Giornata internazionale dei bambini scomparsi: i dati del telefono azzurro

giornata-internazionale-dei-bambini-scomparsi-i-dati-del-telefono-azzurro

25 maggio 2020 - 37esima Giornata Internazionale dei Bambini Scomparsi

Ancora oggi le scomparse di minori raggiungo numeri elevati, solo in Italia nel 2019 si sono registrate 8.331 denunce. Una situazione drammatica che è stata registrata anche dal Telefono Azzurro: lo scorso anno hanno gestito il doppio dei casi di scomparsa registrati nel 2018.

Vogliamo ricordare oggi, 25 maggio, questo delicato argomento in occasione della ricorrenza della Giornata internazionale dei bambini scomparsi, istituita nel 1983. La Giornata è nata in ricordo della scomparsa di Ethan Patz, un bambino newyorkese rapito nel 1979 e vuole fungere da monito di speranza per le famiglie che non hanno più notizie dei loro bambini.

11.60.00 il Numero Unico Europeo e l'azione di Telefono Azzurro

Sono 8 milioni i minori che scompaiono ogni anno nel mondo, 1 milione solo in Europa e purtroppo in pochi vengono ritrovati e possono fare ritorno a casa. 22.000 bambini al giorno, dunque, vengono allontanati dalle loro famiglie. In Italia la media è allarmante: 1 bambino ogni settimana e solo il 18% dei casi si risolve positivamente.

Nel nostro Paese, Telefono Azzurro è in prima linea da più di 30 anni nella lotta per la protezione dei bambini e gestisce per conto del Ministero dell’Interno il sistema di segnalazione e ritrovamento dei minori scomparsi con il Numero Unico Europeo 11.60.00.

Nel 2019 le segnalazioni hanno riguardato soprattutto ragazzi tra gli 11 e i 18 anni, che risultano quindi la categoria più a rischio. Al contrario, nei 10 anni precedenti (2009 – 2019), i soggetti coinvolti maggiormente in casi di sparizione rientravano nella fascia d’età tra i 15 e i 18 anni.

La cooperazione internazionale, uno strumento indispensabile

Come spiega il Presidente di Telefono Azzurro, il professore Ernesto Caffo, i casi di sparizione coinvolgono per la maggioranza bambini e ragazzi che vengono trasferiti in un altro stato rispetto a quello di origine.

Succede perché entrano nel mercato della tratta o dello sfruttamento e per poterli salvare è necessaria la stretta collaborazione tra le istituzioni e le associazioni No Profit, sia sul territorio italiano sia in quello più ampio, internazionale.

Una cooperazione necessaria, spiega il professore, anche nelle campagne di sensibilizzazione per la prevenzione.

In occasione del 25 maggio, Telefono Azzurro ha voluto inoltre organizzare un momento di riflessione in diretta streaming sulla tematica, ecco la registrazione del webinar, cui hanno partecipato, tra gli altri, il prefetto Silvana Riccio, commissario straordinario del Governo per le persone scomparse e l’eurodeputata Caterina Chinnici, copresidente dell’intergruppo del Parlamento europeo per i diritti dei minori.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.