Bimba morsa all'asilo: genitori scioccati e furibondi

morso bambina asilo nido

Mercoledì pomeriggio in un asilo nido alla periferia di Milano una bimba di 2 anni è stata morsa e graffiata da un compagno di scuola. La mamma, quando è andata a prendere la figlia, è rimasta completamente scioccata alla vista delle sue condizioni. Dopo aver chiamato il marito, la donna ha portato la figlia in farmacia e successivamente in pronto soccorso.

Bimba morsa all'asilo: dov'erano le maestre?

La bimba morsa all'asilo fortunatamente non rientra nei purtroppo ormai troppi casi di maltrattamenti sui bambini da parte delle maestre, che comunque hanno la loro responsabilità. La bimba infatti presentava dei morsi su entrambe le guance, ed anche dei graffi. Segno evidentemente che c'era stata una colluttazione tra i bambini, senza che nessuna educatrice se ne accorgesse o intervenisse. Attualmente la bambina sta seguendo una cura antibiotica, associata ad una pomata per lenire le ferite.

I genitori valutano un'azione legale

Il padre spiega che non è arrabbiato tanto col bambino che ha aggredito sua figlia, ma soprattutto con le maestre che non hanno vigilato in modo opportuno sulla situazione. I genitori sono così furiosi che stanno pensando di sporgere denuncia, affinché casi simili non si verifichino più.

207 comments

  1. Laura Guglielmi 6 ottobre, 2017 at 17:05 Rispondi

    Purtroppo succede e non è giusto dare la colpa alle maestre che sicuramente avranno già agito in conseguenza spiegando che non si fa.
    Ricordiamoci che le maestre hanno molti bambini.
    I genitori devono avere 1000 occhi per uno… Non si puó pretemdere che loro ne possano avere un milione.
    E di certo non possono dire chi ha morso per evitare diatribe inutili tra genitori.

    • Valentina Ravalli 7 ottobre, 2017 at 08:33 Rispondi

      Kanamara Matsuri le “liti” di due bambini non sono come quelle di due adulti… i bimbi che mordono spesso sono quelli che ancora non riescono a parlare e x comunicare o esprimere una frustrazione mordono. Ma il morso è cosi repentino che anche avendolo sotto gli occhi puó succedere di non fare in tempo a sventarlo… e bisogna considerare che spesso il morso nasce anche da un gesto affettuoso come puó essere un bacio, ma molti bimbi cosi piccoli non hanno la percezione della differenza tra un bacio troppo affettuoso o fisico e un morso. Le educatrici stanno li per spiegare e rispiegare anche questo ai bimbi ma non hanno la bacchetta magica purtroppo. Puó succedere che su 10 tentativi sventati uno non si faccia in tempo a sventarlo, considerando che non ci sono 2 bambini x classe bensì una media di 20 con 3 educatrici… detto ció non voglio giustificare nessuno… ma bisogna prima valutare tutti gli aspetti prima di puntare il dito…sarebbe troppo facile.

    • Valentina Ravalli 7 ottobre, 2017 at 08:36 Rispondi

      Kanamara Matsuri fermo restando che se ne fai una questione di soldi…sappi che le maestre non prendono neanche 1000€ al mese…x tanta responsabilità…”i nostri figli”… c’è qualcosa di più prezioso???

    • Luca Lucia Sofia Prono 7 ottobre, 2017 at 21:41 Rispondi

      Valentina Ravalli esatto mia figlia 10 mesi ama baciare i bimbi ma lo fa buttandosi addosso perché nn riesce a capire come si fa .. allora che devono fare le educatrici niente perché i bimbi piccoli lo dimostrano con spinte morsi ecc

    • Kanamara Matsuri 8 ottobre, 2017 at 00:36 Rispondi

      Valentina Ravalli non ne faccio una questione di soldi ,figurati! Stai veramente banalizzando ,il mio discorso era che le maestre non possono NON SAPERE come mai una bambina ha due morsi sulle guance e vari graffi … ma hai letto almeno l’articolo o lanci l’amo a casaccio? Le maestre non hanno saputo dare spiegazioni …so benissimo che i bambini possono mordere (infatti non sarebbe nemmeno da sottolineare se si è persone intelligenti)ma se ci sono delle maestre assunte con regolare stipendio che non sanno cosa accade ai bambini che dovrebbero vigilare allora ci sono varie ipotesi… 1)lavorano solo per lo stipendio e non eseguono le mansioni per le quali sono pagate ( 1000 euro li prendo se sono fortunata ma non esiste che un anziano si faccia male senza che io sappia il perché ,sono lì apposta! Anzi ,l’oss va sul penale in questi casi!) 2) le maestre sono incompetenti 3) le maestre sono rincoglionite che non si accorgono di quello che passa loro sotto il naso ….non dire a me “c’è qualcosa di più prezioso? ” perché lo so meglio di te, se dovesse accadere a mio figlio pagherò anche un anno di stipendio ad un avvocato per denunciare maestre così,non dormi se devi badare a mio figlio ,sennò ti faccio passare i guai!!! potrebbero prendere anche 3000 euro basta che fanno bene il loro mestiere,figurati !ma non stanno prendendo l’elemosina,si guadagna uno stipendio a fronte di un impegno ,non so se lo sai…ma non esiste che un lavoro così importante venga fatto in maniera così superficiale…se le maestre sono 3 ed i bambini 30 non è colpa mia,avrebbero potuto fare un altro lavoro,mica le obbligano…
      Poi dire che le liti di due bambini non sono come quelle degli adulti …ma va!! Lo potevi pensare tu sto fatto,non io! Nel mio commento non c’è niente che giustifichi la tua risposta… non capisco proprio chi difende una maestra che non sa perché un suo alunno si è fatto male nelle ore in cui lei era responsabile …probabilmente fai quel lavoro

    • Melita Napoli 8 ottobre, 2017 at 11:56 Rispondi

      Kanamara Matsuri pienamente d’accordo, e cmq le maestre se hanno un bimbo con questi particolari problemi non dovrebbero perderlo di vista stare attento a chi si avvicina e con che umore si avvicina. Io nn la farei passare liscia, devono darmi una risposta su cosa è accaduto, poi parliamo ben due morsi, quindi il bambino ha avuto modo e tempo di agire.

    • Kanamara Matsuri 8 ottobre, 2017 at 12:50 Rispondi

      Melita Napoli certo! È quello che ho pensato anche io! Due morsi sulle guance e vari graffi! È stata una lotta ,cavolo,le maestre si stavano grattando la patonza a vicenda,nel frattempo? È questo che fa rabbia!

