Dita raggrinzite e veri motivi per convincere i bambini a uscire dall'acqua

dita-raggrinzite-e-veri-motivi-per-convincere-i-bambini-a-uscire-dallacqua

Stare molto tempo in acqua fa spuntare sulle dita delle piccole grinze temporanee, ma in realtà quando appaiono è perché nel nostro corpo sta accadendo qualcosa di molto particolare.

Tra le ultime scoperte scientifiche e i motivi reali, ecco come capire quando è l'ora di far uscire i bambini dall'acqua.

Le rughette nelle dita bagnate non sono un brutto segno

Una delle scuse più utilizzate dalle mamme per convincere i propri figli a uscire dall'acqua è quella delle dita raggrinzite, cioè le piccole pieghe che si formano quando si sta molto tempo a contatto con l'acqua.
Ma secondo una ricerca del 2013, compiuta da alcuni scienziati dell'Università di Newcastle (Inghilterra), il fenomeno delle dita raggrinzite quando si passa troppo nell'acqua ha una motivazione molto semplice e tutto sommato innocua : dipende da un adattamento evolutivo utile a migliorare la presa sugli oggetti quando si sta in acqua.

Per dimostrare l'effetto, i ricercatori hanno coinvolto un gruppo di volontari. Gli hanno fatto raccogliere alcuni oggetti in marmo che si trovavano nell'acqua, chiedendo loro di farli passare attraverso delle fessure. Si è visto che i soggetti con le dita raggrinzite riuscivano meglio nel compito: erano più rapidi e precisi degli altri partecipanti che non mostravano questi segni sulle dita.

Il video della settimana

Come si fa a capire quando è ora di fare uscire i bambini dall'acqua?

Le mamme e i papà sono davvero campioni nell'inventare motivi per non far fare questo o quello ai bambini : si direbbe che con il bagno abbiamo un qualche nodo da risolvere, perché oltre alle 3 ore da aspettare per fare il bagno, c'è poi l'uscita anticipata per colpa delle grinze !

Non temete mamme, se volete far sì che vostro figlio esca dall'acqua, la scusa delle dita raggrinzite è sempre valida: quando crescerà farà sempre in tempo a scoprire i motivi scientifici di questo banale processo corporeo.

Per il momento, ricordate che se il bambino dovesse iniziare a sentire freddo, sarà lui stesso a voler uscire dall'acqua. È anche vero che la maggior parte dei bimbi starebbe a mollo per ore e quindi facciamo attenzione a due importanti segnali: le labbra che cominciano ad essere violacee e i tremori.

Questo è davvero il momento di uscire! Così, armatevi di asciugamano e preparatevi ad accogliere in un caldo abbraccio i vostri pulcini bagnati!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.