Bagnetto troppo caldo per la bimba, arrestati i genitori

bagnetto troppo caldo

Dopo la morte della bambina in auto senza seggiolino, arriva un'altra tragica notizia dall'Australia, dove una bimba è morta a causa del bagnetto troppo caldo. La tragedia si è consumata nella città australiana di Northgate, a nord di Brisbane, dove la piccola Maddilyn-Rose Ava Stokes è morta per le gravi ustioni riportate su tutto il corpo.

Bagnetto troppo caldo, l'inutile corsa in ospedale

Il Daily Mail racconta che la bimba di 2 anni, subito dopo il bagno, è stata trasportata di corsa in ospedale dove le sono state riscontrate gravissime ustioni alla schiena, alle natiche ed alle gambe. Interrogati sulla dinamica dell'incidente, i genitori hanno subito ammesso la loro colpa spiegando che l'acqua del bagnetto era eccessivamente calda per una bambina di 2 anni.

Genitori accusati di tortura ed omicidio

I genitori della piccola, Shane David Stokes di 30 anni e Nicole Betty More di 23 anni, sono stati arrestati con l'accusa di tortura ed omicidio dopo la morte della bambina. Gli inquirenti stanno cercando di capire se si sia trattato di un tragico incidente, o se i due erano soliti praticare altre torture alla bambina. I vicini si dicono sconvolti, spiegando che sembrava una famiglia tranquilla e che la bambina era sempre allegra e spensierata.

82 comments

  1. Mihaela Teleptean 6 giugno, 2017 at 20:42 Rispondi

    Questo è omicidio premeditato puro!!! La temperatura doveva essere altissima per provocare ustioni e addirittura morte.. come fa ad essere uno sbaglio?? Tu , mamma, non metti le mani nell’acqua??? Altri che errore… questo, ripeto , è omicidio “bello e buono”!!!!!!!

  2. Patrizia Pellicano 6 giugno, 2017 at 21:57 Rispondi

    E invece vi assicuro che è un errore che fanno tanti genitori. Lavoro in un centro grandi ustionati pediatrico e il problema delle ustioni per bagnetto è una delle principali cause di ustioni per scaldatura. A Catania non mi scorderó mai una bebè, ustionata dalla testa ai piedi,… la mamma una ragazzina di 16 anni….

  3. Eunice Florenzo 6 giugno, 2017 at 22:01 Rispondi

    Ma Mi chiedo perché? Basta poco per evitare queste tragedie…. un gomito! Cazzo, un gomito nell’acqua per vedere l temperatura!!!! Qua mi sa che non è stato un caso…. povera anima di Dio.

  4. Claudia Fronio 6 giugno, 2017 at 22:26 Rispondi

    Io adesso lo farei fare alla mamma un bel bagnetto bollente. A 100°C e la lascerei dentro un bel po’! Il tempo di cottura del riso per esempio!!!!!!!! STA TESTA DI CA***! Ma come si fa a chiamarlo incidente??

  5. Sabrina Alaimo 6 giugno, 2017 at 22:47 Rispondi

    È inconcepibile una cosa del genere,io per la paura di scottare i mie figli ne avevo due di termometri per paura che uno non funzionasse bene e poi mettevo il gomito sempre per precauzione sono diventata mamma giovane ma c…o ma anche una demente lo capisce che l’acqua era calda, per me è stato di proposito .vi giudicherà Dio è con lui che farete i conti bastardi.

  6. Kiara Gusmini 7 giugno, 2017 at 01:58 Rispondi

    mettere le mani dentro o con un termometro x controllare l’acqua no eh??? questo è un OMICIDIO PURO altro che una semplice distrazione!!!! Chissà quanto era calda l’acqua x ucciderla addirrittura!!!! Ma che morissero loro con l’acqua bollente!!!!

Rispondi a Ramona Coman Lemnaru Annulla risposta