Figli e influenza: 6 cose che solo una mamma può capire!

bambini-e-influenza

Le mamme sono donne coraggiose, affrontano di tutto, ma c’è qualcosa che mette KO pure loro: l'influenza dei figli. Quella banale, simpatica influenza che i pargoli beccano sempre con la precisione del lanciatore di coltelli.

Prima della settimana bianca. Quando hai un progetto da consegnare. L’unica sera all'anno che esci con tuo marito da sola.

Se ci sono più figli in casa se la palleggeranno come fossero ad una partita di calcio: adesso a me, dopo a te, poi quello piccolo ah... è passato un mese? Allora me la riprendo io e via dicendo.

Le cose peggiori dell'influenza? Tutte. Eccole.

1. L'Aereosol

Per fare la miscela che ci va dentro (4 gocce di questo, due gocce di quest’altro) ti devi comprare un bilancino da pusher.

Poi devi prendere un bambino recalcitrante e bloccarlo a respirare a bocca a aperta, arrivando a promettere anche il castello di Elsa a dimensione naturale.  E dopo anni di sofferenze che si scopre?

Che è inutile. Grazie.

2. L’antibiotico 

Se sei davvero sfigata, puoi avere la prescrizione dell’antibiotico che va ogni otto ore, e una magari ti capita all'una di notte.

E questo spiega le poverette che alle 00.50 commentano i pezzi su Michelle Hunziker.

3. La visita dal pediatra

Hai un figlio con l’influenza. Lo porti dalla pediatra e ci trovi altri 10 bambini malati.

Il virus che ti riporti a casa è talmente grosso che lo devi legare sul sedile davanti con la cintura.

4. Le nottate 

Ho freddo. No la medicina no. Ho caldo. Ho la tosse. Ho sete. Ancora sete. Adesso devo fare la pipì. Mi è caduto il peluche.

Drin drin è mattina: e lui finalmente si addormenta. Tu devastata ti alzi.

5. Il contagio

Se hai più figli, la cosa che ti terrorizza è che l’influenza possa passare da uno all'altro. Gli studi medici stanno ancora valutando se per una madre è più debilitante avere due figli malati contemporaneamente oppure in tandem.

Quindi non esiti ad isolare il piccolo untore: dorme con te, ha una bottiglietta dell’acqua da cui bere, tutto quello che usa va in lavastoviglie. E pare che ce l’abbiate fatta. L’altro pargolo è ancora sano e questo sta guarendo.

Poi un giorno senza pensarci finisci gli avanzi del malato con la sua forchetta. Ed ecco una cosa davvero pessima.

6. Essere malati quando si hanno figli sani

Che quindi vanno portati a scuola, in palestra, devono mangiare come se niente fosse.

Ma non è finita: perché quando faticosamente ne stai venendo fuori, tuo marito che non si è mai nemmeno degnato di farti un tè, stramazza sul divano e dice "Oddio ho dei brividi di freddo".

Ecco: questa è l’apocalisse.

10 comments

  1. Anna Sanna 5 febbraio, 2016 at 03:16 Rispondi

    👏👏👏👏
    Sono le 03.11 e da 2 ore e mezza che sto cercando di far dormire il malato, senza svegliare l altro che domani DEVE andare All asilo. Cerco di consolari pensando che c è di peggio, ma dopo 3 settimane di notti insonni, ho i nervi a pezzi!!!

Lascia un commento