    • Angelanna Caputo 9 ottobre, 2017 at 16:49 Rispondi

      Qst caso è successo a mio figlio 2 settimane fa in ludoteca … Mio figlio è stato morso al labbro superiore da un altro bimbo… Qnd mio marito è andato a prenderlo e ha visto il bambino ridotto cosi ha rimproverato le ragazze che assistono i bambini…in quel momento non c’erano! Qnd SN stata contattata da mio mariti e mi ha raccontato dell’ accaduto io SN diventata una bestia al telefono…se fossi andata io in ludoteca avrei preso a schiaffi i genitori del bambino perché in quel momento mio figlio avrà provato un dolore immenso… E TT ora ha la cicatrice che penso rimarrà …

  2. Valeria Petrucci 6 ottobre, 2017 at 17:05 Rispondi

    A me è successo pochi giorni fa. Morso in fronte da un bimbo che conosciamo bene sembrava azzannato da un mastino. Ho chiesto spiegazioni e poi ho parlato coi genitori. Stop. Nessuna tragedia ma non bisogna nemmeno mostrarsi indifferenti all’accaduto. Può succedere ma non deve diventare l’abitudine!

    • Sandy Giacometti 6 ottobre, 2017 at 18:01 Rispondi

      Stesso qui… solo che il morso era sul braccio. Ho chiesto alla maestra che ha visto quel che ha visto perché poverina stava mettendo il cibo nei piatti( era ora di pranzo). Poi ho parlato con la mamma di questo bimbo in modo tranquillo e civile ed è stata lei la prima a chiederci mille volte scusa x l accaduto….
      credo che i modi di dire certe cose e il rispetto tante volte sono meglio di mille litigate e guerre tra genitori….alla fine siamo tutti sulla stessa barca, oggi puo succedere sl mio domani puo succedere al tuo…. fa parte anche questo del stare con gli altri… come noi ai nostri tempi abbiamo fatto o subito le nostre, e siamo tutti vivi…😉

    • Valeria Petrucci 6 ottobre, 2017 at 18:05 Rispondi

      Anche il mio ha dato una tirata di capelli infatti un’altra volta e siamo intervenuti ma qui c’era un segno rosso gigante e credo che competa soprattutto ai genitori redarguire i bimbi se sbagliano e fare capire loro che esistono limiti…poi chiaro che risuccedera’mille volte ;)

    • Imma Ciano 9 ottobre, 2017 at 03:13 Rispondi

      Mio figlio al nido è stato morso per sei mesi quasi quotidianamente da gli stessi bimbi ma solo 2 maestre avevano l’abitudine di avvisare noi genitori dei segni, le altre negavano! Noi restavano calmi anche se non felicissimi alla vista di segni così evidenti con la speranza che i bimbi in questione smettessero. Conclusione: mio figlio per difendersi dal l’ennesima prepotenza, morse anche lui… siamo stati accusata da una delle maestre di avere un figlio abituato alla violenza! Lì non ci ho visto più! Per me non è questione del morso ma della gestione del singolo caso!

  3. Barbara Pardu 6 ottobre, 2017 at 17:09 Rispondi

    Succede anche con bambini più grandi…forse sn da ricercare problemi nelle dinamiche familiari…le insegnanti hanno troppi bimbi e talvolta nn hanno una preparazione adeguata a gestire tali bimbi

    • Arianna Spadoni 6 ottobre, 2017 at 17:36 Rispondi

      Ci puó essere un caso di problemi dovuti a maltrattamenti o bambini che lo subiscono in famiglia e lo riportano nella loro vita sociale. Ma da che mondo é mondo al nido e alla materna capita che i bimbi si mordino e si spintonino: c’é il “carnefice” e la “vittima” (passatemi i termini 😂). E comunque nel primo caso si vede benissimo se il bambino é vittima di abusi in famiglia e per quello in teoria le maestre ne dovrebbero parlare in riunione con le colleghe e pensare come agire ma che tutti i bambini che lo fanno é molto probabilmente per gli abusi subiti é una follia. Quando mio nipote andava al nido un giorno si e l’altro pure le maestre ci diceva che aveva morso i suoi compagni: era piccolissimo e lo faceva perché era il suo modo di dare i baci e noi ci scusavamo con i genitori dicendo, cosa per altro vera, che lo vaceva anche con noi.

    • Sabrina Polito 6 ottobre, 2017 at 17:39 Rispondi

      Concordo con Arianna Spadoni..tutti o quasi i bimbi hanno la fase del morsicatore. È il loro modo di ribellarsi credo quando non sono amcora in grado di farlo verbalmente. Da qui a dire che hanno problemi in famiglia ne passa..

    • Monica Cerboni 6 ottobre, 2017 at 18:14 Rispondi

      ……mio figlio ha avuto questa fase ( che ora e’ passata ) a casa nostra non ci mordiamo a vicenda se dobbiamo litigare e alzare i toni lo facciamo quando il bimbo dorme o ci allontaniamo da lui sicuri che non ci senta. .sono fasi si chiede scusa al bimbo morso e si riprende il nostro. Basta tragedie greche

  4. Ilenia Milocco 6 ottobre, 2017 at 17:13 Rispondi

    Se succede una volta, nulla di male, è successo anche a mia figlia. Se succede più volte, gli insegnanti sanno come comportarsi ed eventualmente parlare con i genitori del “morsicatore”

  5. Tallarico Elisabetta 6 ottobre, 2017 at 17:15 Rispondi

    Mia figlia ha frequentato il nido 2 anni e mezzo, aveva solo sette mesi quando ha iniziato…. c’è stato qualche episodio di morso sulla guancia, oppure di qualche botta… ma non ho accusato nessuno… le maestre sono state sempre attente, ma purtroppo, come succede anche a noi, si girano un attimo e il patatrak è fatto!! Non puntiamo subito il dito contro di loro..

    • Chiara Gennari 8 ottobre, 2017 at 08:59 Rispondi

      Forse stavano pulendo il naso del bimbo, forse stavano cercando di capire chi tra i tanti avesse fatto la cacca…e non hanno visto il secondo esatto in cui è stato dato il morso. Il nome di chi lo ha dato non te lo devono dire nemmeno se lo sanno, questo è certo, ho visto genitori permettersi di sgridare figli di altri perché era stato riferito loro (da altri genitori che hanno “indagato”presso i propri figli) che erano i “morsicatori” . SONO BIMBI, CAPITA!

