Il gigante e la bambina: ecco il volto dell'angelo di Rachele

gigante e bambina salvataggio Rachele Mattia Popesso

Grandi sci ai piedi. Mimetica militare che spunta sotto un innevato terreno di neve.

La foto ha fatto il giro della rete, una splendida e commovente immagine che ritrae un alpino che porta in salvo una bambina di cinque anni dopo la tempesta di neve che ha travolto la sua famiglia.

La storia della piccola Rachele

A cavalcioni su questo uomo buono c’è Rachele, di cinque anni. La casa  dove viveva a Valle Castellana, in provincia di Teramo, è stata letteralmente coperta di neve. L'angelo custode di Rachele è soltanto uno dei tanti alpini andati in soccorso alle povere famiglie che hanno subito questa disgrazia, e a cui è stato trovato un rifugio temporaneo.

L’angelo custode che ha salvato Rachele

La popolazione di Valle Castellana è stata evacuata a piedi. A causa della tanta neve non è stato possibile arrivare al centro abitato con i mezzi di trasporto. Rachele, anche lei in fila per raggiungere il rifugio, calpestava il terreno con più fatica degli altri. Troppo piccola per sopportare neve e aria gelida, troppo fragile e inconsapevole. A salvarla un angelo custode. Uno degli alpini soccorritori si ha tolto i guanti e glieli ha fatti indossare, le ha dato un pezzo di cioccolata e poi se l’è messa a cavalcioni sopra di lui.

Finalmente il volto dell'eroe di Rachele!

La bellissima fotografia che sta facendo il giro del web è stata scattata dalla mamma di Rachele per immortalare un momento che l’aiuterà a ricordare quanto la solidarietà umana può cambiare la vita di una persona, soprattutto in situazioni così estreme. Noi vi sveliamo il volto di questo eroe, che ha dichiarato «Ho fatto solo il mio dovere che è quello di portare sostegno, aiuto e anche conforto psicologico alle persone che sono in difficoltà».

Please follow and like us:
error

49 comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.