I momenti più belli dello sviluppo di un bambino

pietre miliari sviluppo di un bambino

Quando nasce un bambino, nascono anche una mamma e un papà.

Due genitori che - per quanto si siano informati e si sentano preparati ad affrontare il grande evento - imparano sul campo, giorno dopo giorno, a svolgere questo ruolo importante e che iniziano una nuova vita a tre, insieme al piccolo.

Se tutte le fasi della crescita di un bambino sono meravigliose e indimenticabili, secondo la maggior parte dei genitori ci sono alcuni precisi momenti “più speciali” di altri.

Siete curiose di scoprire quali sono?

Le tappe più belle dello sviluppo di un bambino

Il primo, in ordine temporale, tra i momenti più belli dello sviluppo di un bambino secondo i genitori è quello legato alla prima settimana, quando il piccolo appena nato entra nella vita della coppia, rivoluzionandola: i genitori, anche se stanchi e talvolta molto affaticati, si sentono eccitati e adrenalinici di fronte alla nuova avventura.

Nella classifica dei momenti più belli dello sviluppo di un bambino, secondo i genitori, non possono mancare i 3/4 mesi, quando il piccolo inizia a riconoscere i volti di mamma e papà e ad interagire, i 5 mesi quando inizia a parlottare ed a emettere i primi suoni – quasi volesse chiacchierare e farsi capire dagli adulti – e i 6/7 mesi, quando i piccoli imparano a stare seduti in maniera indipendente e senza l’aiuto del genitore.

I primi passi: pietra miliare nello sviluppo di un bambino

Un’altra delle fasi cruciali dello sviluppo dei propri figli, più apprezzata e ricordata con affetto da mamma e papà è, senza dubbio, quella dei primi passi: il momento in cui i piccoli, intorno ai 12 mesi, iniziano a camminare è giudicato come uno degli eventi più indimenticabili per un genitore.

E voi mamme, cosa ne pensate? Qual è, secondo la vostra esperienza, il momento che ricordate con più tenerezza nello sviluppo di vostro figlio? 

1 comment

Lascia un commento