  6. Sarah Butti Moiana 6 ottobre, 2017 at 17:16 Rispondi

    Succede, inutile farne una tragedia, ma non che le maestre non sappiamo dare una spiegazione non lo trovo accettabile, che non siano riuscite ad intervenire per tempo è un conto, come ha già detto qualcun’altro hanno tanti bambini, ma devono spiegare cosa è successo

  7. Anastasia Giorgio Simeone 6 ottobre, 2017 at 17:22 Rispondi

    Mio figlio al nido è venuto un bel po di volte con morsi sulla mano e sul braccio anche + di uno sullo stesso morso addirittura unico dietro la schiena a denti stretti che usciva il sangue la maestra m L ha detto mortificata ma alla fine che dovevo fare metterla alla ghigliottina sono cose che capitano …. invece quest anno alla materna mio figlio ogni tanto spinge gli altri bambini ha 3 anni lo fa per gioco perché ride ovviamente siccome è una cosa nuova gli stiamo facendo capire che comunque non si fa è una cosa sbagliata e non si gioca così … le maestre la stanno facendo diventare come un problema di stato …. ha iniziato L 11 settembre la scuola materna e tra influenze è tutto ci sarà andato si o no 10 giorni …. come ogni cosa ci vuole tempo mamma mia e poi stanno con 20 bambini si lamentano di questa cosa è mica è un problema mio prendetevela con chi di dovere bah ….

  8. Jessica Artale 6 ottobre, 2017 at 17:34 Rispondi

    Mia figlia all asilo nido 2 /3 volte in giorni diversi rientrava a casa con morsi, ovviamente le maestre me lo dicevano ma cosa potevano fare ? prendere a schiffi l altro bimbo? più che riprenderlo… ma i bambini sono imprevedibili,non do la colpa a nessuno alle volte basta una piccola distrazione che un bimbo morde un altro bimbo.
    Ovviamente se la cosa diventa tutti i giorni e sempre e più di un morso e graffio la cosa si farebbe pesante.

  9. Sele Tod 6 ottobre, 2017 at 17:34 Rispondi

    Penso che il killer potrebbe essere mio figlio e io la mamma mortificata. È una cosa legata all’età e non si può fare un dramma. Genitori ed educatori devono spiegare con calma,pazienza e costanza che certe cose non si fanno. I bambini a questa età hanno tutto da imparare e il morso è una manifestazione delle emozioni,sia positive che negative. Non serve farne un dramma! !!

    • Melita Napoli 8 ottobre, 2017 at 11:58 Rispondi

      Non serve farne un dramma perché ti ritrovi dalla parte del bimbo che morde, se capitasse a mia figlia farei un dramma e come, potrebbe causare paura a giocare con altri bambini che ne sai te, a parte il male fisico.

  10. Sara Bonomi 6 ottobre, 2017 at 17:47 Rispondi

    Che spiegazione dovrebbero dare le edicatrici/maestre? Purtroppo è una fase che alcuni bambini passano, molte volte non sanno come esprimere ciò che provano, rabbia oppure fastidio del dover condividere un gioco. Puoi avere mille occhi ma un morso viene dato talmente velocemente che intervenire tempestivamente per evitarlo non è facile, le maestre credetemi che tengono d’occhio ancora di più i bambini che attraversano questa fase ma non hanno i super poteri! Purtroppo manca un Po di comprensione delle volte da parte dei genitori.

  11. Cristina Carpinteri 6 ottobre, 2017 at 17:48 Rispondi

    Mio figlio è stato morso da una compagnetta all’asilo, quando sono arrivata gli educatori mi fanno vedere il morso e mi dicono che è stata una bimba, mio figlio me la indica io mi abbasso verso la bambina e le chiedo perché ha dato un morso a mio figlio, lei ci pensa un po’ su e mi dice e che lui parlava, parlava, parlava e io non ce l’ho fatta più e così è stato zitto. Io vi giuro che ho faticato a stare seria perché mi veniva da ridere ed è finita lì. Io le ho spiegato che non si fa e basta. Alla madre l’ho raccontato anni dopo

  12. Ana Maria Costache 6 ottobre, 2017 at 17:48 Rispondi

    L’insegnamento parte da casa, inutile nascondersi dietro il dito, i bambini non sono animali per difendersi con i morsi, se mordono e perché in qualche modo e stato loro permesso o insegnato, anche giocando , ma ciò non gli giustifica, lo sbaglio lo fanno i genitori che permettono tutto ciò, anche perché i bambini non sono in grado di capire il male che possono fare con i loro morsi!!

  13. Angela Amatore 6 ottobre, 2017 at 17:52 Rispondi

    Anke mio figlio e stato morso all asilo da un bimno della sua età. Hanno 3 anni entrambi. Da premettere, li per li ci sono rimasta male e mi ha dato fastidio, ma ad un bimbo di 3anni nn gli si può dire niente (nel senso) lo rimproveri e basta…,nn si fa una tragedia.ovvio se fosse stato un bimbo piu grande del mio e nn coetanei li sarebbe stato diverso.magari una punizione…

  14. Chiara Beatrice Cestarollo 6 ottobre, 2017 at 17:55 Rispondi

    Madre addirittura scioccata… sono madre e maestra…il morso purtroppo fa parte di una fase fisiologica del bambino, al nido soprattutto ,dove l egocentrismo è presente in forma assoluta. I bimbi xò sono liberi di muoversi (fortunatamente) e le maestre a volte non riescono ad intervenire tempestivamente, non xké si stanno facendo le unghie, ma xké ci vuole una frazione di secondo x mordere e farsi male. Succede quando i bimbi sono a casa con noi genitori figuriamoci al nido. Ma addirittura essere sconvolti xké il proprio bimbo viene a casa con un morso mi sembra esagerato… vero è che l educatrice deve cmq sempre sapere la dinamica del incidente o del conflitto !!

  15. Fusco Stefania 6 ottobre, 2017 at 17:55 Rispondi

    Ai miei tre è capitato di prendere morsi e ahimè uno di loro fece molto male ad un compagno di asilo con un morso ben assestato dietro la schiena . Io me ne dispiacqui tantissimo . La mamma del bimbo fu comprensiva ,io molto meno con mio figlio 😣 e le maestre, con quasi 30 bimbi da tenere a bada,rammaricate . Purtroppo capita e bisogna lavorarci su al primo morso !!

