Mamme, neonate, colla e stereotipi di genere

girlie glue neonato stereotipi di genere

Ho visto, con un certo sconforto, un video che mi ha a dir poco irritata. È un video brasiliano, con sottotitoli in italiano. Parla di una colla, ma non una semplice colla. Una colla studiata su misura per…

Beh, se te lo dicessi io non riuscirei a spiegarlo in maniera adatta. Te lo faccio dire dalle mamme che la usano

Le testimonianze delle mamme sulla colla salvastereotipi

Il video si apre con una ragazza molto bella con in braccio la sua bambina tutta vestita di rosa. La donna afferma: «Molto spesso con lo stress quotidiano non c'è tempo per prendersi bene cura del bebè e metterle vestitini carini rosa. Riesco solo a farle un codino e metterle un laccetto al polso, ma sembra sempre un bambino».

Un’altra mamma invece dichiara: «Se è vestita di bianco o di giallo, per esempio, molto spesso quando andiamo al mercato o in un luogo pubblico la gente chiede: è un bimbo o una bimba? Perché non ha nulla che la identifichi e questo accessorio identifica il bebè come bambina».

Tra una mamma e l’altra passano le immagini che mostrano come sia facile incollare un fiocco in testa a una neonata.

PlayGround IT contro gli stereotipi di genere

Fortunatamente PlayGround IT, la pagina che ha lanciato il video in Italia, aggiunge i suoi commenti pungenti e critica ironicamente l’azienda brasiliana e le due (o più) mamme che fanno uso del prodotto.

Queste le parole: «Non è mai troppo presto per essere un bebè al femminile. L’azienda brasiliana Babydeas ha lanciato sul mercato Girlie Glue, una colla per attaccare accessori in testa al bebè. Una nuova colla, perché gli stereotipi di genere non si stacchino dalle bambine».

Mamma contro gli stereotipi di genere

Non so tu che mi leggi cosa ne pensi, posso dirti cosa ne penso io. Tante volte abbiamo parlato di mamme che perdono il posto di lavoro solo per aver scelto di dare alla luce un nuovo essere umano, di donne discriminate perché decidono di allattare in pubblico e potrei proseguire all’infinito.

Continuare a etichettare le nostre bambine di certo non le aiuterà nella loro vita futura, né rende onore a quante hanno combattuto e stanno combattendo lunghe e dure battaglie contro la società.

Io ho scelto di rendere mia figlia indipendente, libera di scegliere e pensare con la sua testa. Incontrerà le sue difficoltà, ma dovrà saperle superare... senza fiocchi tra i capelli. Perché la vita per noi donne non è così rosa come alcuni vorrebbero farci credere.

E, quando mia figlia aveva 3 mesi, la chiamavano El Shaarawy (che ho scoperto essere un calciatore! ), per via dei suoi capelli dritti, oggi nemmeno lo ricorda...

I neonati  possono sopravvivere senza traumi né problemi alla domanda: è maschio o femmina? Te lo garantisco! 

29 comments

  1. Cà Maddy Pruna 8 maggio, 2017 at 14:16 Rispondi

    Un giorno mio figlio era completamente vestito di blu e bianco stile marinaio e una signora gli disse oh che bella bimba!
    Ora in giro con la bimba copertina rosa, dicono che bel bimbo!

  2. Valentina Fanfoni 8 maggio, 2017 at 14:18 Rispondi

    …oppure tutta di rosa/fucsia vestita, copertina rosa… ti chiederanno sempre “è un maschio o una femmina?” …io una volta ad una signora, a questa domanda, ho risposto “è un maschio ma siccome adoro il rosa ho deciso di vestirlo di questo colore!”

  3. Monica Ferrato 8 maggio, 2017 at 14:19 Rispondi

    Anche alla mia succedeva..e pensare che ha sempre avuto un visino da femmina…una volta, quando ero da mia cognata ed era in braccio a lei, le avevano chiesto: maschietto o femminuccia?…aveva un vestito a pois!! 😒😒😒

  4. Simona Palma 8 maggio, 2017 at 14:25 Rispondi

    Ragazze scusate…mi aiutate a vincere il concorso per la festa della mamma? Basta entrare sul profilo di Youstar e mettere un like sulla mia foto..come quella del profilo!!! Vi prego…grazie mille

  5. Elisabetta Benvenuti 8 maggio, 2017 at 14:40 Rispondi

    Beh vogliamo parlarne? Vestita con gonne e vestiti, in lilla , ricoperta di fiocchi , copertina rosa , lenzuolino con ricamato il nome a caratteri cubitali e niente la gente non ce la fa… ps per carità non è un problema piuttosto il problema lo hanno loro , di vista!

  6. Andrea Castorio 8 maggio, 2017 at 14:46 Rispondi

    Si va beh è una femmina e la scambiano x un maschio e allora? ?? Chissene frega! Penso che ci siano cose molto più importanti nella vita questa la trovo semplicemente una cazzata x gente che evidentemente non ha cose più serie a cui pensare! E poi incollare un coso in testa ad un neonato? ??? Ma veramente siamo alla follia pura!

  7. Patrizia Pellicano 9 maggio, 2017 at 05:43 Rispondi

    Ma la mia con gli orecchini ( qui in Messico te li mettono prima di uscire dall ospedale, se vuoi) e ti fanno sempre la domanda maschio o femmina 🤔….comunque la storia della colla non si puó sentire…..

Lascia un commento