavola e mia figlia fa lo stesso con mio nipotino e a parte qualche rara volta anche lui rimane tranquillo e vi assicuro che è molto vivace. naturalmente non rimaniamo a tavola 3 ore.

Lascia un commento