  16. Defrancisci Paola 6 ottobre, 2017 at 17:56 Rispondi

    Anche mio figlio ha subito più volte morsi o lacerazioni dovute a unghie non tagliate.. è un bambino più timido che non ha saputo difendersi, ma quando l insegnante fa l ignara della situazione non lo trovo corretto!! Può capitare, ma se si riconoscono dei bambini più turbolenti bisogna prestare più attenzione, io ho dovuto spostare il mio bambino perché la notte non dormiva più 😠

  17. Valentina Ricci 6 ottobre, 2017 at 18:00 Rispondi

    A me è capitato che mio figlio arrivasse con l’orologio d denti sul braccio. Capita. Riprendono il colpevole e fine…capita tra bimbi. Magari la prossima volta è il tuo che picchia l’altro…

  18. Faby Fersini 6 ottobre, 2017 at 18:07 Rispondi

    Mio figlio di 20 mesi purtroppo ha il brutto vizio di mordere :( è un bimbo molto affettuoso ma anche molto molto vivace
    Ma per fortuna lo fa solo con noi genitori e le 2 nonne …..al nido nn si è mai permesso né tantomeno con amici e conoscenti .
    Credo lo faccia come” forma di affetto ” infatti nel momento dell’ abbraccio …. puff ….si avventa come un cagnolino . …
    Mi hanno detto che questa fase finirà presto ….lo spero proprio perché nn vorrei che magari iniziasse a farlo anche al nido .

  19. Lidia Serratore 6 ottobre, 2017 at 18:08 Rispondi

    Anche a me è successo..due giorni fa mia figlia è tornata a casa con un taglio sulla lingua perché è caduta all’asilo e si è morsa la lingua..mi ha portato la maglietta e il lenzuolino sporchi sangue😱io sono rimasta scioccata..con me non succedono ste cose perché io le sto addosso nel senso che la seguo dappertutto, all’asilo invece si è in tanti e non si riesce a dare troppa attenzione

  20. Monica Cerboni 6 ottobre, 2017 at 18:11 Rispondi

    Ho letto un commento di una mamma che diceva che era colpa dei genitori. ……mio figlio ha avuto questa fase ( che ora e’ passata ) a casa nostra non ci mordiamo a vicenda se dobbiamo litigare e alzare i toni lo facciamo quando il bimbo dorme o ci allontaniamo da lui sicuri che non ci senta. .sono fasi si chiede scusa al bimbo morso e si riprende il nostro. Basta tragedie greche

    • Regina Blade 6 ottobre, 2017 at 18:25 Rispondi

      Una fase ditte….. come mai allora i miei figli non l’hanno avuto??? Forse perché sono stati rimproverati a dovere…. non si tratta di essere Wonder Woman, ho visto mamme orgogliose dei loro figli perché sono dei bulli, oppure perché dicono loro cretine , quindi si molte volte la colpa è dei genitori,

    • Chiara Sferruzza 6 ottobre, 2017 at 20:41 Rispondi

      Sarà anche una fase penso che non sia giusto pero sottovalutare…un morso fa male..bisogna trovare il modo di fargli capire che non si fa.la mia mi ha morso solo una volta ma lho disciplinata subito e non lha piu fatto..sarà un caso ma mordere gli altri non è proprio una belaa cosa!

    • Antonella Barbaro 6 ottobre, 2017 at 21:10 Rispondi

      Mi dispiace che alcune critichino i genitori..parlo per esperienza personale..mio figlio ha questo brutto vizio e nonostante sia rimproverato o cmq opportunamente spiegato lui continua..non è questione di bullismo semplicemente per il momento è fermo all’età di 10mesi…(seguito da neuropsichiatra e terapista)mi mortifico ogni volta che so che ha morso qualcuno..ma dopo il rimprovero cosa dovrei fare?

    • Sabina Della Bassa 6 ottobre, 2017 at 23:46 Rispondi

      La mia questa fase l’ha avuta e non è stata certo una sgridata a fargliela passare! Ci rimanevo male, ovvio, e chiedevo scusa! A casa nostra non ci mordiamo! Quando è successo a lei di essere morsa io non ne ho fatto mai un dramma nemmeno con le maestre! Non tutti i bimbi sono uguali quindi non tutti attraversano le stesse fasi negli stessi modi!

    • Anna Sorrentino 7 ottobre, 2017 at 13:39 Rispondi

      Regina Blade Lei “RIMPROVERA A DOVERE” . Le altre no, vogliono che i figli mordono e diventino dei bulli. Ma fammi il piacere. Come mai i tuoi figli non l hanno avuta questa fase? Ogni bambino è fatto a se. Ogni bambino ha la sua fase. Indipendentemente dai genitori. Il mondo è bello perché è vario sai che palle se fossimo tutti uguali, pensa tutte le mamme che la pensano come te 😱😱😱😱 passo e chiudo😘

    • Regina Blade 7 ottobre, 2017 at 15:15 Rispondi

      Anna Sorrentino se tutte le mamme la pensassero come me, cara, il mondo sarebbe indubbiamente migliore, fidati, che palle invece le buoniste del cavolo, che ” sono solo bambini, bisogna capire”, finche non sono i tuoi figli che vengono morsicati ogni giorno, si vive beate e tranquille, invece vorrei vedere se i bimbi che subiscono i morsi verrebbero insegnati , quando vengono morsicati , a dare un bel pugno in faccia al morsicatore, vedi un po se poi lo rifa’, sono stufa di vedere mamme che diffendono a spada tratta i loro figli, viziati e maleducati, infatti si vede, ogni giorno in televisione il risultato della buona educazione. I morsi se vi piacciono prendetteveli voi, i calci, i schiaffi, sono vostri i figli, ma gli altri non sono tenuti a subire, e addiritura a comprendere perche e solo una fase… se capita una volta, pazienza, ma ogni giorno, se permetti e un po troppo, anche per il genitore piu comprensivo.

    • Anna Sorrentino 8 ottobre, 2017 at 02:18 Rispondi

      “Un bel pugno in faccia” ma così si può parlare se si tratta di adolescenti. Vabbè che non si deve sottovalutare, ma non usciamo fuori binari. No vabbè. Frustrazione a gogo. No comment… e nemmeno contrabbatteró più.

  21. Angela Ricciardi 6 ottobre, 2017 at 18:11 Rispondi

    Può succedere tra bambini magari le maestre sono intervenute quando già un graffio o un morso è stato dato ma hanno il dovere di spiegarti com è successo e non vedo nessun problema…ripeto può succedere!!!

