Neonata salvata a Pordenone nasce alla 29 settimana

Un chilo e duecento grammi: è nata ieri mattina la piccola neonata che alla 29esima settimana aveva voglia di vivere la vita al di fuori del pancione della mamma.

La neonata era podalica e il parto era molto rischioso, ma non c’è stato il tempo di decidere come intervenire, perché quando la mamma è arrivata all'ospedale Santa Maria degli Angeli era pronta per uscire.

Il parto d’emergenza nel punto nascita pordenonese

La ginecologa Valentina Piccoli ha seguito il parto in maniera impeccabile e grazie al suo intervento e a quello di tutto lo staff di ostetricia, mamma e neonata stanno bene e godono di buona salute.

Ora la bambina è stata ricoverata al reparto di terapia intensiva neonatale nel capoluogo giuliano. L’età gestazionale prematura e gli accertamenti da fare in questi casi sono una prassi obbligatoria che aiuterà genitori e medici a stare sereni sul benessere della piccola, per monitorare al meglio i suoi primi giorni di vita.

Tutta la redazione di mamme.it fa tanti auguri alla piccola nata e a tutta la famiglia.

33 comments

  1. Ilaria Liut 24 agosto, 2016 at 15:05 Rispondi

    Io sono felicissima per questa mamma perché conosco la tin e sono molto bravi, ma mi domando queste notizie chi le mette pubbliche? La famiglia? I medici? Perché pure mia figlia era prematura, e in più aveva pure un blocco intestinale che poteva farla morire da un momento all’altro, ma grazie ad un crdarek d’urgenza, le cure dei medici della tin e due interventi chirurgici, adesso sta benissimo. Non che mi interessi farmi pubblicità, ma spesso leggo storie di bambini prematuri (anche meno di mia figlia) e mi domando chi de di ce di raccontare o pubblicare queste storie.

  2. Natascia Dei Negri 24 agosto, 2016 at 18:25 Rispondi

    Il reparto di ostretricia, neonatologia e pediatria di Pordenone un’eccellenza del nostro territorio. Noi vi portiamo nel cuore e non smetteremo mai di ringraziarvi quello che avete fatto x noi due anni fa!

  3. GINECOLOGÍA 24 agosto, 2016 at 20:17 Rispondi

    ra la bambina è stata ricoverata al reparto di terapia intensiva neonatale nel capoluogo giuliano. L’età gestazionale prematura e gli accertamenti da fare in questi casi sono una prassi obbligatoria che aiuterà genitori e medici a stare sereni sul benessere della piccola, per monitorare al meglio i suoi primi giorni di vita.

Lascia un commento