Bonus bebè negato alla figlia di Totò Riina: scoppia la bufera

bonus bebè negato

Seppur indirettamente, il boss dei boss Totò Riina continua a far parlare di sé. Stavolta però al centro dell'attenzione - immediatamente dopo le polemiche sulla scarcerazione o meno per gravi problemi di salute del boss di Corleone - è la figlia di Totò Riina, Lucia, che ha fatto domanda per l'ottenimento del bonus bebè.

Il bonus bebè negato alla figlia del boss

La domanda prodotta dalla giovane mamma è stata ritenuta incompleta, mentre la stessa, prodotta dal padre del bambino è arrivata in ritardo. E così i commissari del comune - la cui amministrazione è stata sciolta per infiltrazione mafiosa - hanno respinto la domanda. Anche l'INPS ha rifiutato la richiesta ritenendo che i genitori sono in possesso di reddito minimo e quindi non hanno diritto all'assegno. Nessuno crede che Riina e  i suoi eredi, siano nullatenenti.

La famiglia Riina protagonista di un libro

Lucia non è l'unica figlia del boss. L'altra figlia, Maria Concetta vive in Puglia. Il figlio maschio Giovanni sta scontando l'ergastolo, mentre Salvo ha l'obbligo di soggiorno a Padova e ha all'attivo anche un libro, quasi una saga familiare che descrive una normalità quotidiana ma anche l'essere vittima della giustizia. Il libro è stato anche tradotto in Spagna e Romania.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.