  22. Valentina Rulfi 6 ottobre, 2017 at 18:12 Rispondi

    Tutti i bambini attraversano questa fase dei morsi.. può essere una cosa che fa solo.con la mamma (i suoi baci sulle guance erano morsi di vampiro me li ricordo bene😂😂😂) o può essere una cosa che fanno anche con gli altri bambini.. a volte la fanno solo per imitare qualche altro bambino che hanno visto.. in ogni caso non si può fare altro che cercare di spiegargli che non si fa, che è una cosa brutta che fa male.. non è il caso di farne una tragedia greca.. anche perché le maestre hanno molti bambini da guardare e può capitare che non si accorgano del fatto nell’immediato, ma sicuramente avranno agito di conseguenza cercando di spiegare al bambino che certe cose non si fanno

  23. Costanza Di Maso 6 ottobre, 2017 at 18:35 Rispondi

    Mia madre fa la cuoca in un asilo nido e una volta c’era un bimbo che chiamavano in cannibale … un giorno questo bimbo ha morso un altra bimba sulla testa sul braccio e sulla schiena … i genitori si sono arrabbiati l hanno detto per l ennesima volta ai genitori ma loro davano la colpa alle maestre ( le quali erano tormentate da questo bimbo perché era sempre sotto controllo ma bastava una distrazione e lui … ) … se un bimbo morde di fondo c è una mancanza affettiva da parte dei genitori … datevi da fare e cercate di stare dietro ai vostri bambini!!!!!!

    • Regina Blade 7 ottobre, 2017 at 15:20 Rispondi

      Ecco a punto, e un conto che lo fa di rado, e un altro che prende a morsi tutti nella classe…. ma vabbe adesso partono tutte con e solo una fase.. bisogna capirlo… ma io vorrei chiedere, ai bambini che vengono morsi chi li capisce???

  24. Maria Teresa Fioccola 6 ottobre, 2017 at 18:37 Rispondi

    Anche mio figlio di due anni è tornato a casa con un morso alla guancia…io ho chiesto solo spiegazioni alla maestra la quale mi rispose che anche mio figlio aveva dato due schiaffi al bambino perché entrambi volevano lo stesso gioco… la colpa non può essere data alle maestre sono i bambini che basta poco che litigano, l’importante che non diventi una routine. Fatto sta che dietro ad ogni comportamento di un bambino c’è qlcs da parte di un altro.

  25. Sara Bertozzi 6 ottobre, 2017 at 18:38 Rispondi

    Presente. …sono sempre stata una bambina tranquillissima, buona ed educata. Un giorno mia madre è venuta a prendermi all’asilo e si è sentita dire “signora. …sua figlia ha morso in faccia un’altra bambina” . Mia madre è rimasta allibita, da un angioletto come me proprio non se lo aspettava nessuno. …ma è capitato…Senza tante storie ne dà una parte ne dall’altra…

  26. Cristina Anversa 6 ottobre, 2017 at 19:22 Rispondi

    Ne parlavo proprio qualche giorno fa con un amico il cui nipote è stato morso… una cosa che non condivido ASSOLUTAMENTE è dire chi sia stato a mordere: soprattutto se si tratta di un episodio isolato, da parte di un bambino che non ha mai manifestato aggressività, e magari dentro ad una dinamica di normale interazione (se non sanno parlare in qualche modo devono farsi capire!), io sono tenuta a dare spiegazioni, a spiegare come sia successo, ma non a dirti chi è stato. Perché rischiare di istigare genitori pazzoidi per una cosa così? Sarà poi cura dei genitori del morsicatore, a cui dirò cos’è successo ma non certo con chi, spiegargli nuovamente che ha sbagliato. E soprattutto, non fatene una tragedia! Fatevi anche un esame di coscienza, perché magari vostro figlio è così pesante e prepotente che i coetanei si stufano e in qualche modo vogliono allontanarlo

  27. Sabrina Piu 6 ottobre, 2017 at 20:13 Rispondi

    Io ho 3 figli uno 11 gli altri 3 e 2, tutti hanno avuto la fase dei morsi, gli ultimi 2 ha scuola mai detto che hanno morsicata nessuno. A casa il terzo quando vuole qualcosa è non la ottiene morsica, detto e ripetuto in bene, sgridato ect ect non si morsica. Ora è di meno però è un attimo che parta il morso ed io da mamma 4 mila occhi non sempre riesco ad essere al posto nel momento giusto.

  28. Mary Maggio-Kominis 6 ottobre, 2017 at 20:18 Rispondi

    Anche mia figlia è stata morsa, ma le educatrici non mi hanno detto chi è stato, giustamente. Ho chiesto come è successo e a quanto pare stavano litigando sui giochi. Mi hanno detto inoltre che anche i genitori del bimbo erano stati avvertiti dell’accaduto. A me è andata bene così, l’episodio non si è più ripetuto, quindi credo che il bimbo in questione sia stato ripreso in maniera corretta.

  29. Milena Campolunghi 6 ottobre, 2017 at 20:30 Rispondi

    A mio figlio è successo sia al nido che ora alla materna.quando sono andata a prenderlo le maestre me l’hanno riferito e io ho risposto “succede” perché è cosi …sono bambini …È successo anche che è caduto e si è fatto un bernoccolo…e allora? È successo anche con me…giocano corrono..non è colpa delle maestre…

  30. Sheryl Cataldo 6 ottobre, 2017 at 21:13 Rispondi

    Ma addirittura? Ma questa mamma del post per caso vuole presentarsi con il Kalashnikov ad ogni botta, ad ogni graffio che i bambini si fanno tra di loro? Io sono mamma ed ero educatrice al nido. E mi è capitato sia che i miei figli venissero morsi e sia che al nido succedesse qualche episodio. Tante volte in mezzo alla marmaglia capita che o il bimbo in questione o non piange proprio, oppure che piange ma magari il morso è in un posto tipo il sedere che tu non vedi subito a meno che non lo spogli e magari non sapendosi esprimere il bimbo tu non capisci l’esatto motivo del pianto. Magari il morso viene da un bimbo che mai ti saresti aspettata, ed eri girata semplicemente a lavare le mani. Con i bimbi è un attimo, si cerca di avere mille occhi, ma già ad una mamma con 1 sfuggono molte cose, figurarsi quando ne hai 7 o più. Certo da mamma dico che quando vedi ferite sul corpo di tuo figlio un po’ di effetto ti fa è normale, però ragazzi son le cose della vita.

  31. Dalia Sirvydaitė 6 ottobre, 2017 at 21:39 Rispondi

    Ma l’avete letto l’articolo o no? Non era UN Morso bensì TANTI morsi!!! Può sfuggirne uno ma tanti??? Per quanto tempo è stata menata la piccola senza che nessuno intervenisse??? E non sapevano nemmeno dare spiegazioni? Cioè non se ne sono nemmeno accorte??

