Travaglio in casa? Arriva l'ostetrica a domicilio!

travaglio-in-casa

In risposta al crescente fenomeno dell’eccessiva medicalizzazione del parto, un numero consistente di donne ha deciso di andare controcorrente, optando per un travaglio casalingo, proprio come abbiamo visto fare in tante pellicole vintage.

L’iniziativa dell’ostetrica Valentina: "Ora il travaglio, presto anche il parto in casa"

L’ostetrica Valentina Pozzer, in collaborazione con la psicologa Consuelo Scalzeri, ha fondato a Rovereto, la sua città natale, uno studio medico che offre assistenza a domicilio alle future mamme.

A tal proposito la professionista ha dichiarato: “Per ora ci limitiamo a garantire a domicilio tutta l'assistenza, travaglio compreso. Ovviamente siamo in stretto contatto con l'ospedale visto che, al momento, non ci sentiamo pronte di far nascere il bambino in casa”.

Insomma, per ora solo la fase del travaglio avviene tra le più confortevoli mura domestiche, ma si tratta di un chiaro segnale che le cose stanno cambiando: anche in Italia, infatti, come già avviene in numerosi Paesi europei, il parto in casa non è più considerato un tabù, bensì un’alternativa valida al tradizionale parto in ospedale. 

13 comments

  1. Erika Lazzarini 18 aprile, 2016 at 18:15 Rispondi

    Sono scelte ma non le condivido…durante il parto possono accadere tante cose inaspettate e spiacevoli sia per la mamma che per il bebè, quindi continuo a pensare che sia meglio partorire in ospedale.

  2. Irene Bolignari 19 aprile, 2016 at 08:07 Rispondi

    Abito a due passi dall’ospedale, ma durante il parto ho avuto una complicanza tale che se avessi voluto partorire in casa avrei perso mia figlia perché non avremmo avuto il tempo di arrivare in ospedale! E’ bellissima l’idea di partorire nella propria casa, il senso di “nido” e vera accoglienza del piccolo in famiglia… ma prima di fare scelte “azzardate” è bene pensare ai pro di partorire in un ospedale, meglio non rischiare secondo me

  3. Carla Riccio 19 aprile, 2016 at 08:11 Rispondi

    Non vorrei sembrare di parte…ma sono un’ostetrica..ho frequentato le sale parto x vent’anni e consentitemi, penso di avere un minimo di esperienza.Il travaglio é un’evento fisiologico,troppe volte medicalizzato,per non parlare dell’evento parto!!quanti ce sarei si registrano ogni anno?pensate davvero che siano tutti dipendenti da patologie ostetriche? Sono eventi naturali che vanno assecondato con la giusta responsabilità! Un’ostetrica é capace di riconoscere una patologia durante un travaglio!Sono favorevole al travaglio a casa x tanti motivi;la tranquillità, la presenza del marito o di qualsiasi familiare giovi alla paziente.Sull’ evento nascita si può discutere,ma tenete presente che il PARTO É UNA COSA NATURALE!!difficilmente si creano distocie!!è spesso si fanno anche troppe chiacchiere x giustificare i cesarei!

Lascia un commento