  32. Roberta Albanese 6 ottobre, 2017 at 21:41 Rispondi

    Io ho due bambini. Uno di 3 anni e uno di 20 mesi.
    Il primo, arrivava a casa con un orologio (morso) al giorno perché al nido c’era un bimbo che esprimeva così le proprie emozioni.
    Il secondo, forse vedendo queste dinamiche (frequentava il nido insieme a lui) o forse per una sua modalità, ora morde.
    Sono stata dalla parte della mamma col figlio morsicato ed ora sono la mamma del morsicatore. Lascio a voi le considerazioni.
    Purtroppo i bimbi così piccoli lo fanno perché non sanno esprimere e contenere le proprie emozioni. A volte sono sotto il mio naso e non riesco a evitare il morso.
    La motivazione non è individuabile subito, bisogna osservare per un periodo di tempo per poter esprimere un’opinione.
    Credo che il morso dia fastidio perché lascia il segno ma se ci pensate, uno spintone è molto molto più pericoloso. Solo che non lascia il segno e non ci si bada più di tanto…

  33. Annalisa Rizzi 6 ottobre, 2017 at 22:12 Rispondi

    Pure mia figlia è stata morsa in faccia, e ci sono volute 2 settimane perché il segno andasse via, per quanto è stato forte. Che avrei dovuto fare? Le maestre non hanno il dono dell’ubiquità, e i bimbi sono tanti e piccoli. Sono cose che capitano, pazienza. Cresceranno.

  34. Alice Toselli 6 ottobre, 2017 at 22:21 Rispondi

    I bambini che mordono manifestano un disagio che va’ capito..oggi e’ il mio,domani magari il tuo..bisogna capirli questi bambini che vanno educati. Purtroppo al nido i bambini sono davvero molti e le maestre fanno una gran fatica a gestire tutto e spesso non hanno neanche il tempo di capire e gestire le situazioni…nella mia realtà di tagesmutter già e’ diverso☺☺

  35. Patrizia Anastasi 6 ottobre, 2017 at 22:50 Rispondi

    Mia figlia è stata morsa due volte in una settimana e, facendolo presente alle maestre, loro sono andate subito sulla difensiva chiedendomi di non stigmatizzare né il bambino (mia figlia mi ha detto chi è stato) né l’accaduto… Non nego che questa reazione ha fatto irritare molto me e mio marito!

  36. Raffi Palomba 6 ottobre, 2017 at 23:31 Rispondi

    Quando è capitato a mia figlia di tornare dal l’asilo con un orologio stampato sul braccio ho chiesto spiegazioni, certo! Ma più che altro per essere sicura che non fosse stata lei a prova are l’altro bimbo.
    È la chiave è proprio qui! Sono bambini e se la devono cavare da soli nel loro piccolo mondo.
    È ovvio che se l’episodio diventa una routine allora mi preoccupo e chiedo provvedimenti, ma il singolo episodio non è degno di attenzione!

    • Carla Bellotti 8 ottobre, 2017 at 23:14 Rispondi

      Cara Sara tu sei troppo giovane e giustamente preoccupatissima se dovessi trovare il tuo bimbo con un morso o un graffio, ti posso assicurare che la fase del morso la passano tutti i bambini o al nido o alla scuola materna. Io come tu sai sono stata educatrice per 30 lunghi anni e di questi episodi ne ho visti a bizzeffe. Questo non significa che l’educatrice non controlla i bambini, per i bambini il morso e’ un modo per difendersi o per difendere un qualcosa che in quel momento è’ di sua proprietà’ (il più’ delle volte un gioco). Mentre l’adulto si difende verbalmente il bambino specialmente nella fase del nido (non parlando ancora bene) usa la bocca per mordere. Stai tranquilla Sara che i morsi una volta li prendono ma subito dopo li danno.

  37. Elisa Panto 7 ottobre, 2017 at 06:49 Rispondi

    Posso capire questi genitori. Ma non auguro a nessuno di essere dalla parte del “morsicatore” (morsicatrice nel mio caso…). E la cosa che fa più male è leggere certi commenti del tipo “genitori che non sapete educare, genitori violenti etc…” perchè vi assicuro che alla mia bimba ho sempre insegnato a non fare male e non ha mai visto una scena violenta. Pensare prima di parlare perchè le vostre parole si che fanno male.

  38. Simona Ronchi 7 ottobre, 2017 at 07:16 Rispondi

    Verso i due anni e” tutto normale…la mia bimba morsicava anche la maestra…e” il loro modo d esprimersi…forse noi genitori dovremmo esser meno menosi…e cercar d insegnare ai nostri figli anche l arte del difendersi…e non accusare sempre le insegnanti

  39. Morena Sardella 7 ottobre, 2017 at 07:20 Rispondi

    E come vuoi reagire?te ne fai una ragione.E’ vero che li affidiamo all’educatrice ma è anche vero che 1 maestra deve combattere con 20/25 bambini e non sempre purtroppo fa in tempo ad accorgersi di certe cose.

  40. Daniela Matta 7 ottobre, 2017 at 07:23 Rispondi

    Mia figlia solitamente dal carattere mite ha morso la figlia della tagesmutter sulla guancia. La signora senza lamentele me lo ha riferito dicendo che così piccoli Cherry aveva un anno) è un modo per venire a contatto e conoscersi. Ancora legato alla fase orale. Bastano pochi secondi purtroppo

  41. Febo Tiziana 7 ottobre, 2017 at 07:31 Rispondi

    Succede e basta
    Ovvio che se se ne accorgono riprenderanno il bambino che morde e parleranno coi genitori
    Ma non dimentichiamo che succede anche a noi che di bambini da badare non ne abbiamo 20!

  42. Luana Campisani 7 ottobre, 2017 at 07:40 Rispondi

    Sono bambini, giocano e si mettono alla prova tra loro, purtroppo sono cose da mettere in considerazione. È vero che sono cose che vorremmo non succedessero mai ma come ho detto prima sono bimbi, a mia figlia è successo quest’anno ha 2 anni e fa il nido da quando aveva 5 mesi le tate erano mortificate quando me lo hanno detto, ma capisco anche che 3 tate x 20 bambini sono poche e poi quando sono tutte le sezioni insieme auguri! Quindi invece di partire sempre col piede di guerra, mettiamoci al posto loro!

  43. Federica Aghi 7 ottobre, 2017 at 07:54 Rispondi

    Anche mio figlio ogni tanto torna a casa con il segno di un morso, io le chiamo ferite di guerra 😅 le maestre a volte si accorgono altre no, dipende anche se lo vedono piangere! Ora con gli indumenti invernali tutto sommato la presa del morso è abbastanza blanda, mi auguro che ora dell’estate siano tutti più cresciuti! Ma farne uno scandalo per queste cose anche no! Sono bambini!

  44. Daniela Marcianò 7 ottobre, 2017 at 08:02 Rispondi

    Non riesco a leggere l’articolo. Comunque nessuno dovrebbe puntare il dito su nessuno, educatrici, genitori o bimbi che sono piccoli ed è una fase di passaggio dell’età.
    Tutti possiamo essere i genitori del bambino che morde.
    Ad inizio anno educativo la pedagogista del nido ci ha spiegato e dato consigli proprio sull’argomento.
    Dobbiamo spiegare ai nostri piccoli che il morso fa male perché per loro è un modo per esprimere emozioni, la loro intenzione non è quella di far male.
    E ci suggerivano di evitare fin da piccolissimi il gioco dei morsetti perché i nostri finti morsi li spingono a pensare che sia divertente, innocuo e addirittura piacevole

  45. Lidia Lucarelli 7 ottobre, 2017 at 08:23 Rispondi

    Mi trovo pienamente in accordo con Chiara Beatrice Cestarollo. Ho lavorato per anni come Educatrice in un nido e credetemi che nella maggior parte dei casi purtroppo non si riesce ad intervenire…è un secondo ed il morso o il graffio o la spinta hanno già fatto la loro “vittima”…! I bambini al nido sono liberi di giocare e di esplorare. Per evitare che si verifichino episodi spiacevoli dovrebbero stare tutto il tempo seduti…impensabile e contro natura, soprattutto a quell’età!!!!
    Sicuramente per i genitori non è piacevole però credetemi che per le educatrici lo è altrettanto…se non di più!
    Se posso dare un consiglio…. molte volte i bambini mordono non per fare male ma per giocare…mi spiego meglio: ci sono sicuramente diversi genitori che giocando danno ai loro bambini dei piccoli “morsetti” che fanno tanto ridere e divertire….beh! spesso i bambini mordono con le stesse identiche intenzioni non rendendosi conto di poter fare male…lo fanno semplicemente per imitazione!
    Evitate di farlo…

  46. Loly Alex Petrulli 7 ottobre, 2017 at 08:55 Rispondi

    Ieri è accaduta la stessa cosa all’asilo di mio figlio… una bimba ha morso un bimbo e quello che le madri hanno fatto dopo è stato a dir poco scioccante. I bimbi di fanno spesso del male tra loro ed è fondamentale che imparino a capire i loro spazi per questo le maestre si prendono cura di loro e noi genitori dovremmo solo avere pazienza… io mi incazzo se la maestra picchia mio figlio ma non se due bimbi si picchiano tra loro

  47. Micaela Ales 7 ottobre, 2017 at 10:01 Rispondi

    Non posso leggere tutti i commenti ma io mi sono trovata nella spiacevole situazione in cui mio figlio di 22 mesi venisse aggredito a morsi quotidianamente da un amichetto e non volesse più andare al nido…quando è stato “azzannato” ad una guancia ho reagito con forza, la scuola non può dare informazioni ma mia figlia parlava già (ho gemelli) e mi ha raccontato tutto…ebbene…siamo noi genitori il problema, sono stata io additata come esagerata fino a quando altri bimbi sono stati presi di mira ed è emerso che il bimbo mordeva e picchiava aveva una famiglia particolare…lì tutte cercavano solidarietà …purtroppo si dedica poco tempo ai figli

    • Regina Blade 7 ottobre, 2017 at 15:25 Rispondi

      Ecco appunto cara, mettono subito le mani davanti, sai quante ne ho viste io, alla fine ho spostato mio figlio, perche tra morsi, calci, pugni, non se ne poteva piu, e la risposta era sempre la solita, eh ma il bimbo ha dei problemi, viene seguito, la famiglia e particolare..,.. e vabbe ma mio figlio che colpa ne aveva???

    • Micaela Ales 7 ottobre, 2017 at 16:27 Rispondi

      Regina Blade come ti capisco!!!!! Anche a me hanno provato a dire il povero bimbo doveva aver reagito ai soprusi di mio figlio…viviamo purtroppo in un mondo in cui se subisci sei un carnefice a prescindere, io non ci sto!!! La pensassero come vogliono, finalmente i miei bimbi ora sono alla materna e quelle mamme, quando le incontro al parco, fingo non vederle ed evito ogni contatto

  48. Veronika Buon Gigliola 7 ottobre, 2017 at 10:35 Rispondi

    Il problema è che una maestra da sola non può gestire 29/30 bambini è cosa folle! Soprattutto ai giorni nostri che i bambini sono intelligenti e furbi ! Anche a me di molte cose non mi sanno dare una spiegazione ma più di una volta passando davanti l’asilo le ho viste chiacchierare tranquillamente girare di spalle e i bambini in giardino a correre e saltare senza essere visti! Mio figlio per esempio ha rotto gli occhiali e non si sa come è chiaramente la loro assicurazione non copre queste cose, mesi fa un altro paio rotto da un bambino che li ha calpestati anche lì nessuna assicurazione e nemmeno mi hanno detto i nomi dei genitori in modo da avere un risarcimento ! Ecco io queste cose non le sopporto e non le concepisco !

  49. Giorgia 7 ottobre, 2017 at 11:03 Rispondi

    Buongiorno mi sento di dire la mia in qualità di genitore di un bambino che purtroppo usa molto spesso a scuola i morsi, spinte e ceffoni.. premetto che come letto precedentemente in un commento sopra, i bambini che spesso vengono ” etichettati” come violenti sono quei bambini che hanno difficoltà di. comunicazione con il linguaggio quindi usano questi metodi fisici per esprimere le loro frustrazioni, rabbia eccc e qualsiasi altra emozione, negativa o positiva.
    Premetto che noi siamo seguito da un equipe formata da psicomotricista e neuropsichiatra e logopedista per avviarsi verso il corretto modo di comunicare…
    detto ciò vorrei dire che quando mandi un bimbi all asilo, che sia nido o materna, ci si mette in una posizione in cui dovremmo aspettarci che i bambini tra di loro litighino, si arruffino e imparino a fare pace perché è solo sperimentando possono capire le loro emozioni ed imparare a gestirle perché altrimenti non saranno mai in grado di farlo… a volte prima di puntare il dito bisognerebbe avere un po’ più di tolleranza e non cercare sempre un colpevole da mettere alla gogna … perché non credo che ai tempi nostri non ci fossero bambini agitati, vivaci, che picchiavano o mordevano ma non credo che i nostri genitori o nonni avessero il tempo di discutere con le maestre o di pensare se denunciare qualcuno o meno.. la denuncia andrebbe fatta se un adulto( maestra o inserviente che sia ) si permetta di alzare le mani su un minore, un disabile o anziano che hanno la possibilità di difendersi…
    detto ciò … ringrazio tutti e chiedo scusa per la risposta troppo lunga..

  50. Miriam Franzini 7 ottobre, 2017 at 11:11 Rispondi

    Scusatemi un momento: provate a immaginarvi una situazione in cui VOI siete SOLE con attorno 11 bambini di 2 anni e dovete guardare tutti! (Si 11, perché questo è il numero ministeriale per ogni insegnante di nido! 13 invece per la materna!) riuscireste a guardarli tutti?!?! 😅 PARLIAMONE! Tutte brave a puntare il dito come sempre! Ps. Sono mamma ma sono anche maestra d’asilo…prima di parlare mettetevi dall’altra parte della barricata un attimo…

  51. Katiuscia Scarfò 7 ottobre, 2017 at 12:16 Rispondi

    A noi è successo di peggio ma il “colpevole” era mio figlio. Lui ed un compagno giocavano nel salone a rincorrersi, l’amichetto cade da un gioco e si frattura un dito. Il giorno dopo mio marito viene aggredito dalla madre che dice che mio figlio gli ha fatto male. Le maestre non avevano visto niente… Solo dopo viene fuori che il bambino era caduto inciampando….

  52. Moana Asia Ricci 7 ottobre, 2017 at 14:39 Rispondi

    Spero non succeda mai a mia figlia perché io tutta questa clemenza e questo buonismo come il vostro non ce l’ho. Complimenti.
    Ho letto di bimbi tornati a casa segnati con il sangue ma spero scherzate? Non esiste io mi mangio la maestra e anche i genitori se poi l’episodio dovesse ripetersi peggio ancora, mi metto io a mordere.

  53. Daniela Satta 7 ottobre, 2017 at 17:58 Rispondi

    In classe di mia figlia alla materna ogni giorno gliene facevano una, la portavo in classe piangendo…. Alle mie lamentele l’insegnante rispondeva “é il loro modo di esprimersi”, prendendo a colpi mia figlia…..ho dovuto spostarla in un’altra scuola.

  54. La Lalla 7 ottobre, 2017 at 21:50 Rispondi

    Sono un’educatrice e anche a me è capitato di consegnare bambini con morsi o graffi. Questo non significa che ci facciamo i fatti nostri e non sorvegliamo i bambini, ma può capitare. Il rapporto educatrici bambini è 1:6 e la compresenza non c’è in tutto l’arco della giornata (per non parlare quando ci sono assenze per malattie brevi che non vengono coperte)…ci sono orari in cui ci si ritrova in 2 educatrici con 24 bambini, magari una è andata a cambiare un pannolino e l’altra se ne ritrova con 23, magari ne ha in braccio 1/2/3 che piangono e vede la scena da lontano e non fa in tempo a bloccarla…io posso capire il dispiacere e il disagio dei genitori e dispiace anche a me quando succede, ma veramente vorrei farvi vedere in che condizioni è normale lavorare. E pensare che i bambini si fanno male e si graffiano anche a casa quando ne hanno 1 solo da sorvegliare!

    • Anna Karolina Jozwik-Cristella 8 ottobre, 2017 at 20:32 Rispondi

      Il problema non sono bambini ma genitori…o meglio le sue reazioni esagerate. Io cerco di ricordare sempre che mio bambino non e un santo e non mi permetto di dire “lui non lo farebbe mai”… Lavoriamo insieme mamme e maestre,bambini crescono senza traumi,tranquille!!!

  55. Rita Impagnatiello 8 ottobre, 2017 at 07:26 Rispondi

    Mio figlio 4 anni a casa ubbidisce ed è un santo. A scuola se vede un giochino in mano compagni se non riesce a prenderlo con le buone arriva alle mani. Perché ancora non parla. Io da mamma mi sotterranei. Ora a casa tutti i giorni mi metto vicino a lui e lo faccio lavorare cercando di fargli capire che non si fa. Non servono ne urla ne schiaffi. Io semplicemente ora non gli sto facendo vedere la TV e lui neanche la cerca.

  56. Chiara Gennari 8 ottobre, 2017 at 08:53 Rispondi

    Le maestre hanno mille occhi, ma basta averli un momento sul naso gicciolante di uno che quello “fuori sguardo” dia un morso. Capita anche che i morsi vengano dati proprio sotto lo sguardo attento perché sono repentini e spesso non prevedibili. Sono bimbi, può capitare…smettetela però di demonizzazione sempre le maestre…capita!

  57. Francesca Barsacchi Dini 8 ottobre, 2017 at 14:59 Rispondi

    Nessuno mette in dubbio il fatto che esista una fase del tutto normale in cui i bambini mordano, quello che a me fa arrabbiare e il fatto che la bambina presentasse due morsi sulle guance. Senza ombra di dubbio la bambina avrà gridato e pianto, eppure le maestre non hanno saputo fornire una spiegazione; questo vuol dire che non si sono nemmeno accorte della bambina che piangeva. ECCO COSA È SCANDALOSO. Ci sono poche maestre per il numero di bambini? Le maestre erano concentrate su qualcos’altro? Da mamma io non sarei scioccata dai morsi sulle guance, sappiamo che può capitare, piuttosto lo sarei dal fatto che le maestre non si sino accorte dell’accaduto.
    Se se ne fossero accorte, avrebbero subito parlato alla madre appena questa si fosse presentata a riprendere la figlia. Le avrebbero spiegato la situazione, o almeno è questo che IO mi aspetterei dalle maestre a cui è affidata la vita e l’istruzione di mia figlia per quel limitato lasso di tempo.
    I bambini interagiscono tra di loro con abbracci, carezze, morsi e graffi, ed è normale. Sta alle maestre sorvegliare e intervenire quando è necessario. Una lite per un gioco può manifestarsi con due bambini che si contendono l’oggetto in questione oppure con bambini che si mordono e si fanno male. Nell’ultimo caso è obbligatorio, a mio avviso, intervenire, in quanto l’incolumità del bambino è responsabilità delle maestre

  58. Antonia Tarquini 10 ottobre, 2017 at 12:26 Rispondi

    Nn bisogna puntare il dito contro nessuno…..le maestre sono sempre presenti…nn facciamo tutto un’erba un fascio…!!!Fortunatamente ci sono tantissime Maestre che Amano i Bambini e che si prendono cura di loro con attenzione ,anche se avvolte un attenzione in più ad un bambino può dare distrazione su un altro!!

Lascia un commento